Ascolti ‘primo semestre 2024’: Radio Kiss Kiss stabile in un mercato in calo

Comunicato stampa Radio Kiss Kiss in merito ai dati di ascolto del Primo Semestre 2024.

Radio Kiss Kiss ha concluso con successo il primo semestre del 2024, mantenendo una posizione stabile e competitiva nonostante il calo generale del mercato radiofonico. Con 3,255 milioni di ascoltatori nel giorno medio e 328 mila ascoltatori medi nel quarto d’ora, l’emittente si conferma tra i leader nazionali nella classifica del primo semestre, dimostrando l’impegno costante del team radiofonico e la fedeltà dei suoi ascoltatori.

Un punto di forza dell’emittente è rappresentato dalla stabilità della share AQH, che si mantiene al 5%, confermando la solidità del posizionamento di Radio Kiss Kiss nel panorama radiofonico italiano. Questo risultato è particolarmente significativo se confrontato con la diminuzione del mercato, che ha registrato un calo di circa il 10% rispetto al primo semestre 2023.

Ma Radio Kiss Kiss non si ferma qui: i recenti dati sui social media mostrano un boom di popolarità, con un incremento impressionante degli account raggiunti (più di 11 milioni, +175%), un totale di 24 milioni di impression (+116%) e un aumento dei follower totali del 2,2%.

Lucia Niespolo, Editore e Presidente di Radio Kiss Kiss, esprime la sua soddisfazione per questi risultati: “Siamo soddisfatti per questo dato, ma siamo al tempo stesso proiettati al futuro verso il nuovo sistema Audiradio.
Rimanere stabili e mantenere una share AQH invariata nel 5% in un mercato in calo è un segno di forza e resilienza. Sono orgogliosa della stabilità attuale e che Radio Kiss Kiss sia comunque la radio che ha visto la maggiore crescita negli ultimi 10 anni. Il nostro successo è dovuto alla nostra programmazione di qualità e alla dedizione del nostro team, che lavora ogni giorno pensando al nostro pubblico. Ogni ascoltatore è un membro prezioso della nostra famiglia, e noi vogliamo ringraziarli profondamente per il loro sostegno e l’entusiasmo mostrato. Inoltre, l’ottimo andamento dei nostri social media ci mostra che stiamo costruendo una connessione forte e duratura con i nostri ascoltatori, che apprezzano e seguono attivamente la nostra presenza online. La nostra mission sarà sempre di più fornire un’esperienza radiofonica straordinaria, come ad esempio quella sviluppata quest’anno a Sanremo2024. Siamo entusiasti di continuare a crescere insieme ai nostri ascoltatori. Grazie al loro supporto e grazie a loro per essere parte della nostra storia. Kiss Kiss a tutti!“, conclude Lucia Niespolo.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Ascolti ‘primo semestre 2024’: Radio 24 in crescita sfiora i 2,3 milioni

Comunicato stampa Radio 24 in merito ai dati di ascolto del Primo Semestre 2024.

Radio 24 inizia a festeggiare i suoi primi 25 anni con un’ottima performance negli ascolti del primo semestre 2024 rilevati da ERA: è l’unica emittente con segno positivo su tutti e tre i confronti di rilevazione del giorno medio, registrando la crescita dell’1,6% rispetto al 1° semestre 2023, del 4,8% rispetto al 2° semestre 2023 e del 2,8% rispetto all’intero anno 2023, per un totale di 2.297.000 ascoltatori nel giorno medio.

Confermata la qualità dell’informazione e la capacità di ingaggio degli ascoltatori anche grazie alla trasformazione digitale compiuta nell’ultimo anno con la nuova Piattaforma Radio 24 – 4.0 che ha registrato risultati eccezionali su tutti i principali indicatori. Il forte legame con il pubblico è ulteriormente confermato dal record di download dei podcast di Radio 24 messo a segno a maggio, il più alto di sempre: 9,3 milioni di ascolti pari a un incremento del 24% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente.

La fedeltà e la forte partecipazione del pubblico è testimoniata poi dall’entusiastica adesione all’iniziativa “La trasmissione che non c’è” ideata per festeggiare i 25 anni dell’emittente del Gruppo 24 ORE e dal successo al Festival dell’Economia di Trento, dove Radio 24 è stata protagonista sia con 22 dirette in piazza, sia con sei spettacoli live che hanno registrato il tutto esaurito.

“Gli ascolti in crescita che abbiamo ottenuto nel primo semestre sottolineano l’importanza di una radio che presidia l’informazione libera, autonoma, indipendente, approfondita e competente, elementi distintivi del modo di fare informazione di Radio 24 da 25 anni, riconosciuti e apprezzati dal grande pubblico in un contesto mediatico perfino assediato da troppa informazione di routine e fake news” – commenta il Direttore Responsabile di Radio 24 e del Gruppo 24 ORE Fabio Tamburini – “Ringrazio la nostra redazione per la sua capacità di fornire sempre una copertura tempestiva e approfondimenti completi sui fatti di cronaca, politica, economia e attualità grazie anche alla sinergia e collaborazione di tutti i giornalisti e inviati del quotidiano Il Sole 24 Ore e dell’agenzia di stampa Radiocor. Radio 24 conferma la sua unicità che ne rappresenta la caratteristica fondante e il punto di forza.”

