Massimiliano Capitanio è il nuovo Commissario Agcom

A cura di Mauro Roffi

Sono serviti più di tre mesi al Parlamento per sostituire il Commissario Agcom Enrico Mandelli, venuto improvvisamente a mancare nel dicembre scorso, un periodo che per i tempi della politica italiana non è poi neppure molto ampio.

In ogni caso l’Agcom, data la grande rilevanza dei suoi compiti e considerando anche che siamo ancora nella prima fase dell’attuale consiliatura (iniziata dopo l’estate 2020), non poteva non essere in tempi brevi nella sua piena composizione. L’incombenza dell’elezione spettava alla Camera e così l’aula di Montecitorio ha eletto al posto di Mandelli quale Commissario Agcom Massimiliano Capitanio, deputato leghista, che ora lascerà il Parlamento e la Commissione di Vigilanza Rai.

La nomina rispetta gli equilibri politici precedenti (Mandelli, noto non come politico ma per la sua attività a 7 Gold, era comunque considerato di area leghista), con l’unica differenza che nel 2020, al momento della nomina di Mandelli, la Lega era all’opposizione e non al Governo, come adesso.

L’elezione è avvenuta così senza particolari ‘scossoni’, con 221 voti a favore, 10 voti dispersi e 170 schede bianche (nessun astenuto, invece).

Nel collegio Agcom, presieduto da Giacomo Lasorella, Capitanio affiancherà gli altri Commissari, che sono Laura Aria, Antonello Giacomelli ed Elisa Giomi.

Prima della nomina, la Camera aveva aperto la fase delle ‘candidature dirette’ degli interessati alla carica, una procedura che dovrebbe garantire una maggiore trasparenza nell’elezione; la nomina comunque, come di consueto, è poi avvenuta privilegiando appunto gli equilibri politici. A candidarsi a Commissario Agcom assieme a Capitanio erano state altre 48 persone e l’elenco è stato pubblicato dalla stessa Camera. A titolo di curiosità dirò che ho notato fra i 49 candidati alcuni studiosi del mondo della comunicazione, accanto a politici e rappresentanti di varie istituzioni.

Ma chi è Capitanio? Originario di Concorezzo, in Lombardia, è nato nel 1974 ed è parlamentare dal 2018. Segretario e capogruppo della Lega nella Commissione di Vigilanza, come accennato, è anche membro della Commissione Trasporti, Poste e Tlc della stessa Camera e Tesoriere del Gruppo Lega.

Prima di approdare a Montecitorio ha avuto varie esperienze alla Provincia di Milano e alla Regione Lombardia nel settore dell’ufficio stampa; ha poi collaborato con il programma ‘L’ultima parola’ di Rai2 e prima ancora ha svolto alcune attività giornalistiche in periodici locali lombardi.

Nella sua attività parlamentare, Capitanio si è invece distinto quale primo firmatario di alcune proposte di legge e risoluzioni in tema di comunicazione e tlc.

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it