Antenna Radio Esse conferma la scelta musicale, in memoria di Giovanni Jannaccone

7 Marzo 2020
324 Visualizzazioni

Come informa la stessa emittente toscana in un suo comunicato, qualche giorno fa l’assemblea della Cooperativa di Antenna Radio Esse “ha visto la conferma dell’intero consiglio di amministrazione con il Presidente Carlo Salvadori e l’adesione dei soci al proseguimento della scelta editoriale presa dall’emittente negli ultimi mesi.

Un proseguo sentito e voluto fortemente soprattutto in memoria dell’ex presidente, recentemente scomparso, Giovanni Jannaccone.

Nuovi programmi e una linea editoriale completamente rinnovata e incentrata sulla musica, frutto di un lavoro portato avanti negli ultimi mesi, nonostante la malattia che l’aveva colpito, dallo stesso Jannaccone. Un’emittente leader nel settore da oltre 40 anni che vuole restare un punto di riferimento sul territorio senese”.

Giovanni Jannaccone, uno dei creatori delle prime Radio locali senesi e presidente dell’Antenna Radio Esse Soc. Coop. fino all’ultimo, era morto a fine 2019 a 64 anni.

Giovanissimo, negli anni ’70 aveva subito capito le potenzialità delle radio private e da allora aveva sempre lavorato in questo settore. Con lui nacque Radio Esse, che poi si trasformò in Antenna Radio Esse grazie alla fusione con Antenna Senese.

Poiché però il destino talora è molto crudele, pochi giorni dopo Giovanni, è morta a inizio 2020 anche la figlia Maria Luisa Jannaccone, 41 anni, da anni responsabile amministrativa di Antenna Radio Esse e collaboratrice del padre nell’emittente.

Non va tuttavia dimenticato che gli ultimi mesi di gestione di Giovanni Jannaccone ad Antenna Radio Esse erano stati caratterizzati da una dura vertenza sindacale (in cui era intervenuta anche la Regione Toscana) per la scelta di licenziare i giornalisti della stazione in FM, a favore della scelta citata in apertura, che privilegia maggiormente la programmazione musicale.

Controparte dell’emittente è stata (ed è) l’Assostampa, il sindacato dei giornalisti toscani, che infatti continua a contestare le scelte fatte ad Antenna Radio Esse.

In un suo comunicato dei giorni scorsi, l’Associazione scrive quanto segue:

“Dopo l’impugnazione, sta per essere presentato anche il ricorso al Tribunale del Lavoro contro il licenziamento, del tutto illegittimo, dei tre giornalisti storici di Antenna Radio Esse di Siena.

Antenna Radio Esse ha licenziato i tre giornalisti storici, dopo decenni di appassionato impegno professionale, motivando la decisione con la soppressione del posto di lavoro. Viceversa, da subito, l’emittente ha ripreso a fornire notiziari senza i tre giornalisti.

L’Associazione Stampa Toscana, manifestando pieno rispetto per la famiglia del fondatore di Antenna Radio Esse, e rinnovando il profondo cordoglio per il doppio lutto che l’ha colpita, ha ribadito la sua volontà di tutelare fino in fondo i colleghi licenziati e ha rivolto anche al Comune di Siena la richiesta di solidarietà e collaborazione, affinchè possano essere riconosciute le loro legittime aspettative”.

Mauro Roffi

Potrebbero interessarti

Su RDS arrivano “I peggio più peggio”
Talkmedia
47 visualizzazioni
Talkmedia
47 visualizzazioni

Su RDS arrivano “I peggio più peggio”

Nicola Franceschini - 26 Settembre 2020

Da alcuni giorni, RDS ha arricchito di un nuovo spazio la fascia con Giovanni Vernia e Petra Loreggian. I due…

MilleRegioni, le voci del territorio (a cura di Mauro Roffi)
Talkmedia
72 visualizzazioni
Talkmedia
72 visualizzazioni

MilleRegioni, le voci del territorio (a cura di Mauro Roffi)

Redazione - 26 Settembre 2020

Torna su FM-world l'appuntamento settimanale con MilleRegioni. A curarlo, come sempre, è Mauro Roffi. Un periodo intenso in Emilia per…

Riapre il Museo della Radio e della TV di Torino
Talkmedia
73 visualizzazioni
Talkmedia
73 visualizzazioni

Riapre il Museo della Radio e della TV di Torino

Redazione - 25 Settembre 2020

Il Museo della Radio e della Televisione Rai di via Verdi 16 a Torino riapre le proprie porte al pubblico.…