ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

I primi dieci anni di RadioEmiliaRomagna

2 marzo 2016
342 Visualizzazioni

RadioEmiliaRomagna, la radio web della Regione, in podcasting e in streaming, compie 10 anni. Lanciata il primo marzo del 2006 dall’Agenzia Informazione e Comunicazione della Giunta regionale, in collaborazione con la Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, è stata pensata per raggiungere le comunità all’estero, con diversi fusi orari. Oggi viene ascoltata principalmente da italiani (l’86% nell’ultimo anno) e cresce l’ascolto in Europa, con la Russia in testa. In questo ultimo anno la radio web è passata da contenuti più generalisti e legati anche alle comunità all’estero, a contenuti sempre più culturali, turistici ed enogastronomici, legati al nostro territorio.

“Non possiamo che essere soddisfatti del lavoro realizzato in questi dieci anni – sottolinea il direttore dell’Agenzia regionale, Roberto Franchini -. Si tratta di un’esperienza originale, praticamente unica nel panorama italiano che ha dato voce al racconto della nostra terra, dei suoi protagonisti, delle sue peculiarità e, in particolare, dei suoi successi, raggiungendo non solo gli emiliano-romagnoli nel mondo ma molte persone interessate all’Italia e in particolare all’Emilia-Romagna”.

In questi 10 anni sono stati realizzati dal settimanale circa 8.000 servizi, in cui sono stati descritti e raccontati i molteplici aspetti del territorio, valorizzando i personaggi e le loro storie, gli autori di pubblicazioni, i musicisti e gli artisti emiliano-romagnoli o che qui vengono a realizzare mostre e spettacoli. Il sito di RadioEmiliaRomagna è stato visitato da più di un milione e mezzo di utenti, con oltre 3 milioni di pagine viste: dal 2006 ad oggi le visite sono più che raddoppiate raggiungendo le 420mila nel 2015 (95 mila visitatori unici). Con l’arrivo dei social network, RadioEmiliaRomagna ha aperto due anni fa la sua pagina Facebook che conta oggi 5.564 fan, mentre l’account Twitter, condiviso con Magazzini Sonori, ha 2.268 follower.

Oggi la radio – 27 rubriche in  4 Canali (News, Musica, Cultura & Gusto, Economia & Società) – ha in archivio circa 1.600 interviste a protagonisti di ogni settore soprattutto legati al territorio: per il cinema, anche Pupi Avati, Marco Bellocchio, Giuseppe Bertolucci, Liliana Cavani, Giorgio Diritti, Francesco Rosi, Mario Monicelli. Tra i giornalisti, Gian Antonio Stella e Paolo Rumiz; tra gli scrittori, Silvia Avallone e Marcello Fois, l’italianista Ezio Raimondi, poi artisti come Pirro Cuniberti, attori come Alessandro Bergonzoni, cantanti come Luca Carboni e Vinicio Capossela. Non mancano personalità universitarie e del mondo produttivo: Andrea Segrè (Fico), Daniele Vacchi (Ima, RPT. Ima), Vittorio Borelli (presidente di Confindustria Ceramica). Sul sito www.radioemiliaromagna.it che le ospita tutte questa settimana saranno in streaming le interviste più interessanti, nello spazio dedicato ai 10 anni di attività. (ANSA)

Potrebbero interessarti

Si conclude l’indagine RadioTER 2018: tra qualche settimana, i dati “annuali” e del “secondo semestre”
News
397 visualizzazioni
News
397 visualizzazioni

Si conclude l’indagine RadioTER 2018: tra qualche settimana, i dati “annuali” e del “secondo semestre”

Nicola Franceschini - 16 dicembre 2018

Lunedì 17 dicembre si conclude l'indagine relativa alla quarta tranche trimestrale 2018 dell'indagine RadioTER. Fino al 15 gennaio 2019, le…

“Sanremo Giovani” in radio con Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto
News
251 visualizzazioni
News
251 visualizzazioni

“Sanremo Giovani” in radio con Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto

Nicola Franceschini - 15 dicembre 2018

La Città dei Fiori è pronta per ospitare la settimana dedicata a Sanremo Giovani. La sezione dedicata agli emergenti, quest'anno…

E’ morto Antonio Megalizzi, il giovane reporter radio di Europhonica
News
480 visualizzazioni
News
480 visualizzazioni

E’ morto Antonio Megalizzi, il giovane reporter radio di Europhonica

Nicola Franceschini - 14 dicembre 2018

Antonio Megalizzi non ce l'ha fatta. Il giornalista trentino che si trovava a Strasburgo per il progetto radio Europhonica è…