Nuovo programmatore musicale a Radio Number One: arriva Stefano Dargenio

“Radio Number One è felice di accogliere all’interno del proprio team Stefano Dargenio, che dal mese di maggio si occuperà della programmazione musicale”.

Lo rende noto la superstation lombarda.

“Stefano, innamorato della radio da sempre” – si legge nella nota“ha trasformato la sua più grande passione in lavoro dopo tanta gavetta e formazione”.

In passato ha lavorato – tra le altre – per RMC Sport e Radio Nerazzurra.

“Benvenuto Stefano e buon lavoro!” è l’augurio che il Gruppo Radio Number One porge al nuovo arrivato.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Radio Number One rinnova parte del palinsesto

Con l’inizio del mese di aprile, Radio Number One presenta alcune variazioni di palinsesto.

I cambiamenti sono concentrati soprattutto nel fine settimana, con “Il girasole” insieme a Vittoria Marletta ora in onda dalle 10.00 alle 13.00, il passaggio di Alvise Salerno dal mattino al pomeriggio in “Weekend N1” dalle 14.00 alle 17.00, a cui segue Miky Boselli nelle tre ore successive.

E poi, l’estensione di “Degiornalist” con Fabiana Paolini e Claudio Chiari dalle 10.00 alle 13.00 al lunedì al venerdì.

Questo ed altro nel palinsesto che riportiamo a seguire.

LUN-VEN
06.00 Gli scombriccolati del mattino con Laura Basile, Sergio Sironi e Patrizio Romano
07.00 La Combriccola con Laura Basile, Sergio Sironi e Patrizio Romano
10.00 Degiornalist con Fabiana Paolini e Claudio Chiari
13.00 One Match con Giangiacomo Secchi e Agnese Spinelli (ed il venerdì con un terzo conduttore a rotazione)
14.00 Filippo Marcianò
16.00 Donne al volante con Liliana “Lilly” Russo e Katia De Rossi
19.00 Happy Hour con Lukino
21.00 Non stop music

SABATO
07.00 Gli scombriccolati del weekend con Laura Basile, Sergio Sironi e Patrizio Romano
10.00 Il girasole con Vittoria Marletta
13.00 Menews – Una settimana di notizie con Andrea Ferrari, Liliana “Lilly” Russo e Katia De Rossi
14.00 Weekend N1 con Alvise Salerno
17.00 Play One con Miky Boselli
20.00 Non stop music

DOMENICA
07.00 Weekend N1 con Giangiacomo Secchi
10.00 Il girasole con Vittoria Marletta
13.00 Menews – Una settimana di notizie con Andrea Ferrari, Liliana “Lilly” Russo e Katia De Rossi
14.00 Weekend N1 con Alvise Salerno
17.00 Weekend N1 con Miky Boselli
20.00 Non stop music

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Stefano Carboni

Tra novità e conferme: Stefano Carboni, neo-direttore artistico di Number One, si racconta a FM-world

Stefano Carboni è il nuovo Direttore Artistico di Radio Number One, la superstation del nord Italia nota per la gloriosa storia, il robusto segnale e gli importanti conduttori che hanno avuto occasione di lavorarci. A Sanremo siamo stati ospiti di Stefano nel vasto “Truck” posteggiato ai piedi del Casinò.

Stefano CarboniStefano Carboni

Ma cominciamo dall’auto-presentazione di Carboni, presa direttamente al suo profilo:

Prima di tutto per me c’è la musica. È il mio battito costante. La colonna sonora che mi accompagna ovunque. Poi c’è la radio, che è uno dei modi in cui melodie e parole raggiungono le persone, il mondo là fuori. E infine la tecnologia che rende concretamente possibile il rapporto tra noi e la musica, in ogni angolo del globo. Tre grandi passioni che mi seguono da sempre e che sono diventate il mio lavoro. Insomma sono un “ragazzo fortunato perché mi hanno regalato un sogno”. E il sogno è il lavoro che ho fatto e che continuo a fare. Con passione, con determinatezza, con amore.

L’intervista

Marco Hugo Barsotti: Siamo nel track di Radio Number One, che è veramente impressive per dirla all’inglese. Cosa ci dici di questa presenza cosi importante?

SC: La mia esperienza con Radio Number One è cominciata a novembre. Ovviamente questa è una radio che ha un enorme potenziale che aveva cominciato a tirare fuori Angelo De Robertis. Ora ho cominciato a lavorarci io e in effetti mi rendo conto del potenziale enorme della radio, quindi sto cercando in qualche maniera di lavorare sulla stessa strada e questo è un inizio.

