Debutta su Radio Nizza “The French Touch”, un viaggio musicale tra Italia e Francia

Debutta su Radio Nizza The French Touch, una nuova rubrica musicale che farà viaggiare tra Italia e Francia approfondendo in ogni puntata un brano musicale che ha fatto storia.

Il programma, della durata di 14 minuti circa, tratta di brani che nel corso della loro vita sono stati interpretati sia in francese che in italiano o che, pur essendo nati in una delle due nazioni, hanno visto un successo insperato anche oltralpe.

>La prima puntata racconta la storia di Parole Parole/Paroles Paroles, che – pur nata come sigla di una trasmissione Rai – è divenuta un classico della musica francese nell’interpretazione di Alain Delon e Dalida.

Il programma è curato da Arturo Bolognini, fresco di Master in Comunicazione Musicale all’Università Cattolica di Milano. Arturo ha anche curato la parte audio dei jingle Radio Nizza, riproducendo in chiave moderna tramite il software Logic le note caratteristiche del brano “Nissa La Bella”.

Appuntamento su Radio Nizza  alle ore 10.30, 18.30 e 21.30  o sul canale podcast Radio Nizza – Promenade des Italiens.

Radio Nizza è disponibile sull’aggregatore FM-World alla terza pagina (swipe-right tre o quattro volte).

Per ulteriori informazioni: [email protected]

Palinsesto sempre più ricco su Radio Nizza, la radio per gli italiani in Costa Azzurra

Per la grande comunità italiana presente nel Sud della Francia e per i numerosi connazionali che sono e saranno in vacanza nei prossimi giorni in Costa Azzurra, Radio Nizza propone quotidianamente un ricco palinsesto di notizie e musica.

In un periodo in cui le altre emittenti riducono la programmazione con palinsesti estivi, Radio Nizza, la webradio italiana in Francia, invece offre numerose occasioni quotidiane per rimanere aggiornati su quanto avviene tra Menton e Saint-Tropez.

Si comincia al mattino tra le 7.30 e le 10 con Nizza24 e le notizie delle ultime ore dalla Francia e dalla Région Sud Paca, dal mondo, l’agenda degli appuntamenti e la méteo. Si prosegue tra le 10 e le 18 con le rubriche di viaggio alla scoperta dei luoghi e dei personaggi della Costa Azzurra con Côte à côte, Promenade des célébrités e Promenade des Italiens.

Dalle 18 alle 21 musica lounge per rilassarsi e dalle 21 al mattino successivo una notte all’insegna della musica più raffinata dal jazz al french touch, passando attraverso le colonne sonore di celebri film e l’ascolto dei migliori podcast dell’archivio di Radionizza.it.

Dunque anche per questa estate Radio Nizza resta un punto di riferimento sia per gli oltre 40.000 connazionali residenti che per il milione di turisti del Bel Paese (si stimano 200 mila proprietari di seconde case) che ogni anno scelgono la Costa Azzurra come meta di viaggio.

Radio Nizza è disponibile all’indirizzo www.radionizza.it, in terza pagina sull’aggregatore FM-World e tramite podcast su tutte le piattaforme cercando “Nizza24” o “RadioNizza”.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Radio totalmente gestite dalla IA? Content on Demand propone un approccio differente, immediatamente utilizzabile e che costruisce sull’esistente

Content on Demand è uno strumento che – lungi dal rimpiazzare speaker e redattori – permette di creare nuovi contenuti anche in modo altamente automatizzato. Cerchiamo di capire di cosa si tratta sulla base di un’esperienza concreta di utilizzo 

Dopo il lancio di ChatGPT a fine novembre 2022 molti – noi compresi – si sono fatti prendere dall’entusiasmo, prevedendo un futuro popolato di radio gestite da IA dove i contenuti sono generati da un LLM (Large Language Model, come GPT 3.5, Claude di Anthropic o LLama-2 di Meta), mentre le le voci sono generate da altri modelli che hanno appreso il modo di parlare di speaker reali.

