Fioriscono in Francia le radio all-news. Anche in inglese, come nell’Italia degli anni ’70

Continua la nascita di nuove emittenti “All News” sul DAB francese. Dopo Radio Figaro abbiamo scoperto recentemente Radio BFM, Radio RE News e perfino un’emittente in inglese prodotta a Parigi, WRP News.  In Italia esistevano iniziative simili negli anni ’70: un’opportunità di mercato da cogliere al volo?

Un format lineare

C’e un format radiofonico che non teme la concorrenza degli algoritmi alla Spotify o degli imperanti  podcast: quello delle notizie sempre aggiornate, un tipo di programmazione che potremmo forse definire intrinsecamente lineare. In Francia, dopo un avvio del DAB ritardato perfino rispetto all’Italia e popolato inizialmente di emittenti improbabili sembra che questo tipo di contenuto sia in fase di grande espansione.

Abbiamo parlato di Radio Figaro (che nella seconda settimana di Maggio ha perfino acceso una frequenza FM), ma recentemente ha fatto la sua comparsa BFMRADIO, che riproduce l’audio del canale televisivo corrispondente (con tanto di “come vedete nelle immagini“) e le interessantissime RE News e WRP News.

Il caso di BFMRADIO è di particolare interesse: per fare un paragone nostrano è come se SkyTG24 accendesse un proprio canale radiofonico, “Radio SkyTG24“. O se la Rai lanciasse Radio RaiNews24.

Re News e WRP News

RE News – o Replay News – utilizza un originale format “news ogni 5 minuti“. Un clock che si ripete 12 volte ogni ora, composto da un notiziario di circa 3 minuti seguito da traffico, meteo e/o rubriche varie. Emissione per la Costa Azzurra da Montecarlo, 10 kW ERP.

WRP News è ancora più interessante in quanto prodotta in inglese, con target le due aree più internazionali di Francia: Parigi e la Costa Azzurra (dove utilizza un MUX nazionale da 3kW).

Chi volesse ascoltarle può trovare tutte le emittenti nell’aggregatore FM-World.

E in Italia?

La nascita di tante emittenti nella Francia odierna è frutto di un’opportunità di mercato: con il rinnovo del parco auto gli ascoltatori potenziali iniziano a concretizzarsi, mentre il costo di uno slot a 88 Kbps su un mux DAB resta trascurabile. Perché dunque in Italia poche realtà si affiancano a GiornaleRadio e a Veneto24 (e alle storiche – ma non strettamente all news –  Radio 24 e Rai Radio1)?


Eppure all’alba delle radio private italiane, negli anni ’70, non mancavano simili iniziative anche nel nostro paese.  Cercando nell’archivio storico di Newslinet e limitandoci a Milano abbiamo trovato le due radio create da Luzzatto Fegiz, Radio Derby e Radio Città 2, senza dimenticare Radio IRRS-Globe Radio Milan, che diffondeva totalmente in lingua inglese.

International Milan Radio

Ai tempi la scelta di emettere in inglese era così spiegata: “Milano è la città cosmopolita del Nord Italia. Le sue mostre specializzate settimanali presso la Fiera locale attirano ogni anno molti visitatori stranieri. Qui vivono un numero piuttosto elevato di residenti stranieri di lingua inglese (oltre 20.000) così come molti italiani che parlano questa lingua in modo fluente.”

Ma la Milano degli anni ’70 era un paesone di provincia se paragonata alla Milano del dopo Expo: dal 2003 al 2023 il numero di stranieri è triplicato, e in ogni caso un semplice viaggio in metropolitana è oggi sufficiente per rendersi conto del pubblico potenziale di un’emittente anche solo in inglese dedicata all’attualità delle metropoli.

Ma chissà, l’auspicio di Costantino da Tos di Veneto24 potrebbe anche essere già in fase di gestazione senza che la nostra redazione ne sia al corrente. Per cui, come usa fare Bloomberg, diremo: News tips? I’m on Signal at +33603283535 (M.H.B. per FM-World)

 

 

Giornale Radio, media sponsor ufficiale agli Italian Golf Awards 2024

Golf e radio in un progetto che si tiene in Franciacorta. I dettagli nel comunicato.