MHB: E in effetti forse devo cominciare con un’altra domanda, ma la faccio ora. Presentati per chi non ti conosce: Due parole su come sei arrivato a Number One.

SC: Ok, mi chiamo Stefano Carboni, lavoro in radio da quando ho 16 anni …e ora ne ho 60, i conti li lascio fare a voi. Ho cominciato nelle radio locali, anche perché le radio nazionali ai miei tempi non c’erano. Ho esperienze multiple, ti faccio un elenco, così come facciamo  prima. Ho iniziato in una radio locale Sarda, perché io sono di origine Sarda poi sono arrivato a Milano, esattamente a Radio Milano International che era una radio locale di Milano (!!! N.d.R.). Parallelamente per il fatto che non c’erano radio nazionali ho lavorato per un po’ in Rai, quando la Rai aveva splittato i segnali da onde medie ad FM.

MHB: Stereo Rai, il primo giorno di primavera!

SC: Esatto. Rai aveva creato questo contenitore, StereoRai, canale musicale nel contenitore di RaiStereoDue. Poi, dopo la mia esperienza di Radio Milano International, sono approdato a Radio 105 dove sono stato per 8 anni con un’esperienza oltre oceano a New York per un paio d’anni. Dopodiché sono tornato e sono passato da Radio 105 a Radio Monte Carlo dove sono rimasto fino al 2017. Ho anche partecipato alla creazione del prodotto Virgin Radio e poi per un periodo ho avuto una piccola parentesi dove non sono stato più in scena (problemi personali che ho risolto per fortuna) e adesso sono qui, a Number One.

La Playlist

MHB: Parliamo della musica di Number One; è una sensazione forse, non so se corretta o no, ma la sensazione è che il mix musicale sia un po’ cambiato rispetto al passato. E che la musica abbia un tono un po’ meno locale, mi viene da dire. 

SC: L’intenzione non è di trasformare il DNA della radio, ma magari di farla diventare una rhythm crossover. Vuol dire che c’è una percentuale di catalogo e una certa percentuale di musica di playlist del momento. È sicuramente una radio spostata sui ricorrenti, se vogliamo parlare in termini tecnici, e lavorando da tanti anni nella radio io sono molto avvezzo alla schedulazione, alla classificazione della musica e al criterio di selezione.

Vengo da una radio dove il criterio di selezione è stato sempre vincente per Radio Monte Carlo, ovviamente sono due radio che non hanno niente a che vedere l’una con l’altra, ma i professionisti normalmente riescono a spostarsi su altri format, quindi il criterio è lo stesso. Non è un lavoro ancora terminato, è un lavoro in evoluzione.

La “Giuria delle Radio”

MHB: Torniamo per un secondo a Sanremo, tu fai parte della giuria delle radio, è una buona iniziativa …ma porta valore a chi? Alle radio o al festival …o al pubblico?

SC: Bella domanda; è la prima volta che partecipo come giurato per conto terzi, perché in genere ognuno è a casa propria, fa quello che deve fare e vota. Ad esempio anni fa, nel 2005, ero stato invitato da Bonolis a stare sul palco come esperto di radio, come addetto ai lavori, e quella l’ho trovata un’esperienza quasi traumatica, perché stare sul palco tutto il tempo di un festival è veramente traumatico.

Una cattiveria?

SC: La giuria delle radio…. Forse è una scusa per tenersi buone le radio…  è una cattiveria forse, ma non ne vedo un valore aggiunto.

Forse si desidera coinvolgere le radio che svolgono il lavoro pesante del dopo festival, cioè quelle che poi programmeranno le canzoni; si potrebbe pensare a qualcosa di più inglobante.

DAB

MHB: Dopo “la radio” e la musica tra le tue passioni viene la tecnologia. Ora, sul sito di Number One non c’è scritto che siete in DAB: è una dimenticanza o è una scelta?

SC: No, non è una dimenticanza, credo che sia in parte voluto: c’è da dire che il nostro editore è molto attento sulla parte alta frequenza e anche più competente di me quindi quello sicuramente è una scelta.

MHB: Number One in FM ha sempre avuto una qualità sonora eccellente. Ma in DAB (a parte RTL 102.5 e per alcuni canali la RAI) direi che anche le radio nazionali usano bit rate troppo bassi…

SC: La mia sensazione è che tanti non ci credono fino in fondo: il fatto è che il DAB è ancora molto difficile da fruire muovendosi in macchina perché come ben sai la radio digitale o si sente o non si sente. Una volta, con l’analogico, anche se sentiva male si sentiva, ma con il digitale si va al muto: questo secondo me è un deterrente per un ascoltatore e probabilmente per un editore che è anche ascoltatore della propria radio.

