ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP
ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

Quote obbligatorie di musica italiana su tutte le radio?

20 Novembre 2017
1363 Visualizzazioni

Una quota minima di musica italiana obbligatoria su tutte le radio? L’ipotesi potrebbe concretizzarsi prossimamente, sulla base del modello francese che, ormai da anni, “tutela” e promuove gli artisti d’oltralpe sulle emittenti del proprio territorio.

A parlarne è stato il ministro dei beni culturali e del turismo, Dario Franceschini, in un convegno a Palazzo Reale in apertura della Milano Music Week, dove ha spiegato che la nuova legge sullo spettacolo adesso lo permette.

“C’è una cosa che la nuova legge consente – ha detto -, una delle norme più nascoste, è immaginare come possiamo prevedere quote di obbligatorietà di trasmissione della musica italiana. In Francia – ha aggiunto – ci sono quote per le radio. Noi vedremo”.

Come ipotesi alternativa all’obbligatorietà ci potrebbe essere quella di una forma di premialità per chi promuove artisti e produzioni “made in Italy”.

Intanto il ministro Franceschini ha sottolineato altri aspetti, quali quelli della legge per lo spettacolo dal vivo che era “attesa da anni e corona un’intensa attività a favore della musica”.

Negli ultimi tre anni c’è stato “un fondo di 500.000 euro per il jazz, finora mai sostenuto dallo Stato, è stato adeguato il corrispettivo dovuto per i diritti di copia privata a favore degli autori indirizzandone una parte allo sviluppo dei progetti di under 35, è stata estesa la validità della card cultura per i diciottenni all’acquisto di musica e di biglietti per i concerti, è stato reso permanente il tax credit musica con agevolazioni fiscali a favore di produttori e impresari musicali, è stata introdotta l’IVA agevolata al 10% per i concerti ed è stata rilanciata la Festa della Musica, con eventi in tutta Italia per il solstizio d’estate”.

“Tutto questo – ha concluso il Ministro, – perché crediamo fermamente nel valore della creatività, un patrimonio che ci siamo impegnati e ci impegneremo a difendere e promuovere il più possibile”.

Potrebbero interessarti

145 anni fa la nascita di Guglielmo Marconi, oggi celebrato a Bologna e a Tokyo
Eventi
600 visualizzazioni
Eventi
600 visualizzazioni

145 anni fa la nascita di Guglielmo Marconi, oggi celebrato a Bologna e a Tokyo

Nicola Franceschini - 25 Aprile 2019

Il 25 aprile 1874, esattamente 145 anni fa, nasceva a Bologna Guglielmo Marconi. Per celebrarlo, la Fondazione Guglielmo Marconi dedica…

Primo trimestre 2019: cresce l’ascolto della radio rispetto ad un anno fa
Chart e trend
424 visualizzazioni
Chart e trend
424 visualizzazioni

Primo trimestre 2019: cresce l’ascolto della radio rispetto ad un anno fa

Nicola Franceschini - 24 Aprile 2019

Risultano essere in crescita gli ascolti del mezzo "radio" nel primo trimestre 2019, rispetto al periodo equivalente dello scorso anno.…

AGCOM chiede il rinnovo della convenzione a Radio Radicale
News
376 visualizzazioni
News
376 visualizzazioni

AGCOM chiede il rinnovo della convenzione a Radio Radicale

Nicola Franceschini - 23 Aprile 2019

L'AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) chiede al Governo di prorogare la convenzione con Radio Radicale. La richiesta deriva…