Carlo Conti conduttore e direttore artistico di Sanremo 2025 e 2026

Sarà Carlo Conti il conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo nel 2025 e 2026.

L’annuncio è avvenuto nel corso del Tg1 delle 8.00 di mercoledì 22 maggio.

“Torno a Sanremo dopo 7 anni, cerco di riprendere il lavoro fatto portato avanti alla grande dalle due edizioni di Baglioni e le cinque, alla grandissima, di Amadeus”, ha dichiarato il presentatore.

Per Carlo Conti sarà anche l’occasione di festeggiare nel migliore dei modi i propri quarant’anni in Rai, poichè il suo esordio avvenne nel 1985.

Non faranno parte del cast fisso gli amici Pieraccioni e Panariello, in quanto l’intenzione è quella di proseguire con l’alternanza sera dopo sera dei co-conduttori.

Ed ora, ci si mette al lavoro con l’ascolto dei brani.

Carlo Conti inizierà dalle Nuove Proposte per poi arrivare ai brani proposti dai Big.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Nettuno Bologna Uno festeggia la Champions e finisce sul Tg1

La città di Bologna è in festa per la qualificazione matematicamente certa in Champions League, con due giornate di anticipo.

Nella notte di domenica 12 maggio, Piazza Maggiore si è riempita di tifosi che hanno festeggiato per ore.

Nettuno Bologna Uno è la radio che documentato in diretta i festeggiamenti, dando voce ai tanti supporter dei rossoblù.

Il radiotext dell’emittente è diventato per l’occasione “Il Bologna è in Champions League”.

E così la radio ‘sportivamente classica’ è diventata parte integrante di un servizio trasmesso dal Tg1.

Soddisfazione da parte dello staff del progetto radiofonico, diventato ormai un punto consolidato dello sport e dell’informazione bolognese.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Sanremo Fantacast: ultime ore per il concorso di Radio Italia

“Sanremo Fantacast” è un concorso ideato da Radio Italia, in vista del Festival di Sanremo 2024.

Dal 6 al 30 novembre è stato possibile indovinare i 23 artisti “big” che parteciperanno all’evento diretto artisticamente da Amadeus.

Il vincitore avrà l’opportunità, con un accompagnatore, di trascorrere una giornata intera a Radio Italia Solo Musica Italiana.

Tutti i dettagli sono online su radioitalia.it.

Intanto, si avvicina la data del 3 dicembre.

Nel corso del Tg1 delle 13.30 saranno annunciati tutti gli artisti “big” che si esibiranno alla 74esima edizione del Festival di Sanremo.

Per quanto riguarda i co-conduttori, invece, saranno cinque i protagonisti della manifestazione canora: uno per serata.

Il martedì Marco Mengoni, il mercoledì Giorgia, il giovedì Teresa Mannino, il venerdì Lorella Cuccarini ed il sabato Fiorello.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Domenica 3 dicembre, l’annuncio dei ‘big’ di Sanremo al Tg1

Saranno annunciati domenica 3 dicembre al Tg1 delle 13.30, i ‘big’ che parteciperanno alla 74esima edizione del Festival di Sanremo.

Lo ha anticipato Amadeus al Milano Music Week, intervistato da Marta Cagnola di Radio 24.

Sono state oltre 400 le proposte dei ‘big’, più altre mille tra Sanremo Giovani e Area Sanremo.

Come sempre, il Festival si confermerà un evento diffuso su tutte le piattaforme: da Rai1 a Rai Radio2, da RaiPlay ai tanti lanci sui social.

E per quanto riguarda il Prima Festival, è stata resa nota la conduzione.

A presentare il programma che fa da traino all’evento vero e proprio saranno Paola e Chiara, insieme a due web-star: Mattia Stanga e Daniele Cabras.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Amadeus al Tg1 Mattina: “Sanremo è diventato un programma per giovani”

Amadeus è già al lavoro per l’edizione 2024 del Festival di Sanremo, l’ultima da lui condotta.

Intervistato da Giorgia Cardinaletti al Tg1 Mattina Estate, il conduttore e direttore artistico ha anticipato che il regolamento per il prossimo anno sarà diverso.

La sua estate sarà dedicata all’ascolto dei brani, che già stanno arrivando.

In merito alla musica, Amadeus ha espresso una riflessione che va a ‘giustificare’ le sue scelte su brani e artisti.

“Per me era impensabile che le canzoni di Sanremo dopo una settimana non fossero tra i primi 10 in classifica” – ha dichiarato al Tg1 Mattina“ritenevo necessario far sì che il Festival rispecchiasse i gusti musicali dei giovani. Sanremo è diventato così un programma per giovani: oltre l’80%, con punte del 90%, dei ragazzi di 14-24 anni seguono il Festival”.

Sembra chiaro, dunque, l’orientamento che il conduttore seguirà anche per il 2024.

Inoltre ha aggiunto: “Ho sempre ascoltato musica giovane, sono abbastanza contemporaneo, raramente guardo le foto, non amo voltarmi indietro, mi piace scoprire il presente, anticipare i tempi e cerco di farlo anche nei programmi tv, nelle idee. Amo il passato, ma mi piace soprattutto il presente e il futuro, adesso ancora di più per motivi di lavoro, ma l’ho sempre fatto”.

E le radio, in questi ultimi anni, hanno risposto decisamente bene alle proposte, lanciate sul palco dell’Ariston.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

RMC101 contro la mafia: la testimonianza di Giacomo Di Girolamo

Giacomo Di Girolamo è un giornalista, da anni impegnato nella lotta contro la mafia.

Negli ultimi quattordici anni ha curato – tra le altre – una rubrica su RMC101, storica emittente della provincia di Trapani, per indagare su dove fosse nascosto Matteo Messina Denaro.

Con l’arresto di quest’ultimo, Di Girolamo è stato contattato da diversi media per raccontare l’esperienza del programma che ha portato avanti per lungo tempo.

Se ne è occupato anche il Tg1, in un servizio a cura di Roberta Ferrari.

Questo un estratto del servizio, condiviso dalle pagine social di RMC101.