Roberto Saviano ospite di Wad su Radio Deejay

Roberto Saviano ospite di “Say Waaad?” su Radio Deejay.

La puntata – il cui titolo è “L’Omero della me*da” – è andata in onda venerdì 31 maggio.

Lo scrittore – al centro della cronaca in questi giorni per l’esclusione dalla Fiera del libro di Francoforte – si è raccontato e confrontato con Wad.

Diverse le tematiche affrontate, comprese quelle legate al suo ultimo testo “Noi due ci apparteniamo”, disponibili nella puntata ‘on demand’ sul canale YouTube di Radio Deejay.

“È stato un onore poter parlare per 2 ore di tutto con uno dei più grandi intellettuali italiani contemporanei, partendo da una playlist di canzoni molto varia, come ormai siamo abituati a fare tutte le sere”, ha riportato sui social Wad.

L’intervista è disponibile cliccando qui sotto.


* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

“Salviamo il rapper iraniano condannato a morte”: l’appello alle Iene di Wad

Toomaj Salehi è un rapper iraniano di 33 anni.

I suoi testi hanno spesso denunciato gli episodi di violenza e di mancata libertà delle donne nel suo Paese.

Per questo, è stato recentemente condannato a morte, provocando sdegno e rabbia.

Uno sdegno che forse finora non si è mostrato sufficientemente forte per cambiarne le sorti.

Ed è da questo che parte il monologo di denuncia di Wad, protagonista del programma di Italia 1 “Le Iene”, il quale sottolinea che “Il rap non è innocuo, deve essere aggressivo perché la società lo è: è sconfitta e vittoria, è un pensiero libero”.

Il conduttore di “Say Waaad?” dichiara di incontrare artisti sia italiani che internazionali che hanno paura ad esprimersi liberamente.

La società contemporanea – prosegue Wad – ha paura a sentirsi dire la verità e la vicenda del rapper iraniano ne è un caso emblematico.

Un rapper può influenzare più di un politico ed il silenzio attorno a Toomaj è dunque una sconfitta.

L’opinione pubblica mondiale – prosegue la ‘voce’ di Radio Deejay – potrebbe salvarlo più del suo avvocato.

Wad conclude il suo monologo con una domanda: “Cosa pensi di quello che pensi?”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Le Iene (@redazioneiene)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Wad ha incontrato i ragazzi del Beccaria: “È terribile leggere le notizie di questi giorni che riguardano quel posto”

“Qualche tempo fa, mi hanno invitato ad incontrare i ragazzi dell’Istituto Penale per minorenni Beccaria. Non era la prima volta”.

Lo rende noto Wad, in un reel pubblicato sui suoi social.

“Ho parlato con alcuni di loro” – continua il conduttore di Radio Deejay“Non potevano essere ripresi, le interviste non siamo mai riusciti a pubblicarle. Per ovvi motivi”.

Wad aggiunge che “Rimane ovviamente l’esperienza umana, molto intensa e toccante. E vera”.

In merito alle drammatiche vicende che stanno riguardando il Beccaria in questi giorni – si parla di torture e violenze sui minorenni, con 13 agenti arrestati e 8 sospesi dal servizio – il videomessaggio prosegue con una riflessione.

“È terribile leggere le notizie di questi giorni che riguardano quel posto” – prosegue Wad“Non sembrano news che arrivano dall’Italia. Non sembrano fatti degni di esistere nel 2024”.

“La libertà” – conclude la ‘voce’ di ‘Say Waaad?’“è una parola bellissima, che però ha un confine. Un perimetro. Si chiama RISPETTO”.

Alcuni toccanti estratti dell’incontro di Wad con i ragazzi che si trovano al Beccaria sono disponibili nel post che riportiamo qui sotto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MICHELE WAD CAPOROSSO (@michelewadcaporosso)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Wad e Cruciani insieme nel nuovo video del Pagante

Si chiama “Spingere” ed è il nuovo video de Il Pagante.

Con lui, VillaBanks come featuring.

Particolarità della clip sono due ‘guest star’ radiofoniche.

All’inizio vi è Giuseppe Cruciani, che simula una puntata de “La Zanzara”, chiamata in questa parodia “Radiobestia”.

