In radio e in TV abbonda la parola “coronavirus”

Nella settimana che va dal 20 al 27 febbraio, la parola “coronavirus” è stata pronunciata in media da radio e TV ogni 90 secondi.

Il dato emerge da una ricerca di Cedat 85, società che analizza i contenuti parlati e che ha monitorato 1.500 fonti di informazione per compiere lo studio.

Nei primi sette giorni del contagio in Italia, l’ormai tristemente noto virus è stato citato 131.000 volte, accostandolo a vocaboli quali “scuole”, “quarantena”, “ordinanze”, “tampone”.

A livello geografico, oltre a Roma e Milano, i media hanno nominato frequentemente la Cina e Codogno.

Le statistiche sono state riportate da “La Stampa”.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it