Real Time e Radio Italia insieme per “Donne in musica”

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, Real Time e Radio Italia lanciano il progetto “Donne in musica”.

Lo annuncia un comunicato.

Tre appuntamenti speciali, da 30 minuti ciascuno, in onda venerdì 8 marzo su Real Time e in contemporanea su Radio Italia, Radio Italia TV, radioitalia.it, con tre grandi protagoniste della musica italiana.

Dalle 11:00 Fiorella Mannoia con Paoletta
Dalle 15:00 Alessandra Amoroso con Manola Moslehi
Dalle 19:00 Emma con Daniela Cappelletti

Le artiste, in compagnia delle conduttrici, avranno modo di raccontarsi soprattutto in quanto donne, anche attraverso la scelta di quattro brani di musica italiana a testa che intervalleranno le interviste e che potranno servire da spunto per affrontare particolari temi – come la disparità e la violenza di genere – e porre l’attenzione su quello che significa essere donne nel mondo di oggi. Un racconto tutto al femminile in compagnia di grandi interpreti e con la musica come strumento di condivisione e incontro.

“Donne in musica” è prodotto da Radio Italia per Warner Bros – Discovery.

Gli appuntamenti saranno disponibili anche in streaming e on demand su discovery+.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

R101 è la radio ufficiale di “Just The Woman I Am 2024”

In questo primo fine settimana di marzo è in corso un momento importante per R101. I dettagli nel comunicato.

R101 è la radio ufficiale di “Just The Woman I Am 2024”, l’evento che dal 2014, attraverso una corsa – camminata di 5 km aperta a tutti/e, raccoglie i fondi per la ricerca universitaria sulla salute e sul cancro, promuove la prevenzione, i corretti stili di vita, l’inclusione e la parità di genere. L’evento organizzato dal Centro Universitario Sportivo torinese in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino e il Politecnico di Torino torna per le vie del centro di Torino venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 marzo 2024.

R101 è presente a Torino con i suoi talent per intrattenere i presenti con la sua musica e un occhio di riguardo a solidarietà e inclusione, cifre distintive dell’emittente.

“Un evento, Just the Woman I Am, al quale non potevamo mancare e abbiamo scelto di sposarlo con la radio che all’interno del nostro Gruppo incarna maggiormente lo spirito dell’iniziativa” afferma Paolo Salvaderi, Amministratore Delegato di RadioMediaset, “R101 è la radio della famiglia, dell’inclusione, dell’amore per gli animali, dell’attenzione alle cause dell’ambiente, quella che ha come missione la serenità di chi la sceglie e la ascolta. Noi di RadioMediaset crediamo fermamente nell’importanza della ricerca che sosterremo attraverso tutti i nostri canali”.

Il commento del Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese, Riccardo D’Elicio: “è per noi un onore avere come radio ufficiale di JTWIA un partner del calibro di R101. Questa manifestazione è ormai nel cuore di tutti. Il nostro obiettivo è quindi di raggiungere a livello nazionale sempre più persone e promuovere i valori legati all’evento”.

Dall’1 al 3 marzo 2024 in piazza San Carlo a Torino è possibile accedere alla prevenzione in piazza: un evento nell’evento che accoglierà stand dedicati alle visite preventive gratuite, al counseling e alla presentazione delle associazioni no profit. Il Villaggio della Prevenzione è un’occasione di incontro, dialogo e festa tra il mondo accademico, l’eccellenza sanitaria italiana, i cittadini e le scuole. Domenica 3 marzo prenderà il via l’ormai celebre corsa – camminata di 5 km.

Come iscriversi? Come singolo o come gruppo! I Gruppi sono, da sempre, il cuore della manifestazione, il modo migliore per sostenere ancora più fortemente la ricerca universitaria, perché trasformano la partecipazione alla #JTWIA in un’esperienza da condividere fin dal primo passo: quello dell’iscrizione!

(Comunicato R101)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Franco Lazzari riparte con “Serata Radio Fenomeni”

Dal primo marzo alle 22.00 riparte “Serata Radio Fenomeni”.

Ad annunciarlo è Franco Lazzari, ideatore del progetto che ha portato davanti al microfono, negli anni passati, tanti protagonisti delle radio che hanno fatto la storia, ripercorrendo storie e aneddoti degli anni ’70, ’80 e ’90.

