fbpx

Quali le conseguenze dello spegnimento dell’FM? La Svizzera chiede un “report”

Continua a dividere la scelta di dismettere l’FM in Svizzera tra l’estate del 2022 e l’inverno del 2023.

Secondo quanto riporta KleinReport.ch, la Commissione per le telecomunicazioni del Consiglio nazionale ha chiesto al Bakom (l’Ufficio federale delle comunicazioni responsabile) un rapporto di approfondimento sulle conseguenze che lo stop alla modulazione di frequenza avrebbe sul settore radiofonico.

Principale sostenitore del mantenimento dell’FM in Svizzera – come noto – è l’imprenditore Roger Schawinski, recatosi a Berna per discutere della questione con Jürg Bachmann, presidente dell’Associazione svizzera delle radio private.

A sostegno del DAB+, si schierano la Radio Svizzera pubblica (SSR) e lo stesso Ufficio federale delle comunicazioni (Bakom) che da anni sta incentivando il passaggio dell’utenza al digitale.

Il prossimo incontro a fine agosto, quando si riunirà la commissione per le telecomunicazioni del Consiglio nazionale.

(Si ringrazia Andrea Lombardo per la collaborazione)

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it