Impennata di ascolti per Rai Radio2 nei giorni del Festival di Sanremo su FM-world

La settantesima edizione del Festival di Sanremo non ha premiato negli ascolti soltanto Raiuno, ma anche Rai Radio2.

Questo, per lo meno, è ciò che emerge dai dati di chi ha seguito l’app di FM-world nelle giornate comprese tra il 4 e l’8 febbraio.

Entrando nel dettaglio, la seconda rete Rai ha ottenuto uno share pari al 5,02%, avvicinandosi molto alle emittenti che la precedono (Radio Deejay al 6,46%, RDS al 5,91%, Rai Radio1 al 5,78% e Radio 24 al 5,26%).

Il risultato più importante, tuttavia, è la variazione dei 5 giorni dell’evento, rispetto ai 5 giorni precedenti, che registra una vera e propria impennata per Rai Radio2 pari al 101,8%.

In crescita anche RTL 102.5 che al Festival ha dedicato molto spazio, crescendo a sua volta del 16,3% e posizionandosi sesta con il 4,68% di share.

Questi, nel dettaglio, gli ascolti per share e variazioni delle prime dieci emittenti.

Dj Osso: “Albano e Romina, Ricchi e Poveri, mi sembra di risentire il mio programma radiofonico”

Il Festival di Sanremo riesce ad accendere qualsiasi tipo di dibattito: anche un confronto (seppur non esplicito) tra le vecchia e la nuova m2o.

E’ quanto accaduto mercoledì notte, dopo un post pubblicato da Dj Osso, oggi in forza nel weekend di Rai Radio2.

“Ricapitolando… Albano e Romina, Fiorello, Ricchi e Poveri osannati giustamente a Sanremo… (e ce ne sono tanti altri di anni passati vedi Cristina D’Avena).
Mi sembra di risentire il mio programna radiofonico…
Sono anni che porto avanti il mio mood e le mie idee…
Ma c’è chi ha il coraggio di dire che è un prodotto che non funziona…
A voi i commenti perché a me piace parlare solo con la mia musica!
Grazie Rai Radio2!”

Il post ha inevitabilmente scatenato numerosi commenti, tra tutti coloro che seguivano “Dual Core” e la programmazione della precedente m2o.

Dj Osso ha “rassicurato” i propri ascoltatori che lo possono seguire nel weekend di Radio2.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: [email protected]

Prende il via il Festival e Rai Radio2 sale al vertice degli ascolti nella app di FM-world

Quanto conta il contenuto nell’ascolto di un’emittente via app?

Molto, lo ribadiamo per l’ennesima volta, come ci conferma il Festival di Sanremo.

Rai Radio2 è l’emittente ufficiale dell’evento e, nella serata di esordio di martedì 4 febbraio, risulta essere la più ascoltata dell’app di FM-world.

Molto alto anche il seguito di RTL 102.5 che sta commentando la manifestazione con una diretta parallela.

Un’analisi più approfondita degli ascolti della settimana dell’app di FM-world – determinati, lo ricordiamo, anche dalla posizione dell’emittente – sarà on-line nei prossimi giorni.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: [email protected]

Un’intera giornata su Rai Radio2 con Brunori Sas

Venerdì 31 gennaio tornano su Rai Radio2 le giornate “tematiche”, con un ospite protagonista di buona parte dei programmi della rete.

Il primo appuntamento del 2020 sarà con Brunori Sas che, in occasione della recente uscita del suo album “Cip!”, si racconterà in una sorta di “diario radiofonico”, partendo già dalle 10.35 del mattino.

Fino a mezzogiorno, Brunori sarà in diretta con Luca Barbarossa e Andrea Perrone in “Radio2 Social Club”, a cui seguirà “Non è un paese per giovani” con Max Cervelli e Tommaso Labate.

Dopo due ore e mezza di paura, l’artista calabrese porterà la propria ironia all’interno di “Numeri Uni” con Mauro Casciari ed il duo Nuzzo-Di Biase, per poi unirsi a Massimo Cirri e Sara Zambotti dalle 18.00 in “Caterpillar”.

Infine, in serata, l’atteso concerto unplugged in Sala B con lo speciale “Radio2 Live” dalle 22.00 alle 23.30 che andrà a concludere il “Brunori Day”.