Not so fast

Sono passati nove mesi: pensiamo di aver capito qualcosa in più e poter posizionare correttamente la IA come una risorsa addizionale, più che un cambio totale dell’impostazione delle emittenti con conseguente riduzione degli organici.

Si tratta ovviamente di una conclusione personale e provvisoria in quanto, inevitabilmente, quello che pensavamo fosse fattibile a fine 2022 lo sarà comunque in prospettiva.

Ma andiamo per gradi.

Patrizia

Cominciamo con un early adopter, la società editrice di 70-80.it. Praticamente subito inventa un format radiofonico, il Diario di Patrizia, dove le vicende di un’adolescente degli anni 70/80 sono create da GPT 3.5 tramite il front-end di PeperoniAI.

Per arrivare al risultato desiderato si parte da una serie di racconti scritti da un copywriter umano: vicende di ragazzi, innamoramenti e problemi in famiglia.

Questi script non sono destinati a essere trasmessi, ma ad allenare la IA. Successivamente vengono fornite s Peperoni specifiche istruzioni, quali:

Numera le storie, identificandole con un numero progressivo 
 Usa uno slang da ragazzi degli anni ’80
 Scrivi storie  brevi (una decina di righe) adatte a essere lette in radio e non troppo complicate.
Se possibile storie divertenti anche se l’obietttivo non è far ridere

Prompt e risultati

Ecco un esempio di risultato ottenuto in una prima fase del progetto chiedendo di “creare  tre storie  che siano autoconclusive, che significa che ogni blocco di episodi si riferiscono ad un evento particolare, dove la situazione sia “visita del museo della scienza e della tecnica di Milano

Storia 1 – Generata da GPT 3.5 e Peperoni

Oggi la prof di matematica ci porta in gita al Museo della Scienza. Secondo me sarà una palla mortale, però Luca ha detto che verrà anche lui con la sua classe, quindi spero di rivederlo! L’unica è seminare quel rompiscatole di Franco, se no mi seguirà come un cagnolino per tutta la visita…

Storia 2 – Generata da GPT 3.5 e Peperoni

Appena arrivati al museo, come previsto Franco mi si è attaccato subito. Per fortuna dopo un po’ l’ho seminato di nuovo al padiglione dedicato all’energia. Poco dopo ho incontrato Luca, era con i suoi amici. Ci siamo scambiati un’occhiata e un sorriso, che imbarazzo! Più tardi ci siamo ritrovati da soli all’esposizione delle macchine volanti. Luca mi ha preso la mano, che emozione! Forse questa gita non sarà poi così noiosa…

Ed ecco il risultato andato in onda (dove come si puo’ notare la speaker ha aggiunto qualcosa di suo):

 

Supercomputer mancanti

Il progetto prevedeva che la IA generasse anche un clone della voce della speaker, ma i fatti hanno dimostrato che ricreare una voce simile e credibile in italiano non e’ ancora possibile.

Non per problemi tecnici: le voci inglesi sono clonate in modo praticamente perfetto.


Il tallone d’Achille è la mancanza di risorse nazionali (grossi server con migliaia di GPU) dedicabili alla comprensione e simulazione delle voci italiane. E questo è un punto nodale su cui dovremo necessariamente tornare.

Kai

In germania qualcuno ha voluto andare oltre, creando una radio totalmente gestita da una IA, che ha denominato KAI. È il caso di Absolute Radio AI, il cui gestore ha recentemente dichiarato a Newslinet che “Gran parte del lavoro di Absolut Radio AI è gestito dal nostro sito, che invia la richiesta a ChatGPT e controlla e ottimizza nuovamente la risposta. La piattaforma esegue il flusso di lavoro completamente da sola; tuttavia per i primi mesi gli umani verificheranno tutti i testi e ascolteranno i vocali prima della messa in onda.”

Reality Check

Abbiamo fatto un doveroso reality check ascoltando la radio.

