fbpx

Rai Radio2: lunedì 14 settembre l’esordio “visual”

“Il 14 settembre sarà una data storica. Nascerà infatti quel giorno quella Radio2 visiva che abbiamo citato e che al nostro interno abbiamo definito ‘entertainment hub'”.

E’ il direttore di Rai Radio, Roberto Sergio, ad approfondire dettagli su quella che sarà Rai Radio2 dalla prossima stagione.

In una intervista rilasciata a ‘Today’, si parla di quello che avverrà sulla rete dedita all’intrattenimento.

Tutti i programmi saranno in ‘audio-video’ ad eccezione della notte.

Secondo il direttore, “i linguaggi dei due mezzi sono oggi meno lontani di quanto fossero anni fa”.

“E vero che il linguaggio video è diverso dallo storytellng audio” – aggiunge – “ma è anche vero che la convergenza digitale ha avvicinato molto due mondi non più così incompatibili. E’ un dato di fatto”.

L’interscambio di voci e volti noti tra radio e tv, tuttavia (vedi per esempio l’esordio di Andrea Delogu alla conduzione de “La vita in diretta Estate” su Raiuno), non comporterebbe – secondo Sergio – una minor disponibilità di spazio per nuovi conduttori.

“La presenza di voci native televisive non toglie spazio ai nuovi inserimenti. Per fortuna, abbiamo 24 ore da riempire e, per quanto riguarda noi, 12 canali. Molto spesso ci permettiamo il lusso di testare. L’estate, per questo funziona molto”.

Uno degli esempi, tra i vari, va al riscontro che hanno avuto “I Lunatici”, vincitori del “Premio Biagio Agnes” alla prima edizione.

In chiusura, Roberto Sergio sottolinea che “Rai Radio si dota di un nuovo canale andando a presidiare un settore strategico e finora non coperto, quello dell’intrattenimento leggero di flusso. Pensate solo ai televisori nei luoghi pubblici e nei locali aperti al pubblico. Oggi i nostri competitor (alcuni televisivi, altri radio) sono molto forti in quel settore”.

Appuntamento dunque a metà settembre con la nuova Rai Radio2 “visual”.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it