Prima graduatoria Tv anche per la Toscana

A cura di Mauro Roffi

Anche in Toscana è stata diffusa la prima graduatoria delle Tv locali in vista dello switch-off e sulle 88 domande presentate ci sono state 67 emittenti ammesse (naturalmente per ora).

A capeggiare la classifica è, come prevedibile, Rtv38, seguita a distanza da Toscana Tv, che continua la sua marcia verso le posizioni di vertice fra le Tv locali (in Toscana forse più vivaci e intraprendenti rispetto ad altre parti d’Italia). Al terzo posto c’è invece Noi Tv di Lucca, erede di successo di tutte le esperienze televisive del gruppo Marcucci (si ricorderà il mitico Il Ciocco, con Elefante, VideoMusic, Canale 2000 e poi la stessa ReteMia e altro ancora).

Buona quarta posizione per Tv9 (qualcuno la ricorderà ancora come Telemaremma), mentre la pistoiese cattolica Tvl (quinta) si conferma come una delle esperienze più valide in questo campo fra le Tv locali italiane.

Sesta è l’altra storica Tele Granducato di Livorno (ma anche Pisa) e il settimo posto premia poi anche l’esperienza di tutto rilievo di Teletruria. Ottava piazza per 50 Canale, a sua volta molto vivace non solo a Pisa, mentre è solo nona Italia 7, che con la gestione Sciscione (dopo il fallimento) ha un po’ abbandonato le volontà di primato di un tempo. Decima posizione per Tvr Teleitalia, legata a 7 Gold ma non in forma ‘stringente’ come emittenti di altre regioni.

A seguire, Tv Prato (Tvp) conferma le buone posizioni conquistate dalle Tv cattoliche regionali, tanto che l’emittente fa meglio di Tv1, marchio decisamente più noto per via del maggiore territorio coperto. Dopo Canale Italia 83 Extra, si fa luce anche Alert System Tv, una Tv di servizio pubblico legata alla Protezione Civile.

A seguire, ecco la nota Teleiride e poi un’altra Tv cattolica, Tsd dell’Aretino. Teleregione Toscana torna a farsi valere al diciassettesimo posto e precede Siena Tv, nata dalla lunga esperienza di Radio Siena. Ancora Arezzo in scena alla posizione 19 con Arezzo Tv e poi al ventunesimo posto con Linea Uno, mentre la zona di Chianciano vede protagonista NTI (già Nuova Tele Idea) al n. 20.

Le tante Tv delle varie città della Toscana continuano ad ‘affollare’ la graduatoria con CCS Canale Civico Siena, mentre si è stranamente un po’ perso nelle retrovie l’ancor più noto marchio senese di Canale 3. La rediviva Tele Versilia è al n. 23, mentre Canale 10 riesce a trovare una posizione neppure disprezzabile in classifica nonostante le tante disavventure e la programmazione oggi molto limitata rispetto ai tempi d’oro di Cecchi Gori.

TC2 News, venticinquesima, rappresenta l’altra esperienza storica di Livorno, mentre non è più presente l’emittente originaria, Telecentro. Si passa poi a Tele Firenze Viola Supersport, che precede la stessa Radio Bruno Tv, un po’ sottovalutata qui rispetto alla sua importanza soprattutto nella FM locale.

Ventottesima è TeleRiviera, che non demorde, e poi c’è un’altra piccola ma tenace Tv locale, Sesta Rete. Dopo Canale Italia 84 Extra, ecco Ecclesia, del gruppo cattolico Tele Liguria Sud di La Spezia. Seguono Telecampione, Regione Tv (gruppo Sciscione), Salute e Natura e TeleRoma 56, ‘in trasferta’ per così dire, subito affiancata da TeleRoma 56 Sport.

Con la posizione 37 cominciano le Tv ‘a punteggio 0’: ce ne sono molte del citato gruppo Tv1, a partire da La Tv, o legate a Sesta Rete, e poi ci sono le emittenti di regioni vicine, come TeleOrvieto Due RTUA e Aquesio e la stessa Umbria Tv. Alla posizione 45, ecco poi Radio Radio Tv.

È solo quarantasettesima, purtroppo, Clivo, la vivace e intraprendente emittente di Empoli sorta dopo la chiusura di Antenna 5, e poco dopo c’è anche Idea Plus, nata da poco dopo le difficoltà insorte per la storica Teleidea.

Dopo la giovane Tele Radio Leo di Orte (posizione 53), troviamo, solo qui, Vuemme, Tv di nascita relativamente recente ma messasi in luce, e non solo in Toscana, fra l’altro.

C’è anche spazio per Firenze Viola Supersport, stavolta in versione News 24, e non manca, per cercare di migliorare la situazione di un’area problematica come quella pratese, Radio Italia Cina + Tv.

Fra le altre emittenti, chiudono la graduatoria la storica Telecamaiore Nuovi Orizzonti e Tvr Più.

Ci si domanderà se manca qualcuno di rilevante in questa lista. La risposta è sì, perché non ho trovato tracce, salvo errori, dell’esperienza lunghissima di Antenna 3 nell’area di Massa e Carrara, della non trascurabile Tevere Tv di San Sepolcro e anche di Gastone Nencini, una Tv, come da nome, decisamente particolare. Hanno invece concluso le loro esperienze in Dtt le varie Tv dell’Elba susseguitesi in questi anni, Dì Tv a Lucca e Valdarno Channel. Etrusca Tv di Cecina, invece, non sembra aver mai realmente ‘ingranato’.

Ma non posso poi notare che probabilmente l’assenza che pesa di più per i lettori di FM-world è quella di Italia 5 Tv, nata sulla base dalla omonima fortunata emittente in FM.

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it