Ora, sulla digitale Radio Atlanta Milano, torna in onda con una serata che ripercorre la storia della musica.

Un contenitore diviso in due parti che vedrà nella prima metà “Radio Fenomeni Cover Story” ed a seguire la “Hit Parade Billboard History”.

Ma che cos’è “Radio Fenomeni Cover Story”?

Franco Lazzari lo ha spiegato in un post che riportiamo.

“Radio Fenomeni Cover Story” sta arrivando e qui in breve vi spiego come nasce e perchè.

Quando scopri che un tuo vicino di casa ha la tua stessa passione per la musica ed un sacco di dischi di generi musicali che spaziano dal genere Beat degli anni ’60 al Prog Rock italiano.

Ecco perchè insieme a me ci sarà il mio vicino di casa Marco che imparerete a conoscere trasmissione dopo trasmissione a partire dal 1* marzo quando saremo in onda dalle ore 22 su Radio Atlanta Milano.

Marco. che suona anche qualche strumento come il piano o la chitarra, ora è un caro Amico che con il suo tesoro di discografia mi ha acceso l’idea di un programma come sarà Radio Fenomeni Cover Story.

Io ci metto l’idea del programma e lui ci mette la musica Beat del suo archivio pazzesco fatto da un sacco di musica che merita di essere riproposta proprio da gente come Marco che l’ha vissuta e anche suonata quando da giovane faceva parte di un gruppetto musicale che emulava le band inglesi del tempo.

Proprio così perchè sarà lui che ci racconterà la musica Beat perchè io sarò la sua spalla e avrò modo di saperne sicuramente di più di questo movimento musicale.

Proprio come agli inizi di tutto, liberi di trasmettere musica senza dimostrare niente a nessuno e con il piacere di divertirsi proprio come si faceva nelle prime Radio libere quando ti portavi anche i tuoi dischi da trasmettere.

Qui c’è anche il mio piacere di dare spazio a persone normali che sono al di fuori dal mondo della Radio ma che hanno una cultura musicale che fa invidia!

Radio Fenomeni Cover Story l’ho pensato proprio con questo spirito che ci riporterà ai primi tempi di Radio libera con la musica della Beat Generation anni ’60 che la farà da protagonista tra dischi originali e Cover di artisti italiani.

L’incontro con persone normali che hanno la stessa passione ma che sono al di fuori del mondo Radio, a volte può darti una buona idea per un nuovo progetto radiofonico.

Con l’augurio che piaccia anche a voi, noi ci stiamo preparando per la prima puntata di venerdì 1 marzo ore 22 pronti a portarvi nel fenomeno musicale anni ’60 con il movimento della Beat Generation.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Linus ospite a “Tv Talk”: sui social, la possibilità di ‘intervistarlo’

Linus ospite di Rai3.

Accadrà sabato 2 marzo, quando il direttore di Radio Deejay parteciperà a “Tv Talk”.

“Il suo nome é sinonimo di radio, dove lavora dal 1976, ma ha conosciuto bene anche la tv”, scrivono sui profili del programma.

“Linus sarà nostro ospite sabato alle 15.00 su Rai3 e risponderà anche alle domande dai social”, viene aggiunto in conclusione.

E le domande non si fanno attendere.

Non solo temi inerenti alla radio, ma anche vere e proprie proposte come la seguente: “Ditegli che lo vedo bene come direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo”.

La parola, ora, passa al diretto interessato.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Massimo Alberti riparte su RTL 102.5 a “’70’80’90 all’ora”

“Attenzione spoiler, torno a casa”.

Pubblicava questo sui social, soltanto pochi giorni fa, Massimo Alberti.

Ora il mistero è svelato.

Il dj, noto – tra le altre – anche per la sua collaborazione con Amadeus nelle serate ‘vintage’ dall’Arena di Verona, riprende a collaborare con RTL 102.5.

Lo farà ogni venerdì, dalle 18.00 alle 19.00, con “’70’80’90 all’ora”.

Per sessanta minuti, “la più bella musica da ballare di tutti i tempi”, ovviamente da lui mixata, per aprire ufficialmente il fine settimana.

Questo il promo del nuovo programma.

(Si ringrazia Maurizio Strano per la collaborazione)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Non solo radio: Domenico Zambarelli investe nell’editoria, rilevando un mensile di divulgazione scientifica

L’editore di Giornale Radio rileva un noto mensile dedicato alla divulgazione scientifica cambiandone il nome in quello di una trasmissione della propria emittente: Cosmo 2050.

