Carofiglio e Rai Radio lanciano la fiction sonora ‘La disciplina di Penelope’

A cura di Mauro Roffi

Grande promozione in queste settimane su Rai Radio (e non solo) per ‘La disciplina di Penelope’, la fiction sonora in 6 puntate di Rai Radio1 disponibile su Raiplay Sound e ispirata al bestseller di Gianrico Carofiglio. Proprio quest’ultimo è stato frequente ospite in vari programmi dell’emittente pubblica per lanciare l’iniziativa.

‘Fiction sonora’ è dunque la definizione della Rai (a tentare di rinverdire i fasti del famoso radiodramma della Radio pubblica) ma si tratta di un contenuto disponibile in podcast e infatti un’altra denominazione utilizzata per presentare ‘La disciplina di Penelope’ è ‘serie podcast’.

Quanto ai contenuti, sono quelli noti del bestseller scritto da Carofiglio, che vede protagonista una ex-magistrata alla ricerca di se stessa e un giallo ambientato in una Milano che dimentica in fretta. Penelope Spada è stata appunto una magistrata che non si piegava, che voleva la verità ad ogni costo. Poi qualcosa si è rotto ed è dovuta uscire dalla magistratura per un motivo che ancora non conosciamo.

È tuttavia Chora Media – e non direttamente la Rai – ad aver prodotto questa prima opera di fiction sonora per Rai Radio1, una produzione mai fatta prima in Italia con più di dieci attori e, come riposta il comunicato stampa, “registrazioni on field con tecnologie di registrazione binaurali per un’esperienza d’ascolto totalmente immersiva utilizzando microfoni speciali, usati come telecamere che restituiscono il punto di vista dell’ascoltatore”.

Inoltre ci sono “suoni, rumori e una grande attenzione alle sfumature acustiche per ‘dare voce’ a Milano, ai rumori di ogni giorno che diventano sound”.

Vediamo ora i crediti della fiction sonora in questione.

‘La disciplina di Penelope’ è stata scritta da Jonathan Zenti con la supervisione di Stefano Bises. Regia e musiche originali sono di Luca Micheli, il suono di Guido Bertolotti e Luca Micheli. La cura editoriale è di Michele Rossi e Sabrina Tinelli. Produttore esecutivo è Valentina Meli, capo progetto Rai Dario Dionoro.

Quanto agli attori, Valentina Mandruzzato è Penelope, Massimiliano Speziani è Acciani, Giovanni Franzoni è Zanardi, Paolo Agrati è Mario Rossi, Giuseppe Palasciano è Di Pietra, Dario Sansalone è Diego, Roberta De Stefano è Ilaria, Anahì Traversi è Aurora, Giada Agostoni è Sofia, Francesca Milano è La signora Bozzini. Il passante davanti al Palazzo di Giustizia è Gianrico Carofiglio. Musiche addizionali su licenza Machiavelli Music.

Per chiudere davvero una nota su Chora Media. Si tratta di una ‘storytelling company italiana’, fondata nel 2020 da Guido Maria Brera (Kairos, La Nave di Teseo), Mario Calabresi (La Stampa, Repubblica), Mario Gianani (Wildside) e Roberto Zanco (RedSeed). Mario Calabresi ne è CEO e Editor in Chief. Chora, come da autopresentazione, “si rivolge a chi è in cerca di una prospettiva più ricca sul mondo, dando voce a una vasta gamma di narrative autentiche, attraverso un’unione non convenzionale di formati che partono dal podcast per evolversi in altre forme (video, libri, eventi online e offline)”.

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it