Giornale Radio è media sponsor ufficiale agli Italian Golf Award, in programma il 12 marzo presso la splendida cornice di Franciacorta.

Gli Oscar del golf, ideati e organizzati da Golfitaliano.it e patrocinati da Federazione Italiana Golf e PGAI, celebrano il successo di professionisti e appassionati che lavorano instancabilmente per la crescita e lo sviluppo di questo sport in Italia.

I premi, divisi in sedici categorie, saranno consegnati per il terzo anno consecutivo durante l’Italian Golf Day, previsto il 12 marzo al Golf Franciacorta.

Giornale Radio sarà parte integrante di questa celebrazione dell’eccellenza sportiva, contribuendo a diffondere la passione e l’entusiasmo che caratterizzano il mondo del golf italiano.

La radio libera di informare sarà al centro dell’attenzione con la presenza dei roll-up distintivi, mentre le voci e la musica delle nostre trasmissioni impreziosiranno ogni momento di questa straordinaria cerimonia di premiazione.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Un 8 marzo tutto al femminile su Giornale Radio

La Giornata internazionale della Donna sarà celebrata con una programmazione speciale su Giornale Radio. I dettagli nel comunicato.

L’8 marzo, Giornale Radio sarà completamente rosa.

Per la Giornata internazionale della Donna, la radio libera di informare rende omaggio al mondo femminile con una programmazione dedicata e davvero speciale: nell’arco dell’intera giornata, in tutte le trasmissioni del palinsesto, saranno presenti esclusivamente ospiti donne.

In ogni programma verranno affrontati temi differenti: si parlerà di attualità, di politica, di società, di economia, di cultura, di arte, di musica, di desideri e di futuro, ma sempre con l’obiettivo di esaltare la forza e la determinazione delle donne e le sfide che ogni giorno il mondo femminile deve affrontare.

Nello stesso giorno, tutta la programmazione musicale di Giornale Radio sarà a tema: le più grandi voci di sempre faranno da cornice a un palinsesto d’eccezione.

Non solo: Giornale Radio aprirà i microfoni anche alla sua grande community rosa, per celebrare in grande stile la Giornata internazionale dell’8 marzo.

“L’8 marzo 2024 arriva dopo i numerosi casi di femminicidi che ci hanno profondamente indignato, come l’uccisione di Giulia Cecchettin. Ma la celebrazione della Festa internazionale per i diritti delle donne giunge anche nei mesi in cui le donne affermano il loro valore in ogni campo professionale – le parole del direttore editoriale Daniele Biacchessi –. La strada è ancora lunga. Per questo non dobbiamo dimenticare e denunciare ogni abuso, vessazione, ma abbiamo anche il dovere di raccontare i tanti esempi di eccellenze femminili che contribuiscono a rendere migliore il nostro Paese”.

“Al di fuori di ogni retorica, a sostegno della meritocrazia che tutti noi cittadini dobbiamo esigere da un Paese come l’Italia, è giusto dare sempre voce a chi ha qualcosa da dire, soprattutto se avverte una qualsiasi forma di esclusione sociale – ha aggiunto il vicedirettore editoriale Manuela Donghi –. Questo obiettivo è nel DNA di Giornale Radio, e lo sarà sempre di più”.

Giornale Radio nasce come progetto multipiattaforma ed è disponibile in FM, DAB+, live streaming, su App, aggregatori, su canali social, attraverso gli smart speaker, su SAMSUNG TV PLUS, canale 4310 e nel bouquet di SKY al canale 756, SAT HOT BIRD 13° EST, canale 1625. I podcast sono fruibili on demand sul sito, App e aggregatori.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Non solo radio: Domenico Zambarelli investe nell’editoria, rilevando un mensile di divulgazione scientifica

L’editore di Giornale Radio rileva un noto mensile dedicato alla divulgazione scientifica cambiandone il nome in quello di una trasmissione della propria emittente: Cosmo 2050.

