Antonio Visca coordina la produzione di “One Podcast” del gruppo Gedi

A cura di Mauro Roffi

Il forte investimento nei podcast del gruppo Gedi (‘Repubblica’, ‘La Stampa’, quotidiani locali, Radio Deejay, Radio Capital, m2o ecc.) si è concretizzato nei mesi scorsi soprattutto con la creazione di una struttura apposita, One Podcast, nella quale convergono non solo la versione on demand dei programmi radiofonici delle emittenti citate ma anche diversi altri contenuti, da quelli musicali alla produzione originale, sempre più ricca e ‘intrigante’. La sigla One Podcast, infatti, identifica anche una casa di produzione e assieme un’app per ascoltare i prodotti audio di cui sopra.

Una novità recente non molto conosciuta è poi che ad assumere un ruolo significativo in tutta questa operazione è ora Antonio Visca, nome molto noto nell’ambiente televisivo ma anche in quello radiofonico e giornalistico. Visca, infatti, è reduce da alcuni anni all’importante direzione di Sky Atlantic, data la sua grande esperienza in tema di serie Tv nazionali e internazionali, dopo aver lavorato in precedenza a Italia 1 appunto per gli acquisti di serie nel mondo e aver diretto anche il compianto Telefilm Festival di Milano.

E non è finita qui: vero appassionato di Radio, Visca negli anni ha anche condotto vari programmi su Radio Deejay, ha creato nella natia Alessandria Radio Alex e – nota che mi riguarda da vicino – è stato anche per alcuni anni un bravissimo redattore di ‘Millecanali’ in tema proprio di radiofonia.
Un’esperienza così ricca e una professionalità così poliedrica non potevano forse sfuggire al gruppo Gedi quando è stata presa la decisione di muoversi con convinzione sul tema dei podcast. Ed ecco che da qualche mese Visca lavora a One Podcast con un ruolo importante.

Ne scrive con attenzione Andrea Federica de Cesco sul sito/newsletter a tema audio e podcast andreadecesco.subtrack.com

«Da una parte coordino tutti i contenuti podcast del gruppo Gedi – ha dichiarato Visca ad Andrea Federica – . Dall’altra sono responsabile della linea editoriale e della realizzazione dei podcast di intrattenimento, quelli che partono dalle Radio. Sul versante giornalistico la competenza è (invece) dei singoli giornali».

Ma – di nuovo – mica è finita qui: «Il nostro obiettivo è costruire la migliore offerta di podcast di intrattenimento sul mercato, unendo i talent e gli autori delle nostre Radio, le idee e i personaggi più interessanti anche al di fuori delle Radio e gli adattamenti italiani del meglio di iHeartMedia (il più grande produttore di podcast al mondo; N.d.R)».

In attesa che il settore dei podcast possa trovare anche un suo ‘convincente’ modello di business (qui la situazione è ancora fluida), le premesse e le promesse per il futuro sono davvero interessanti. «A regime lanceremo un nuovo podcast alla settimana» – assicura Visca.

Quanto agli studi di produzione, vengono usati a rotazione i 30 delle tre Radio del gruppo Gedi, tra Roma e Milano, e in più ne sono stati creati due appositi di post-produzione e uno di ripresa, nella sede di via Massena a Milano. Stessa linea (redattori e autori già in forze e qualche innesto specifico) per il personale.

È in questo quadro nuovo che va inserita la diffusione del podcast (legato a Radio Deejay) di Edmondo Conti sulla ‘grande Tv’ degli anni ’80 e seguenti di cui si è occupato nei giorni scorsi Carmelo Aurite proprio su FM-world.

Ma, per concludere chiudendo il cerchio, fra i podcast disponibili c’è anche la serie in 10 puntate dello stesso Antonio Visca (anche se, per la verità, risalgono a qualche tempo fa), che non potevano che essere dedicate alle serie Tv. Si tratta di ‘Le dieci degli anni ‘10’, ovvero, anno per anno, ‘le migliori serie Tv del decennio da poco trascorso’.

La prima non poteva forse che essere su ‘Game of Thrones’, mentre le altre sono imperniate su ‘Stranger Things’, ‘House of Cards’, ‘The Walking Dead’, ‘True detective’, ‘La Casa di Carta’, ‘Gomorra’, ‘Narcos’, la bellissima ‘Chernobyl’ e ‘Black Mirror’.

Mauro Roffi

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it