Ricordiamo poco del tedesco appreso al tempo del liceo, ma ci sentiamo di dire che il format scelto è intelligente: musica con interventi che parlano… della musica. In pratica la IA racconta qualcosa sui brani o gli artisti in onda, cosa fattibile senza troppi rischi di “allucinazioni” se il modello utilizzato e’ stato (come ipotizziamo) fine-tuned sulla storia della musica.

Le voci sintetiche tedesche sono credibili e il risultato – privo del tallone d’achille di molte radio, il famoso “e voi, come lo prendete il caffe’? scriveteci...” – molto gradevole. Anzi: sorprendentemente buono.

Voci sintetiche credibili

Ma veniamo al punto. Come dicevamo, il problema principale ad oggi, agosto 2023, sono le voci italiane, che suonano ancora vagamente artificiali (a differenza di quelle tedesche di Absolute Radio AI). 

Nei primi due mesi di vita di Radio Nizza abbiamo avuto accesso e potuto sperimentare il nuovo servizio “content on demand di 22HBG, per il quale disponiamo di uno speciale accesso.

Arrivando alla conclusione che Content on Demand può efficacemente integrare il lavoro delle redazioni e degli speaker per i servizi quali quelli legati all’attualità ed eventualmente connettibili programmaticamente a feed specifici. 

Content on Demand

Content on Demand, ricordiamo, è un servizio in cloud realizzato da 22HBG sulla base di quanto già sviluppato per Peperoni e dedicato alla creazione di interventi audio sulla base di prompt.   

Come si vede nella schermata, è possibile caricare un preroll (nel nostro caso da parte della voce ufficiale di Radio Nizza) e un sottofondo (nel nostro caso il suono di una macchina per scrivere) 

Dopodiché’ nell’area “Context” si procede ad inserire il proprio prompt (argomento complesso su cui torneremo) per vedersi creare, in pochi secondi, un clip completo, pronto per essere verificato e mandato in onda. 

Ligne d’Azur

Abbiamo detto che Content on Demand può efficacemente integrare il lavoro delle redazioni e degli speaker per i servizi legati all’attualità. Cosa intendiamo dire? 

Spieghiamoci con un esempio. La redazione confeziona ogni settimana contenuti ricchi, l’agenda degli eventi della Costa Azzurra o le news del giorno. Ma non può certo essere presente 24 ore su 24 per monitorare allerte o eventi puntuali, che sono però disponibili online.

 

Facciamo l’esempio del Tram di Nizza: ultramoderno, funzionante a batteria e non tramite linea aerea e altamente computerizzato. E di conseguenza sempre bloccato per ogni genere di problema (cosa che non accade agli storici serie 1500 di Milano). 

Per ovviare al problema, il feed Twitter di ligne d’Azur (il servizio di trasporto pubblico di Nizza) viene aggiornato in tempo reale, come in questo caso: 

Ed ecco il punto. Fornendo a Content on Demand il messaggio (catturato tramite uno script python) e precedendolo da un prompt specifico (sempre confezionato via Python) possiamo creare automaticamente un intervento radiofonico,  inviando a Content on demand il prompt completo seguente:

Prompt:  Crea un messaggio per Radio Nizza di natura urgente che informi – traducendo in italiano – di quanto segue: “En raison d’un éboulement, la ligne 90 est modifiée le jeudi 3 août 2023.”

Ed ecco il risultato messo in onda il 3 agosto (il contenuto inizia al secondo 14):

 

il cui testo è il seguente:
Buongiorno a tutti i nostri ascoltatori. Abbiamo un annuncio urgente da fare riguardo alla linea 90. A causa di una frana, la linea 90 subirà delle modifiche giovedì 3 agosto 2023. Vi invitiamo a tenerne conto per i vostri spostamenti. Vi aggiorneremo con ulteriori informazioni non appena disponibili. Grazie per la vostra attenzione e buona giornata a tutti!”