Giovedì 29 febbraio è arrivata in redazione una notizia decisamente inconsueta: Domenico Zambarelli, noto editore radiofonico e attuale patron di Giornale Radio, investe nell’editoria tradizionale. Attraverso la società LuckyMedia rileva infatti un noto mensile dedicato alla divulgazione astronomica, che cambia nome e diventa “Cosmo 2050″.

Conosciamo da tempo Cosmo 2050: corrisponde a una trasmissione del fine settimana condotta dall’ottimo Francesco Massardo, una delle poche dove si parla di scienza, anzi di una sua particolare branca, in modo gradevole e decisamente engaging.

L’intervista

Incuriositi, abbiamo chiesto a Zambarelli quale sia il motivo di questa scelta controcorrente: questa la sua risposta, fornita in esclusiva a FM-World il giorno prima dell’uscita della rinnovata pubblicazione.

FM-World: Investire nella carta stampata oggi sembra decisamente un’operazione controcorrente. Quali le motivazioni?

Domenico Zambarelli: Le motivazioni sono legate a un interesse personale, quello del mondo dell’astronomia e della scienza. Ho dunque da tempo ideato l’emissione Spazio 2050, successivamente evolutasi in “Destinazione Cosmo 2050“, proprio per Giornale Radio.

Ho conosciuto la testata quando ancora era con il gruppo che edita Forbes, il gruppo BFC Media; ho potuto conoscere la redazione della rivista e ho compreso come esistano importanti opportunità di mercato. L’iniziativa va infatti oltre la testata legata all’economia, in quanto svilupperemo un supplemento relativo alla nascente “Space Economy” e a una serie di progetti congiunti con la radio relativi al settore dell’educazione. Teniamo sempre presente che la space economy sta avendo importanti ricadute anche in Italia. Concludo dicendo dunque che non è un’iniziativa legata alla carta stampata in sé per sé – anche se la rivista è davvero molto bella a livello fotografico e di impaginazione – ma allo sviluppo di un’attività mirata di divulgazione scientifica ed e dei suoi aspetti economici.

Comunicato stampa

Per concludere, riportiamo il comunicato stampa a cura di Giornale Radio.

“COSMO 2050” SI RINNOVA: IN EDICOLA IL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA DI DIVULGAZIONE ASTRONOMICA EDITA DA LUCKYMEDIA

Milano, 29 febbraio 2024 – Uscirà in edicola domani, 1° marzo, il numero 48 del mensile dedicato alla divulgazione astronomica, che cambia nome e diventa “Cosmo 2050”, con un’importante novità: si tratta del primo numero pubblicato dal nuovo editore Domenico Zambarelli attraverso la società LuckyMedia.

Confermati il direttore responsabile della testata Walter Riva, il direttore editoriale Piero Stroppa e tutta la struttura organizzativa.

Il mensile, curato dai massimi esperti del settore, è suddiviso in quattro sezioni principali: la prima contiene le news astronomiche e astronautiche, la seconda articoli di approfondimento, la terza le rubriche dedicate a osservazioni e strumenti e l’ultima le recensioni, gli annunci di eventi e altri servizi di interesse per gli amanti del cielo.

“Cosmo 2050 è il punto di riferimento per il mondo dell’astronomia, dell’innovazione spaziale e della space economy – le parole del neo editore Domenico Zambarelli –. La testata, parallelamente all’omonima trasmissione condotta da Francesco Massardo su Giornale Radio, continuerà la sua brillante opera di divulgazione astronomica accessibile a tutti, prestando particolare attenzione agli aspetti didattici dell’astronomia, con articoli dedicati e proposte di attività pratiche per studenti e docenti. Le attività di educational saranno portate avanti anche con lo sviluppo di un supplemento dedicato alla space economy”.

Il nuovo numero di “Cosmo 2050” sarà accompagnato da una campagna promozionale su Giornale Radio, Radio 24, Radio Sportiva, Italia News 24, Radio News, Radio 70-80 e da uscite stampa su Il Sole 24 ore e Italia Oggi.

“Cosmo 2050”, con una versione più accattivante e ambiziosa, è disponibile in edicola, in formato digitale sul sito e sull’applicazione.

(Marco Hugo Barsotti per FM-World)