fbpx

Importanti misure di sostegno alle emittenti dalla Regione Puglia

A cura di Mauro Roffi

Anche in Puglia c’è una forma di sostegno importante per il mondo dell’editoria e delle emittenti radiotelevisive. Già con la Legge Regionale n. 3 del 9 febbraio 2018 erano state dettate disposizioni per la promozione e il sostegno pubblico al pluralismo e all’innovazione dell’informazione e della comunicazione regionale pugliesi.

La Regione Puglia, per contenere gli effetti della crisi causata dalla pandemia, ha ora deciso di puntare su una misura straordinaria volta alla concessione di una sovvenzione diretta (aiuti a fondo perduto) finalizzata all’immissione di liquidità per le aziende operanti nel settore dell’editoria pugliese.

La misura è finalizzata a garantire la continuità dell’operatività aziendale sostenendo le carenze di liquidità generate dall’emergenza Covid-19 e a salvaguardare i livelli occupazionali. I soggetti beneficiari sono quanti operano negli ambiti: radiotelevisivo; stampa di quotidiani e periodici locali; editoria su web; agenzie di stampa.

Tra i requisiti richiesti: sede operativa nella Regione Puglia; testata giornalistica regolarmente registrata; esercizio dell’attività editoriale da almeno due anni; presenza di un direttore responsabile; area di attività relativa a fatti e attività di interesse regionale; personale iscritto all’Albo dei giornalisti o in formazione secondo le disposizioni sulla stampa.

Per partecipare alla procedura è necessario compilare l’apposita domanda di partecipazione e inoltrarla entro il 31 ottobre. La dotazione finanziaria, davvero ‘interessante’, è pari a 2 milioni di euro.

Commentando l’iniziativa, l’assessore al Bilancio della Regione Puglia Raffaele Piemontese ha dichiarato: «Durante le fasi più acute della pandemia abbiamo riscoperto l’importanza decisiva del sistema informativo che abbiamo deciso di sostenere per i pesanti effetti negativi che ha subito, determinati dalla diminuzione della capacità delle micro, piccole e medie imprese di spendere in pubblicità».

A sua volta, l’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci ha spiegato: «Far ripartire la nostra regione dopo lo stop imposto dalla crisi sanitaria, presto diventata crisi economica e sociale, significa far ripartire tutti quei settori che ne sono stati particolarmente colpiti. Quello dell’editoria è uno di questi e per questa ragione, per far fronte all’impatto della pandemia sul settore, abbiamo pensato ad una misura straordinaria che, sostenendo e promuovendo le emittenti radiotelevisive, i giornali e le testate web, sostiene e promuove l’informazione».

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it