Versione francese

Per la versione francese non è stato necessario alcun lavoro redazionale: è stato sufficiente nel prompt specificare “in francese”: 

Prompt: Crea un messaggio per Radio Nizza di natura urgente che informi – in francese – di quanto segue: “En raison d’un éboulement, la ligne 90 est modifiée le jeudi 3 août 2023.” 

Questo l’ottimo risultato, ottenuto in seconda battuta (la spiegazione tra poco): 

 

Il testo:

Chers auditeurs de Radio Nizza, Nous avons une nouvelle urgente à vous annoncer. En raison d’un éboulement, nous devons vous informer que la ligne 90 sera modifiée ce jeudi 3 août 2023. Cette situation imprévue nous oblige à apporter des changements à l’itinéraire habituel de la ligne 90. Des mesures de sécurité sont en cours pour évaluer les dégâts et rétablir la situation normale dans les plus brefs délais. Nous vous recommandons de prendre vos dispositions pour éviter tout désagrément lors de vos déplacements. Il est possible que des retards ou des modifications temporaires soient nécessaires sur cette ligne. Veuillez suivre les instructions données par le personnel de la compagnie de transports en commun pour connaître les alternatives possibles. Nous comprenons que cela peut causer des désagréments et nous nous excusons pour les inconvénients que cela pourrait vous causer. Nous mettons tout en œuvre pour minimiser les perturbations et rétablir la situation normale dans les plus brefs délais. Restez à l’écoute de Radio Nizza pour les dernières mises à jour concernant cette situation. Nous vous tiendrons informés de tout développement ou changement concernant la ligne 90. Nous vous remercions de votre compréhension et de votre coopération. Prenez soin de vous et soyez prudents lors de vos déplacements. C’était un message urgent de Radio Nizza.

Francesismi 

Come si vede il messaggio risultato è lunghissimo, tanto da obbligarci ad accorciarlo reiterando la richiesta a Peperoni preceduta da “ripeti il testo precedente accorciandolo del 50% 

La ragione è tanto ridicola quanto interessante: i francesi – lo possiamo ormai affermare per esperienza diretta – tendono ad essere molto cerimoniosi nello scrivere e parlare, trasformando anche comunicazioni brevi in discorsi lunghissimi. La IA, trainata su questo stile, ha dunque allungato a dismisura il messaggio, obbligandoci – appunto – alla seconda iterazione. 

Versione Inglese

Infine, medesima operazione con l’inglese:

Il cui testo equivalente e’

Attention all listeners of Radio Nizza, we have an urgent message to inform you about a recent incident affecting the transportation services in the region. Due to a landslide, we regret to inform you that there will be modifications to the Line 90 on Thursday, August 3, 2023. These modifications are necessary for the safety of our passengers and to ensure smooth operations. We apologize for any inconvenience caused by this unexpected event. It is important to note that alternative arrangements will be made to minimize disruption to your travel plans. We advise all passengers who usually rely on Line 90 to check for the updated schedules and routes on our website or contact our customer service hotline for further information.

Sviluppi in Corso

Per quanto riguarda le voci in italiano, abbiamo parlato con il responsabile dello sviluppo di 22HBG che è al lavoro per la versione successiva di Content on Demand. Tra le altre cose, questa potrebbe prevedere delle opzioni in grado di modificare  il “mood” o il “tono” della voce: tramite prereset sarà dunque possibile fare in modo che la voce artificiale parli in modo neutro (stile BBC World Service, per intenderci) o enfatico (come quello spesso adottato dai conduttori nei programmi musicali).

Ultima nota 

Ultima nota: avete letto più sopra il responsabile di Absolute Radio AI affermare che “per i primi mesi gli umani verificheranno tutti i testi”.  

