fbpx

Radio Deejay festeggia 39 anni

Il 1° febbraio 1982 nasceva Radio Deejay.

La storia dell’emittente fondata da Claudio Cecchetto è probabilmente una delle più popolari in assoluto, tra l’intera radiofonia italiana.

Deejay è nata sulla frequenza 99.7 che fu di Radio Music 100, inizialmente come prodotto solo musicale, per poi introdurre gradualmente voci e conduttori.

Oltre a quella del suo ideatore, tra i primi a parlare ai microfoni della radio furono Ronnie Hanson, Gerry Scotti, Linus, Albertino e Kay Rush.

È altrettanto noto che Radio Deejay, anche grazie alla spinta del parallelo “Deejay Television” in onda su Italia 1, abbia lanciato numerosi personaggi del mondo dello spettacolo – tra i vari, Jovanotti, Amadeus, Fiorello e molti altri – i cui esordi ruotano tutti intorno alla ‘creatura’ di Cecchetto.

Poi, nel 1994 la ‘spaccatura’, con l’addio del suo fondatore ed il passaggio della direzione a Linus, tuttora al vertice della radio, che è riuscito a confermarne il successo, a sua volta mantenendo Deejay come un punto di riferimento per il lancio di conduttori dalla forte personalità.

Oggi Radio Deejay è l’emittente di punta del gruppo GEDI, dispone di un canale televisivo presente al numero 69 del digitale terrestre (la cui programmazione è in parte indipendente dalla radio), è molto attiva sui social ed è promotrice di iniziative e attività.

L’emergenza covid costringe il network a rimandare festeggiamenti pubblici in questo 2021. E lo stesso episodio accadde anche un anno fa, quando Linus – tra i primi a cogliere la gravità del coronavirus – decise di annullare l’evento pianificato il 25 febbraio, in seguito al dilagare dell’epidemia.

Non ci resta che unirci agli auguri ad una radio che per molti è ancora un simbolo unico del panorama nazionale e attendere il quarantennale, in un 2022 che si spera possa essere uscito dalla pandemia.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it