Nella parte finale, invece, protagonista è Wad, nella veste di conduttore di un telegiornale, o meglio del “Tg Nazionale”.

Il video è online cliccando QUI.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Prende il via il tour di Wad nelle Università: si parte da Cagliari

Ne avevamo parlato alcuni giorni fa, ora arriva un comunicato che ufficializza il tour. Da lunedì 3 aprile, Wad protagonista nelle Università di tutta Italia.

Michele Wad Caporosso  incontra per due mesi nelle Università italiane gli studenti per parlare di nuovi linguaggiradiofonia e tematiche d’attualità, grazie al format “Say Waaad meets students: University Tour 2023”.

Un vero e proprio talk itinerante in 12 tappein partenza lunedì 3 aprile da Cagliari e che terminerà il 24 maggio a Milano, dove lo speaker radiofonico, una delle figure più influenti nel settore “urban” italiano, racconterà in primis la costruzione del suo iconico programma “Say Waaad?”, in onda su Radio Deejay da lunedì a venerdì dalle 20 alle 22, svelandone la parte redazionale, dalla scelta quotidiana degli argomenti da trattare alla preparazione dell’intervista con l’ospite fino a come affrontare una diretta.

Nella seconda parte dell’incontro, il talk coi ragazzi su temi trasversali della nostra contemporaneità, come cancel culturecircular fashionsalute mentale e il rapporto col successo all’interno dell’imperante narrazione della perfezione, per un format già sperimentato da WAD nel suo podcast “Deejay Viral”. Dagli incontri potranno inoltre emergere contenuti audio e video da mandare successivamente in onda.

Aperto a tutti gli studenti, anche di altre facoltà e liceiSay Waaad meets students: University Tour 2023 è l’evoluzione dell’esperienza dello scorso anno, limitata solo alle università milanesi. “L’idea di questo format è nata dalla richiesta crescenti di inviti nelle diverse Università, alcune delle quali – e mi fa stranissimo anche solo pensarlo – studiano “Say Waaad!?!” all’esame – spiega lo stesso WAD. “Da qui è nato un vero tour nazionale. È una nuova, ennesima, occasione per guardarci da molto vicino, conoscersi e capire insieme come ci piacerebbe disegnare il futuro. O permettere a qualcuno di saltare una lezione per venirci a dire “gang” con tutto l’amore che c’è“.

Say Waaad meets students: University Tour 2023 è una masterclass aperta che si inserisce spesso all’interno di Corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione o Corsi di Cultura e Formati della Radio e della TV, dove l’interazione diretta su temi a loro affini garantisce interesse ed entusiasmo da parte dei ragazzi. 

GLI APPUNTAMENTI: 

Lunedì 3 aprile: Università degli Studi di Cagliari

Giovedì 13 aprile: Università degli Studi di Perugia

Mercoledì 19 aprile: Università degli Studi Roma Tre

Venerdì 21 aprile: Università Del Piemonte Occidentale, Vercelli

Giovedì 4 maggio: Università di Genova, Campus di Savona

Sabato 6 maggio: Università degli Studi di Teramo (nell’ambito del FRU2023, Festival delle Radio Universitarie)

Lunedì 8 maggio: Sapienza Università di Roma

Martedì 9 maggio: Università degli Studi di Verona

Venerdì 12 maggio: Università degli Studi di Sassari

Lunedì 15 maggio: Università degli Studi di Messina

Lunedì 22 maggio: Università degli Studi della Tuscia, Viterbo

Mercoledì 24 maggio: Università Statale di Milano

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Si parla di radio e di nuovi linguaggi nell’University Tour di Wad

Wad incontra gli studenti delle Università italiane.

Si chiama “Say Waaad meets studens” il tour che porterà il conduttore di Radio Deejay, in giro per gli Atenei tra aprile a maggio.

Si parlerà di nuovi linguaggi e della radio ‘di nuova generazione’.

Gli studenti diventeranno a loro volta protagonisti in radio, con talk registrati duranti gli incontri.

Si parte da Cagliari il 3 aprile per arrivare alla tappa finale di Milano di mercoledì 24 maggio.