Cresce la fruizione della ‘visual’ di Rai Radio2 tramite smart tv

“La quota maggiore di ascolto avviene attraverso il pc, ma dall’avvio a oggi è cresciuta molto la quota della visione da tv, a dimostrazione di una scelta di posizionamento sulle piattaforme corretta”.

Il direttore di Rai Radio Roberto Sergio integra così la notizia, pubblicata la settimana scorsa da FM-world, in cui si mostravano i primi risultati della ‘visual’ di Radio2, partita a fine settembre.

“A inizio novembre” – specifica – “la tv era pressoché assente e faceva meno dell’1% di visione. Oggi rappresenta più del 6% del totale. Un dato molto significativo. Il pc resta quindi il primo punto di contatto con la visual radio e probabilmente è il canale migliore per uffici e attività commerciali. Poi, le persone scoprono la tv connessa e il suo utilizzo prosegue in casa come media player”.

Sergio entra anche nel dettaglio degli ascolti nell’arco dei sette giorni: “Relativamente alla distribuzione durante la settimana, il picco di visione è nei giorni feriali, probabile accompagnamento delle attività lavorative in ufficio o in smart working. Questo dato sembra confermare il ruolo tipico di Radio2: un accompagnamento durante la giornata e quindi conforta la nostra scelta di aver portato in visual proprio questo canale”.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it