I risultati in controtendenza rispetto al panorama radiofonico confermano la validità e la forza delle scelte operate su un palinsesto che in questi anni è stato capace di innovare ma senza mai perdere la vocazione originaria di Radio 24 – sottolinea il Vicedirettore Esecutivo di Radio 24 Sebastiano Barisoni – e quindi di mantenere la forza informativa grazie al lavoro dei colleghi delle news, unendo a questa la capacità di analisi obbiettiva e la funzione spesso anche di servizio pubblico dei suoi programmi.”

Siamo molto orgogliosi del risultato e riteniamo che sia il riconoscimento di un impegno costante profuso da Radio 24 in tutte le professionalità che la compongono, al fianco dell’area giornalistica. Al lavoro ogni giorno per 18 edizioni del Giornale Radio e 56 programmi settimanali e un’attività on the ground sempre più ricca: 18 eventi nel primo semestre 2024 tra live in esterna e Digital Round Table” commenta Federico SilvestriDirettore Generale Media & Business del Gruppo 24 ORE. “Un riconoscimento ribadito anche dal mercato pubblicitario, con risultati di raccolta nel primo semestre in significativa crescita, grazie al numero sempre maggiore di campagne in esclusiva e una fervida proposizione di format tailor made, capaci di soddisfare tutte le esigenze di comunicazione in un contesto di affidabilità, credibilità e capacità narrativaA tutto ciò si aggiungono gli ottimi risultati della piattaforma Radio 24 – 4.0 nel 1° semestre 2024: la media mese cresce del 226% sulle page impression e del 93% sugli unique browser. Ancor più brillante l’andamento della nuova App che ha registrato nel primo semestre 2024 3,8 milioni di Page Impression (+17%) e 1,4 milioni di visite (+14%), confermando il robusto e crescente utilizzo della App e l’alto gradimento dell’esperienza di navigazione da parte degli ascoltatori.”

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Ascolti radiofonici: il 4 luglio, i dati del Primo Semestre 2024

Arrivano i dati di ascolto relativi al Primo Semestre 2024. I dettagli nel comunicato.

Come previsto dal calendario dell’indagine sull’ascolto radiofonico in Italia “RadioTER 2024”, si sono concluse le rilevazioni del primo semestre 2024.

Al riguardo il Dott. Carlo Ottino, Presidente di ERA – Editori Radiofonici Associati srl ha evidenziato:

“con riferimento all’indagine principale, relativa all’ascolto nel giorno medio, nei 7 giorni, nonché l’ascolto nel quarto d’ora e la durata dell’ascolto, realizzata da GfK Italia e Ipsos, le rilevazioni del primo semestre si sono concluse il 10 giugno u.s.; mentre si sono concluse il 24 giugno u.s. le rilevazioni della prima wave dell’indagine parallela – che permetterà di alimentare le modellistiche di creazione della copertura dinamica a quattro settimane – realizzata da Doxa.”

“Ricordiamo che RadioTER 2024 è un’indagine campionaria sull’ascolto delle emittenti radiofoniche, nazionali e locali” ha ricordato Ottino “rappresentativa dell’universo di riferimento, ovvero persone presenti sul territorio italiano a partire dai 14 anni di età. In particolare, RadioTER 2024 viene realizzata mediante interviste telefoniche (120mila interviste annue per l’indagine principale e 20mila interviste annue per l’indagine parallela), su telefoni fissi e mobili, con metodo CATI”.

Il Dott. Carlo Ottino ha infine reso noto, al riguardo, che il Consiglio di Amministrazione della società, riunitosi venerdì 21 giugno u.s., ha deliberato, all’unanimità:

a) che la pubblicazione sul sito web di ERA dell’anticipazione dei dati del primo semestre dell’Indagine principale RadioTER 2024 avverrà giovedì 4 luglio 2024;

b) che la pubblicazione sul sito web di ERA del volume, in formato elettronico, dei dati del primo semestre dell’Indagine principale RadioTER 2024 avverrà martedì 20 agosto 2024;

c) che la pubblicazione del nastro di pianificazione del primo semestre 2024 (con i dati integrati dell’Indagine principale e dell’Indagine parallela), consultabile con i software autorizzati da ERA, avverrà martedì 20 agosto 2024.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

ERA: oltre 35 milioni ascoltano la radio ogni giorno

ERA (Editori Radiofonici Associati) ha pubblicato i dati di ascolto del mezzo radio, relativi al periodo che va dal 27 febbraio al 13 maggio.

Poche le variazioni rispetto al precedente semestre mobile.

Gli ascoltatori stimati nel giorno medio sono 35.330.000 su 21.888 casi.

Nel quarto d’ora medio (AQH, dalle 6.00 alle 24.00) il dato è pari a 6.569.000 con 3.859 casi.

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

RadioTER, secondo semestre 2023: nei sette giorni, sul podio RTL 102.5, Radio Italia e RDS

Sono 44.459.000 gli ascoltatori nei sette giorni, secondo i dati del secondo semestre 2023 di RadioTER.

