Tra smartphone e smart speaker, un Black Friday che porta ascolti anche alla radio

24 Novembre 2018
1322 Visualizzazioni

L’atteso “Black Friday” ha fatto centro anche quest’anno.

In Italia, come in molti altri Paesi, la giornata di sconti (nata negli Stati Uniti e che ricade sempre nel giorno successivo alla Festa del Ringraziamento) ha attirato milioni di consumatori che hanno investito nelle offerte promozionali, sia attraverso i negozi fisici, ma soprattutto tramite gli store digitali.

Un trend che, grazie proprio al web, è cresciuto costantemente in tutto il mondo, tanto da “contagiare” anche il nostro Paese.

E la tecnologia, assieme ai giocattoli (vista la vicinanza del Natale), è sempre più il settore di traino.

Ma quali sono stati gli “oggetti del desiderio” acquistati con la scontistica delle ultime ore?

Gli smartphone si confermano tra i “beni” più richiesti. Del resto, quello che fino a pochi anni fa chiamavamo cellulare, consente oggi di risolvere qualsiasi “problema”, sia in ambito di comunicazione, di intrattenimento, di pagamenti on-line e di molto altro.

Secondo quanto riportato da più fonti, tra cui un dettagliato servizio trasmesso da SkyTg24, forte interesse è stato catalizzato dagli smart speaker, gli assistenti virtuali particolarmente diffusi negli Stati Uniti e che stanno conquistando anche il mercato europeo.

Il loro mercato è triplicato nel terzo trimestre 2018 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno ed in particolare il modello che, al momento, sembra funzionare maggiormente è Amazon Echo Dot, da poco disponibile nel nostro Paese.

In entrambi i casi (smartphone e smart speaker), si tratta di device sempre più utilizzati per l’ascolto della radio, sia nella versione “lineare”, sia in quella on-demand tramite podcast, attraverso i quali, FM-world – presente al convegno sulla Radio 4.0 tenutosi mercoledì scorso a Milano – permette la sintonizzazione in streaming delle principali emittenti italiane.

Per conoscere dettagli su come sta cambiando l’ascolto del mezzo radio con i nuovi device sarà necessario attendere ancora un paio di mesi, quando l’indagine RadioTER renderà noto – oltre al dato semestrale e annuale delle singole emittenti – le diverse modalità di fruizione con cui viene seguita la radiofonia in Italia.

E intanto, lunedì le offerte continuano con il Cyber Monday.

Potrebbero interessarti

Levante la più trasmessa in radio, a due mesi da Sanremo
Chart e trend
30 visualizzazioni
Chart e trend
30 visualizzazioni

Levante la più trasmessa in radio, a due mesi da Sanremo

Nicola Franceschini - 3 Aprile 2020

Circa due mesi fa, andava in scena la settantesima edizione del Festival di Sanremo. Sembra passata un'eternità, dagli affollamenti davanti…

Luca Viscardi verso la ripresa dopo il Covid 19: “Meglio due giorni in più in casa dell’incubo da cui mi sono svegliato”
News
117 visualizzazioni
News
117 visualizzazioni

Luca Viscardi verso la ripresa dopo il Covid 19: “Meglio due giorni in più in casa dell’incubo da cui mi sono svegliato”

Nicola Franceschini - 3 Aprile 2020

Luca Viscardi si sta lentamente riprendendo dal coronavirus, dopo 26 giorni in ospedale. E' lo stesso station manager di Radio…

“Chi noleggia auto dotate di radio, non deve pagare i diritti d’autore”: il caso svedese
News
51 visualizzazioni
News
51 visualizzazioni

“Chi noleggia auto dotate di radio, non deve pagare i diritti d’autore”: il caso svedese

Nicola Franceschini - 3 Aprile 2020

Una società di noleggio auto, con mezzi dotati di ricevitore radio, deve pagare i diritti d'autore? La domanda se la…