Una giornata unica, per conoscere più da vicino uno dei grandi protagonisti della musica italiana contemporanea.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: [email protected]

Torna “M’illumino di Meno”: quest’anno l’iniziativa di “Caterpillar” e Rai Radio2 si terrà il 6 marzo

Venerdì 6 marzo è la data in cui si terrà, nel 2020, la celebre iniziativa “M’illumino di Meno”.

Ad annunciarlo è Rai Radio2, attraverso il seguente comunicato:

M’illumino di Meno torna il 6 marzo 2020 ed è dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

La giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili è stata lanciata nel 2005, da “Caterpillar” e Rai Radio2, per chiedere agli ascoltatori di spegnere le luci non indispensabili e ripensare i consumi.

Sono decine i Comuni e le aziende che stanno piantando alberi: Forestazione Urbana, Corridoi Verdi. Pianteranno 3 milioni di alberi a Milano entro il 2030. Pianteranno 60 milioni di alberi, uno per ogni italiano, le Comunità Laudato si’, a partire dall’Insegnamento di Papa Francesco. Piantano alberi intorno alle chiese nella diocesi Ambrosiana. Piantano alberi le aziende che credono nella green economy. Ha piantato 350 milioni di alberi in un giorno solo l’Etiopia.

L’invito di Caterpillar è quindi a piantare un albero perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature. Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico. Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo. Ma abbiamo poco tempo e il termometro globale continua a salire. Quindi piantiamo alberi. Gli scienziati di tutto il mondo concordano: riforestazione.

Caterpillar invita Comuni, scuole, aziende, associazioni e privati a piantare un tiglio, un platano, una quercia, un ontano o un faggio. Ma anche un rosmarino, un ginepro nano, una salvia, un’erica o una pervinca major: tutto quello che si può piantare su un balcone.
Sul davanzale un geranio. E maggiorana, basilico, timo e prezzemolo: piantare un giardino sulla finestra. Piantare viole del pensiero, ortensie e petunie in un vaso appeso alla parete.
Piantare erba gatta.

Dall’inizio di “M’illumino di Meno” il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Ma spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità resta un’iniziativa concreta, non solo simbolica, e molto partecipata.

Si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo d’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M’illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso.

Con “M’illumino di Meno” dal 2005 spegniamo le luci per festeggiare il Risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili.

Quest’anno, il 6 marzo 2020, spegniamo le luci e piantiamo un albero. Un albero fa luce.

* Vuoi inviare una segnalazione o un comunicato stampa a FM-world? Contattaci all’indirizzo [email protected]

“Chiamate Mara 3131”, il giorno dell’esordio

Mara Venier è pronta per l’esordio nel pomeriggio di Rai Radio2.

La nota conduttrice sarà in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì, a partire dalle 15.00, con il suo “Chiamate Mara 3131”.

Con lei, il musicista Stefano Magnanensi e la regia di Marco Lolli.

Questo il comunicato Rai:

Da lunedì 13 gennaio riappare nel palinsesto di Rai Radio2 lo storico numero 3131, diventato negli anni sinonimo di una linea sempre aperta con i radioascoltatori.

La sorpresa è che per l’occasione dall’altro capo del telefono ci sarà Mara Venier, la straordinaria padrona di casa della domenica italiana impegnata nel contenitore di successo Domenica In, in onda su Rai1. Insieme a lei, ai microfoni di “Chiamate Mara 3131”, Stefano Magnanensi: musicista dalla voce profonda, già al suo fianco nel programma domenicale, chiamato a colorare il pomeriggio di Rai Radio2 con le note dell’ironia e del buonumore.

In ogni puntata verrà lanciato un tema e la discussione si alimenterà grazie agli aneddoti e alle opinioni dei radioascoltatori, cui farà da contrappunto l’intervista ad un ospite Vip, che avrà così modo di mettere in luce un aspetto inedito del suo carattere e della sua vita. Si parte con il tema ‘la prima volta’. A rompere il ghiaccio ci sarà Mara Venier che racconterà in presa diretta la sua prima volta in radio, per poi rilanciare la domanda a coloro che vorranno chiamare lo 06.3131 per raccontare la loro storia.

Nel corso delle puntate si spazierà dagli oroscopi ai rapporti di coppia, dalla moda al Festival di Sanremo, in un caleidoscopio di racconti dai toni più disparati che saprà divertire, incuriosire ma soprattutto dipingere a tinte vive, attraverso le domande di Mara Venier, un quadro dei nostri tempi.

“Chiamate Mara 3131” è in onda su Rai Radio2 dalle 15 alle 16 dal lunedì al venerdì.