Ebbene il nostro consiglio è di continuare a verificare l’output non “per i primi tempi” ma fino a che “i futuri sistemi AI che emulano il “super IO” umano – modelli addizionali che controllano a valle il lavoro della IA – siano in grado di rigettare contenuti non appropriati, allucinati o semplicemente “poco radiofonici”  (M.H.B. per FM-World)

Al via Radio Nizza: nasce la radio per gli italiani in Costa Azzurra

Debutta il 2 giugno, Festa della Repubblica, la radio digitale per la comunità italiana presente nel Dipartimento delle Alpi Marittime.

Nata nel 2018 come “podcast magazine”, anticipando quella che è poi diventata la realtà della fruizione audio dei contenuti on-demand, su Radionizza.fr inizia una nuova era per Radio Nizza.

Un canale di musica internazionale che attraversa i generi e le epoche, un melange di suoni e informazione locale francese in lingua italiana all’insegna del cosmopolitismo che contraddistingue il Sud della Francia.

Cuore italiano, spirito francese e vocazione internazionale contraddistinguono la redazione di Radio Nizza che ogni settimana propone rubriche di pubblica utilità, approfondimenti dedicati alle bellezze del territorio della Costa Azzurra, interviste agli italiani che qui lavorano e hanno messo nuove radici, proposte per vivere il tempo libero.

Radio Nizza si attesta come unica fonte di informazione audio (anche se non mancano articoli sulle pagine del sito) presente nel territorio francese della Région Sud PACA.

Dal 2 giugno dunque l’offerta per gli ascoltatori di Radio Nizza raddoppierà: su Radionizza.it saranno sempre disponibili ogni settimana i podcast (come su tutte le piattaforme di streaming e gli smartspeaker), mentre su Radionizza.fr è già attivo lo streaming, come pure sull’aggregatore FM-world alla sezione “radio world”.

Responsabile dell’emittente è Marco Casa che, contattato da FM-world, ci spiega che dopo 5 anni in podcast-magazine, con il gruppo iniziale che si è allargato, si è deciso di “creare una radio in italiano, che parli di Francia per gli italiani che vivono in loco”.

“Siamo di fatto l’unico presidio italiano nel sud della Francia”, sottolinea con orgoglio.

La musica avrà la sua importanza con hit internazionali, francesi e qualche richiamo all’Italia.

“La ‘Promenade de la Musique'” – ci spiega Casa“sarà il claim della nostra playlist, richiamando la celebre Promenade des Anglais di Nizza”.

Radio Nizza si rivolge dunque ad italiani, italiani in Francia, italiani di più generazioni che sono ormai francesi ma non dimenticano le proprie origini, oltre che ai francesi stessi innamorati dell’Italia.

“Abbiamo un archivio frutto di anni di lavoro e costantemente aggiornato che comprende approfondimenti tematici su arte, luoghi di interesse turistico e culturale, gastronomia, cittadinanza e curiosità e che inseriremo in onda regolarmente. Oltre ovviamente alle news, prodotte giornalmente e con un importante compendio a fine settimana. Il tutto” – conclude Casa“sotto forma di contenuti agili e di piacevole ascolto, proposti ogni 15 minuti di ottima musica”.

Infine, in casi particolari si sta pensando anche ad eventuali dirette, in concomitanza di iniziative particolari.

Non resta che attendere il 2 giugno per entrare nelle atmosfere di Radio Nizza, pronta per far assaporare a tutti la Costa Azzurra e le sue eccellenze.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Radio Nizza, il podcast per la comunità italiana della Costa Azzurra

Mentre in Italia cresce l’interesse per i podcast come strumento di diffusione audio, in Francia è nato l’amore degli ascoltatori per questo formato radiofonico in pillole. Nessuna guerra tra FM tradizionale e nuove piattaforme ma solo uno mezzo in più per veicolare informazione, intrattenimento, sapere e musica.

Ecco allora che un’intuizione nata da un giornalista radiofonico milanese, Marco Casa e sviluppata con un antropologo italiano che vive a Nizza Giovanni Gugg e con Piero Rigolone, giornalista ed esperto di tecnologia per la radio, si sta facendo largo presso il pubblico di connazionali che vivono nel sud della Francia e non solo.