Giovedì 29 febbraio è arrivata in redazione una notizia decisamente inconsueta: Domenico Zambarelli, noto editore radiofonico e attuale patron di Giornale Radio, investe nell’editoria tradizionale. Attraverso la società LuckyMedia rileva infatti un noto mensile dedicato alla divulgazione astronomica, che cambia nome e diventa “Cosmo 2050″.

Conosciamo da tempo Cosmo 2050: corrisponde a una trasmissione del fine settimana condotta dall’ottimo Francesco Massardo, una delle poche dove si parla di scienza, anzi di una sua particolare branca, in modo gradevole e decisamente engaging.

L’intervista

Incuriositi, abbiamo chiesto a Zambarelli quale sia il motivo di questa scelta controcorrente: questa la sua risposta, fornita in esclusiva a FM-World il giorno prima dell’uscita della rinnovata pubblicazione.

FM-World: Investire nella carta stampata oggi sembra decisamente un’operazione controcorrente. Quali le motivazioni?

Domenico Zambarelli: Le motivazioni sono legate a un interesse personale, quello del mondo dell’astronomia e della scienza. Ho dunque da tempo ideato l’emissione Spazio 2050, successivamente evolutasi in “Destinazione Cosmo 2050“, proprio per Giornale Radio.

Ho conosciuto la testata quando ancora era con il gruppo che edita Forbes, il gruppo BFC Media; ho potuto conoscere la redazione della rivista e ho compreso come esistano importanti opportunità di mercato. L’iniziativa va infatti oltre la testata legata all’economia, in quanto svilupperemo un supplemento relativo alla nascente “Space Economy” e a una serie di progetti congiunti con la radio relativi al settore dell’educazione. Teniamo sempre presente che la space economy sta avendo importanti ricadute anche in Italia. Concludo dicendo dunque che non è un’iniziativa legata alla carta stampata in sé per sé – anche se la rivista è davvero molto bella a livello fotografico e di impaginazione – ma allo sviluppo di un’attività mirata di divulgazione scientifica ed e dei suoi aspetti economici.

Comunicato stampa

Per concludere, riportiamo il comunicato stampa a cura di Giornale Radio.

“COSMO 2050” SI RINNOVA: IN EDICOLA IL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA DI DIVULGAZIONE ASTRONOMICA EDITA DA LUCKYMEDIA

Milano, 29 febbraio 2024 – Uscirà in edicola domani, 1° marzo, il numero 48 del mensile dedicato alla divulgazione astronomica, che cambia nome e diventa “Cosmo 2050”, con un’importante novità: si tratta del primo numero pubblicato dal nuovo editore Domenico Zambarelli attraverso la società LuckyMedia.

Confermati il direttore responsabile della testata Walter Riva, il direttore editoriale Piero Stroppa e tutta la struttura organizzativa.

Il mensile, curato dai massimi esperti del settore, è suddiviso in quattro sezioni principali: la prima contiene le news astronomiche e astronautiche, la seconda articoli di approfondimento, la terza le rubriche dedicate a osservazioni e strumenti e l’ultima le recensioni, gli annunci di eventi e altri servizi di interesse per gli amanti del cielo.

“Cosmo 2050 è il punto di riferimento per il mondo dell’astronomia, dell’innovazione spaziale e della space economy – le parole del neo editore Domenico Zambarelli –. La testata, parallelamente all’omonima trasmissione condotta da Francesco Massardo su Giornale Radio, continuerà la sua brillante opera di divulgazione astronomica accessibile a tutti, prestando particolare attenzione agli aspetti didattici dell’astronomia, con articoli dedicati e proposte di attività pratiche per studenti e docenti. Le attività di educational saranno portate avanti anche con lo sviluppo di un supplemento dedicato alla space economy”.

Il nuovo numero di “Cosmo 2050” sarà accompagnato da una campagna promozionale su Giornale Radio, Radio 24, Radio Sportiva, Italia News 24, Radio News, Radio 70-80 e da uscite stampa su Il Sole 24 ore e Italia Oggi.

