ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

RadioRai, tra nuova app, potenziamento del DAB+ e radiovisione

20 dicembre 2017
1204 Visualizzazioni

“È stato fatto un grande passo in avanti che ci permette di guardare al futuro con piglio diverso, è la nostra svolta digitale. Dopo aver dato vita, qualche mese fa, a cinque nuovi canali digitali specializzati ora arriviamo al pubblico con una offerta importante e ben definita per l’intera filiera della catena distributiva”.

Sono le parole di Roberto Sergio, direttore di Rai Radio in occasione della presentazione di RaiPlay Radio, la nuova piattaforma per ascoltare e riascoltare i canali Rai Radio tramite web e app.

Dieci le emittenti presenti: le “tradizionali” Radio1, Radio2 e Radio3, le tematiche Isoradio e GrParlamento, le “native digitali” Radio Tutta Italiana, Radio Classica, Radio Techetè, Radio Live e Radio Kids.

Oltre all’abituale programmazione delle radio, tramite RaiPlay Radio sono disponibili contenuti personalizzati, playlist dei preferiti e interazione diretta con i programmi.

“Tutti i contenuti live e on demand di Radio1, Radio2, Radio3 e dei sette canali specializzati, sulla nuova piattaforma per ascoltare e riascoltare le radio della Rai tramite web e app – ha aggiunto Roberto Sergio – rappresentano il risultato finale dello sforzo fatto da diversi settori del Gruppo. Abbiamo deciso di investire fortemente sulla digitalizzazione della radio e questo sta accadendo con fatti concreti e reali“.

Per digitalizzazione, tuttavia, non si intende solo web e app, ma anche DAB+: “Abbiamo scelto di impegnarci per arrivare a una copertura del 70% della popolazione italiana partendo da quella ‘T’ autostradale immaginaria che va da Torino a Trieste arrivando a Salerno per arrivare poi alla direttrice adriatica, tirrenica e finire con le isole”.

Infine, un commento sulla radiovisione che da qualche mese vede impegnata anche la Rai: “L’ipotesi finale è quella di realizzare la ‘radiovisione’ da portare sui canali del segnale tv del digitale terrestre perché con Radio1, Radio2, Radio3, Isoradio e le proposte specializzate la Rai continua nel solco del Servizio Pubblico. L’impatto e i feed back che abbiamo avuto dopo la nascita di Radio Tuttaitaliana, Radio live, Radio, Radio Techetè, Radio Classica e Radiokids sono assolutamente positivi: siamo attori attivi della nuova era radiofonica”.

LEGGI ANCHE:

– Rassegna Stampa Radiorama Dicembre 2017

– La radiovisione? “Un fenomeno che dovrebbero studiare le Università”

Potrebbero interessarti

Si conclude l’indagine RadioTER 2018: tra qualche settimana, i dati “annuali” e del “secondo semestre”
News
294 visualizzazioni
News
294 visualizzazioni

Si conclude l’indagine RadioTER 2018: tra qualche settimana, i dati “annuali” e del “secondo semestre”

Nicola Franceschini - 16 dicembre 2018

Lunedì 17 dicembre si conclude l'indagine relativa alla quarta tranche trimestrale 2018 dell'indagine RadioTER. Fino al 15 gennaio 2019, le…

“Sanremo Giovani” in radio con Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto
News
235 visualizzazioni
News
235 visualizzazioni

“Sanremo Giovani” in radio con Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto

Nicola Franceschini - 15 dicembre 2018

La Città dei Fiori è pronta per ospitare la settimana dedicata a Sanremo Giovani. La sezione dedicata agli emergenti, quest'anno…

E’ morto Antonio Megalizzi, il giovane reporter radio di Europhonica
News
456 visualizzazioni
News
456 visualizzazioni

E’ morto Antonio Megalizzi, il giovane reporter radio di Europhonica

Nicola Franceschini - 14 dicembre 2018

Antonio Megalizzi non ce l'ha fatta. Il giornalista trentino che si trovava a Strasburgo per il progetto radio Europhonica è…