Stiamo parlando di Radio Nizza, il podcast magazine per gli italiani in Costa Azzurra che si appresta a fare il suo debutto in pubblico oltralpe.

Partito come un blog nel 2017, dopo un paio d’anni di sperimentazione Radio Nizza a inizio 2019 è diventato un progetto collettivo che vuole mettere radici nella città della Promenade des Anglais.

L’aiuto per questo processo di trasformazione arriva dal principale quotidiano della Région Sud: Nice-Matin.

Lo storico giornale nizzardo infatti ha incluso radionizza.it dentro Le Mas, il suo incubatore di startup. Si tratta di un ambizioso progetto di modernizzazione della testata, fondata negli anni Quaranta, volto a intercettare i bisogni dei lettori fornendo loro oltre a un’informazione di qualità, anche degli strumenti per migliorare la loro vita di tutti i giorni.

L’idea di un sito di informazione locale in lingua italiana è piaciuta ed è stata scelta da Le Mas perché proprio in Costa Azzurra sono residenti circa 40.000 italiani e qui negli ultimi tempi sono arrivati quasi 1 milione di turisti italiani l’anno. Radio Nizza sfrutta tutte le potenzialità della radio tradizionale e delle piattaforme digitali realizzando programmi e contenuti multimediali che possono essere fruiti attraverso gli strumenti più vari: computer, smartphone, smartspeaker, assistenti vocali in generale, anche durante gli spostamenti in auto.

I connazionali che vivono all’estero e in questo caso in Francia sono facilmente raggiunti dai media italiani ma hanno necessità di avere informazioni locali utili per la loro vita quotidiana nella lingua italiana, di essere rappresentati attraverso un medium che parli di loro e dia loro voce, questo con il duplice scopo di rinsaldare il legame con il paese di origine e di gettare ponti interculturali con quello che li ospita.

Inoltre la numerosa comunità italiana in Costa Azzurra rappresenta un target molto interessante per aziende che operano in Italia e in Francia e che vogliano intercettare un pubblico bilingue, spesso di istruzione medio alta, attento alle novità, pronto ai cambiamenti e sempre in movimento tra i due paesi: Radio Nizza offre loro spazi pubblicitari, approfondimenti redazionali, comunicazione integrata.

Su radionizza.it ogni settimana si trova il radiogiornale con le notizie da Nizza, Cannes, Mentone, Monaco, Monte-Carlo in lingua italiana, si possono leggere aggiornamenti in tempo reale in caso di eventi particolari (l’attentato di Strasburgo, le proteste dei Gilet Gialli, il rogo di Notre Dame), e ascoltare interviste a personaggi che fanno da ponte tra la cultura, la società e l’economia francese e quella italiana nella sezione “Promenade des Italiens”.

E “Promenade des Italiens – gli italiani nella società nizzarda di oggi” sarà proprio il titolo del talk show che verrà fatto dal vivo presso la sede di Nice-Matin, in bd du Mecantour 214 a Nizza, martedì 21 maggio dalle 18 alle 19. I due conduttori della serata, nonché ideatori di Radio Nizza, Marco Casa e Giovanni Gugg presenteranno al pubblico con un format radiofonico dal vivo alcuni degli italiani che vivono e lavorano in Costa Azzurra e che si sono distinti per la loro professionalità: l’imprenditrice Luisa Delpiano Inversi, il musicista Marco Vezzoso, la “maitre-de-conference” in ottica quantistica Virginia D’Auria.

L’evento è libero e gratuito e aperto a tutti, per partecipare come spettatori è sufficiente mandare una mail a [email protected], lasciando i propri recapiti e il numero di partecipanti, si riceverà una conferma nel giro di pochi giorni. Per chi non potrà essere presente il talkshow di Radio Nizza sarà disponibile in podcast al termine dell’evento.

(Comunicato stampa)