Un dato che generalmente viene preso meno in considerazione, rispetto al giorno medio ed al quarto d’ora medio, ma di cui mostriamo la classifica delle prime 25 radio.

In testa RTL 102.5, seguita da Radio Italia Solo Musica Italiana e RDS, a fronte di Radio Deejay e Radio 105 rispettivamente quarta e quinta (emittenti che occupano invece il primo ed il secondo posto nel quarto d’ora medio).

Questi i dati:

1. RTL 102.5 – 17.782.000
2. Radio Italia Solo Musica Italiana – 15.019.000
3. RDS 100% Grandi Successi – 14.403.000
4. Radio Deejay – 13.682.000
5. Radio 105 – 13.411.000
6. R101 – 9.653.000
7. Radio Kiss Kiss – 9.521.000
8. Virgin Radio – 7.660.000
9. Radio Monte Carlo – 6.001.000
10. Radio Capital – 5.257.000
11. Radio Subasio – 5.249.000
12. Radio 24 – 4.746.000
13. m2o – 4.674.000
14. Radiofreccia – 4.150.000
15. Radio Zeta – 3.589.000
16. Radio Italia Anni 60 – 3.307.000
17. Radio Bruno – 2.641.000
18. Radio Norba – 2.540.000
19. Radio Sportiva – 2.411.000
20. Radio Margherita – 2.373.000
21. Radio Kiss Kiss Italia – 2.222.000
22. Radio LatteMiele – 2.018.000
23. Radio Birikina – 1.859.000
24. Radio Kiss Kiss Napoli – 1.308.000
25. Italia News 24 – 1.216.000

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Linus: “Deejay è ancora in grado di stupire posizionandosi in vetta alle classifiche”

Soddisfazione da parte di tutto il Gruppo GEDI per i risultati ottenuti dagli ultimi dati.

Ottimi risultati d’ascolto per le tre emittenti del Gruppo GEDI, tutte in crescita, come attestano i dati pubblicati oggi da RadioTER, relativi agli ascolti del mezzo Radio che nell’Anno 2023 registra ben 36,3 milioni di ascoltatori medi giornalieri (+7,5% rispetto al 2022) e 7,2 milioni nel quarto d’ora medio (+14,1%).

Radio Deejay ottiene il primo posto nella graduatoria del quarto d’ora medio (AQH) con 675 mila ascoltatori (+48,0% rispetto all’anno precedente) e supera i 5,5 milioni (5.509 mila, +17,8%) di ascoltatori nel Giorno Medio dove conquista la seconda posizione nel II Semestre 2023 con 5.624 mila ascoltatori.

Bene Radio Capital con 140 mila ascoltatori nell’AQH (+17,6%) e 1.338 mila ascoltatori nel Giorno Medio (+2,9%), valore che raggiunge i 1.405 mila nel II Semestre 2023.

In ulteriore crescita Radio m2o che ottiene il suo massimo storico sia nell’AQH con 176 mila ascoltatori (+34,4%) sia nel Giorno Medio con 1.766 ascoltatori (+11,0%, con il valore del II Semestre 2023 che sale a 1.848 mila).

“Dopo tre anni complicati, il 2023 potremmo ormai ufficialmente considerarlo l’anno della rinascita per tutto il comparto radio, che si vede ricompensato per il grande impegno, e per le nostre emittenti” – dichiara Linus, Direttore Editoriale Radio GEDI e Direttore Artistico di Radio Deejay e Radio Capital -. Deejay sta per compiere 42 anni ed è ancora in grado di stupire posizionandosi in vetta alle classifiche e consolidando anno dopo anno una relazione di qualità con il suo pubblico unica nel panorama radiofonico. Cresce anche Radio Capital che sta trovando una sua strada e una sua stabilità e benissimo m2o, forse in questo momento la radio più originale del panorama italiano. Ma… the best is yet to come!”

“I nuovi dati d’ascolto confermano con decisione il trend, più che positivo, che accompagna la crescita costante di Radio m2o.” – commenta Albertino, Direttore Artistico di Radio m2o-. “L’ultima rilevazione sottolinea inoltre un dato storico: il record assoluto di ascoltatori nel giorno medio e nel quarto d’ora medio (AQH). Sono numeri entusiasmanti, raggiunti attraverso un riposizionamento coerente, mirato e appassionato del prodotto m2o, in grado oggi di raggiungere una fascia di pubblico sempre più ampia e trasversale”.

 Un 2023 di vero successo per le emittenti del Gruppo GEDI, dai dati di ascolto ai risultati ottenuti dalla raccolta pubblicitaria (con trend nel periodo gennaio-novembre 2023 superiore al +7,0% registrato dal mercato), dall’adesione del pubblico ai vari eventi sul territorio ai primati social, digital e di OnePodcast, progetto leader in Italia con oltre 17 milioni di streaming/mese e con la serie Elisa True Crime che ha raggiunto la vetta nella classifica di Spotify dei podcast più ascoltati del 2023.

(Comunicato stampa)

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]