 

Una radio del nord

MHB: La vostra radio è potentissima nella sua zona core, Lombardia, Veneto, Liguria, Piemonte con impianti eccezionali e un segnale molto gradevole. Ma col digitale contano più i contenuti che non l’impianto. Da questo punto di vista state pensando di parlare a tutta l’Italia o anche a tutto il mondo, o siete ancora orientati a guardare alla zona dove avete le radici storiche?

SC: In questo momento penso che questa debba essere una realtà del nord Italia e per il momento si parla del e al nord Italia. E vorremmo farlo bene: avere un buon prodotto che possa comunque soddisfare il nostro ascoltatore medio e comunque soddisfare al meglio tutte le province che copriamo da sempre.

Un’attenzione particolare alla programmazione

MHB: Ultima domanda, quello che ascoltiamo oggi in onda è definitivo, è già un punto fermo o c’è ancora lavoro, magari molte cose che pensi di cambiare, modificare, migliorare?

SC: Beh… Innanzitutto ho appena cominciato, sono tre mesi e non si può ribaltare una radio cosi in fretta. Ma poi, come dicevo, io non sono per i ribaltoni, sono per continuare le cose buone state fatte dalle gestioni precedenti. Essendo stato per molti anni un programmatore musicale, sono molto attento appunto alla programmazione musicale, al clock, alle sequenze delle categorie, tutto quello che fondamentalmente fa, crea una radio e fa diventare un flusso piacevole all’ascoltatore.

Sono molto attento su questo che secondo me è la base su cui mettere sopra dei programmi interessanti.

(M.H.B da Sanremo per FM-World)

Radio Number One a Sanremo dal truck in Corso Imperatrice

Radio Number One torna a Sanremo.

La superstation sarà presente anche quest’anno dal truck in Corso Imperatrice (di fronte al Casinò) nei giorni del Festival.

Collegamenti per buona parte della giornata, dalle 11.00 alle 17.30, per vivere i protagonisti della manifestazione.

Inoltre, tanti aggiornamenti dalle pagine social dell’emittente, che saranno parte integrante del progetto.

Nel dettaglio, nella Città dei Fiori per Radio Number One ci sarà un ospite d’eccezione, Stefano Fisico, giornalista e conduttore radio-tv che in quella settimana si occuperà delle interviste ad artisti e ospiti.

Sarà presente il conduttore della radio Alvise Salerno, che con la sua spontaneità ed energia intratterrà il pubblico, mentre a gestire e coordinare la parte web e social dalla redazione arriveranno Andrea Ferrari e Alessandra Valtolina.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Miky Boselli debutta su One Dance

Novità nel palinsesto di One Dance.

Arriva sull’emittente, legata al gruppo di Radio Number One, Miky Boselli.

Il dj e conduttore è in onda ogni pomeriggio dalle 14.00 alle 16.00 in “One More Time”.

Miky Boselli è tuttora presente anche su Number One ogni sabato sera dalle 20.00 alle 23.00, nella chart “Play One”.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Radio Number One presenta il nuovo palinsesto per il 2024

Anno nuovo, palinsesto nuovo.

Radio Number One presenta i cambiamenti che la caratterizzeranno nel 2024.

Dal lunedì al venerdì, la giornata prenderà il via con la “Combriccola” che vede il ritorno di Laura Basile insieme a Sergio Sironi e Patrizio Romano. Si parte alle 7.00, con una anticipazione nell’ora antecedente.

Dalle 10.00 alle 12.00 arriva “Degiornalist” con Fabiana, Claudio e Denny.

Novità nella fascia meridiana, con il nuovo “One Match” da mezzogiorno alle due, insieme a Giangiacomo ed Agnese.

Dalle 14.00 alle 16.00 arriva “PN1” con Filippo Marcianò, mentre Lilly e Katia si confermano le “Donne al volante” fino alle 19.00, per poi concludere la giornata con l’“Happy Hour” a cura di Lukino.

Nel weekend, dopo due ore iniziali con il best degli “Scombriccolanti”, è confermato Alvise Salerno dalle 9.00 alle 12.00 con “Spazio Bianco”.

A seguire, “Menews” con le migliori notizie della settimana, in compagnia di Andrea Ferrari, Lilly e Katia.

Dalle 14.00 alle 17.00 è la volta di Vittoria Marletta ed il suo “Girasole”, mentre dalle 17.00 alle 20.00 Filippo Marcianò proporrà “Weekend N1”.

Infine, la serata – dalle 20.00 alle 23.00 – è con i brani più trasmessi della settimana grazie al dj Stefano Federici e la chart “Play One”.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]