Graduatorie TV: la ‘fortunata area adriatica’

A cura di Mauro Roffi

In mezzo a diverse zone e regioni d’Italia ‘problematiche’, dove il passaggio alla nuova fase della Tv digitale con l’imminente switch-off delle emittenti locali rischia di provocare parecchie chiusure o serissime difficoltà alle Televisioni del territorio, c’è una parte del nostro Paese che si può considerare più ‘fortunata’, in cui le cose non sono così complicate e difficili. Si tratta delle regioni del Centro Italia dell’area adriatica, ovvero Marche e Abruzzo-Molise.

Cominciamo da queste ultime due regioni, che fanno parte di un’unica area tecnica, dove la seduta pubblica dei giorni scorsi ha avuto un esito abbastanza favorevole per le Tv locali: solo 11 le emittenti che non proseguiranno le trasmissioni (salvo ‘ripescaggi’ abbastanza improbabili), mentre ben 43 accederanno alle trattative per la diffusione da parte delle reti di trasmissione previste, in vista dell’assegnazione degli Lcn. Non basta: le 11 Tv escluse hanno tutte rinunciato spontaneamente a proseguire l’attività in Dtt nelle nuove condizioni proposte, evidentemente non considerate favorevoli.

Tutto bene allora? Non del tutto, perché la lista delle Tv ‘rinunciatarie’ si apre con un nome di prima grandezza nel campo radiofonico abruzzese, che aveva da qualche tempo avviato la sua esperienza anche in Tv: parlo di Radio Delta 1 Tv, che dunque non dovrebbe più operare sul video in futuro, anche se non è poi detta l’ultima parola, visto che fra le Tv ‘ammesse’ ci sono diverse ‘seconde’ o ‘terze reti’ di emittenti note che non è detto che andranno tutte avanti in futuro.

Si vedrà ma almeno per ora Radio Delta 1 Tv preferisce uscire di scena, anche se in compagnia di altre 10 antenne, per la verità non esattamente ‘protagoniste’ in Abruzzo e Molise: si tratta intanto di TeleCampione, della laziale Itr Radio Televisione, di Rete 82 Plus e della marchigiana Rtm. Ci sono poi Tlt Molise 2, 3, 4 e 6 (Tlt Molise 1 ha ottenuto invece un buon punteggio e proseguirà l’attività) e i due marchi che (a riprova di quel che dicevamo prima) il gruppo Rete 8 ha preferito ‘abbandonare’: Rete 8 News 24 e Telemare.

Sulla rete di 1° livello sui canali 29 e 32 dovrebbero invece trasmettere Rete 8, Telemolise, Laqtv, Tv Sei, TeleMax, Infomedianews, Super J, Teleregione, Telemolise Due, Canale Italia 83 Extra, Rete 8 Sport, Tlt Molise 1 (vedi prima), Antenna 10, Telesirio Plus, Canale 16, la ‘radiofonica’ Radio Parsifal Tv, Vera Abruzzo, R115 e anche la comunitaria Erretiesse Tv.

Per tutte le altre ci sono le reti di 2° livello sui canali 22, 31 e 45, che permetteranno di proseguire la diffusione delle trasmissioni. In questo bel gruppo di emittenti non posso non citare quelle più legate al mondo radiofonico: Tele Radio Buon Consiglio, Happy, Radio California Tv e Radio Luna.

Nelle Marche invece si è verificato un vero piccolo ‘miracolo’, nel senso che – incredibile ma vero – tutte le 31 Televisioni locali giudicate ‘idonee’ hanno avuto la possibilità di trovare spazio sulle reti di trasmissione previste (una di 1° livello sul canale 42 e una di 2° livello sul canale 32). È una situazione invidiabile per molte altre regioni e poco ripetibile ma qui è accaduta.

Chi opererà dunque sulla rete di 1° livello? Tv Centro Marche, per iniziare, poi Vera Tv, È Tv Marche, Tvrs, Info 2000 (ma anche Tele 2000), Rossini Tv, Fano Tv, 7 Gold Marche, Canale Italia 83 Extra, Canale 15, Rtm, una Primanews Marche tutta da scoprire, Fm Tv, Canale Italia 84 Extra, Odeon 24, l’ancora ‘misteriosa’ TeleMarche e 82 Plus.

Tutte le altre sono sulla rete di 2° livello e fra queste ci sono tutte le ‘Radio Televisioni’: Radio Linea N. 1 Tv, Studio Più Marche, Arancia Television, Skyline Radio & Soul.

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it