“Cosmo 2050”, con una versione più accattivante e ambiziosa, è disponibile in edicola, in formato digitale sul sito e sull’applicazione.

(Marco Hugo Barsotti per FM-World)

Giornale Radio celebra la Giornata delle Donne nella Scienza con Ersilia Vaudo

Giornale Radio celebra la Settimana delle STEM e la Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza. I dettagli nel comunicato.

Giornale Radio, la radio libera di informare, con orgoglio e impegno verso la promozione della diversità e dell’innovazione, celebra la settimana delle STEM e la Giornata Internazionale delle Donne e Ragazze nella Scienza offrendo approfondimenti significativi su questi importanti temi.

Sabato 10 febbraio, nel programma “Conti in Tasca”, condotto dal vicedirettore editoriale Manuela Donghi, sono stati presentati approfondimenti dettagliati sulla settimana dedicata alle materie STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), in programma dal 4 all’11 febbraio. Un’iniziativa che si pone l’obiettivo di avvicinare i giovani alla scienza per incuriosirli e formare una nuova generazione di professionisti capaci di innovare.

Riflettori accesi anche sulla Giornata Internazionale delle Donne e Ragazze nella Scienza, in programma domenica 11 febbraio, un’occasione per aumentare la consapevolezza e sensibilizzare l’opinione pubblica verso le disparità di genere nel campo e il libero accesso di donne e ragazze alla ricerca.

Due importanti iniziative trattate anche nel programma “Spazio 2050”, condotto da Francesco Massardo, arricchito dalla partecipazione straordinaria di Ersilia Vaudo, Chief Diversity Officer dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Giornale Radio è fermamente impegnata a sostenere la settimana delle STEM e la Giornata Internazionale delle Donne e Ragazze nella Scienza, sottolineando l’importanza di garantire pari opportunità e riconoscimento nel campo delle scienze. Le puntate di “Conti in Tasca” e “Spazio 2050” sono esempi tangibili di come l’emittente offra una piattaforma per stimolare il libero dibattito e la consapevolezza su queste tematiche cruciali.

L’attenzione dedicata a questi eventi riflette l’impegno della radio a promuovere una società inclusiva, dove tutte le voci e talenti, indipendentemente dal genere, trovano spazio e riconoscimento.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Giornale Radio a Sanremo nella “Giuria delle radio”

Il Festival di Sanremo coinvolge anche Giornale Radio, che farà parte della “Giuria delle radio”. I dettagli nel comunicato.

Giornale Radio, la radio libera di informare, è stata selezionata tra le emittenti radiofoniche italiane che faranno parte della “Giuria delle radio” per la 74esima edizione del Festival di Sanremo.

Giornale Radio rappresenterà i suoi ascoltatori come emittente emergente del territorio e sarà presente a Sanremo nella prima e seconda serata del Festival con Giuliano Guida Bardi, giornalista, speaker e cultore musicale, che avrà il compito di valutare le esibizioni sul palco del Teatro Ariston.

La “Giuria delle radio”, formata da emittenti radiofoniche individuate attraverso criteri di massima rappresentanza del territorio italiano, è stata istituita per la nuova edizione del festival canoro più seguito d’Italia e affiancherà le altre tre giurie che determineranno le classifiche della kermesse (Televoto, Giuria della Sala Stampa, Tv e Web).

Giornale Radio garantirà un’ampia copertura all’interno di tutta la propria programmazione durante la settimana del Festival, con collegamenti in diretta da Sanremo a partire dalle ore 6.00 e servizi speciali realizzati dagli inviati.

Giornale Radio nasce come progetto multipiattaforma ed è disponibile in FM, DAB+, live streaming, su App, aggregatori, su canali social, attraverso gli smart speaker, su SAMSUNG TV PLUS, canale 4310 e nel bouquet di SKY al canale 756, SAT HOT BIRD 13° EST, canale 1625. I podcast sono fruibili on demand sul sito, App e aggregatori.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]