I giovani, la Radio, la Tv: i casi di Radio Zeta e Radio Cusano Tv

A cura di Carmelo Aurite

Riceviamo e pubblichiamo un editoriale di Carmelo Aurite sul rapporto tra i giovani ed i media quali radio e tv.

I casi presi in considerazione sono quelli di Radio Zeta e di Radio Cusano Tv.

Uno dei limiti del mondo della comunicazione radio-televisiva attuale è il ricambio generazionale. I giovani puntano infatti subito, per comunicare, sul web e sul mondo social. Una dimostrazione ne è Chiara Ferragni, che arriva a Sanremo 2023 con il doppio o il triplo di followers o visualizzazioni rispetto ai telespettatori che potrebbero vederla nella sua partecipazione alle serate del Festival dell’anno prossimo.

Nel panorama radiotelevisivo nazionale ci sono però delle eccezioni rispetto a queste difficoltà e questa volta parliamo del gruppo di Rtl 102.5 e di Radio Cusano Tv, che hanno puntato ad un vivaio di conduttori, giornalisti e inviati della ‘generazione Z’.

Per quanto riguarda la famiglia di Rtl 102.5, una testimonianza che il percorso indicato dal general manager Suraci è quello esatto è stato dimostrato di recente dalla partecipazione di pubblico al Parco della Musica di Roma all’evento ‘Future Hits Live 2022’, in diretta su Radio Zeta Tv. L’appuntamento, a metà tra live e Televisione, ha registrato dei numeri che hanno indotto la direzione del network persino a programmare delle repliche. Figure giovanissime come Jody Cecchetto, Paola Di Benedetto e Camilla Ghini sono infatti riuscite a fidelizzare molto il pubblico, trasformando la ‘radiovisione’ in un media dal ritrovato appeal per le nuove generazioni.

Bene anche ‘Rtl 102.5 News’ con programmi di approfondimento curati da conduttori come Francesco Fredella, Alessandra Lombardi, Andrea Piscina, Mario Vai, Ilaria Arpino, Pietro Sorace, che riscuotono un crescente interesse. Con l’apporto di giovani giornalisti come Luigi Santarelli, Enrico Galletti, Massimo Lo Nigro, l’informazione in quel di Rtl assume infatti livelli alti, che in casi come l’inizio della Guerra in Ucraina hanno dato testimonianza della possibilità di svolgere un compito di servizio pubblico mediante un network privato.

Accanto a Rtl, un’altra realtà in forte crescita, grazie alle intuizioni del fondatore Stefano Bandecchi e del direttore delle news Gianluca Fabi, è quella di Radio Cusano Tv, radiotelevisione di proprietà dell’Università Niccolò Cusano, canale 264 del digitale terrestre, in onda 7 giorni su 7 h24, con un palinsesto ricco di contenuti e approfondimenti in ambito politico, sociale e culturale.

Radio Cusano Tv nell’ultimo anno, con programmi come ‘Mattino con noi’ e ‘Pomeriggio con noi’, condotti rispettivamente dalle coppie Tommaso Franchi-Manuela Poidomani e Francesco Acchiardi-Debora Carletti, si è dimostrata capace di tenere testa ai programmi più blasonati di infotainment in onda sui primi tasti del telecomando. Un mix indovinato tra cultura e intrattenimento, lontano dalla cronaca nera morbosa imperante su altri canali, fa riservare a questi programmi una piacevole attenzione; le trasmissioni anzi – viene da dire – hanno un garbo che non si respirava più in Tv dai tempi del salotto del ‘Tappeto Volante’ di Luciano Rispoli.

Bene, dunque, la Radio-Tv nuova che avanza ma è anche fondamentale coltivare nuovi vivai di giovani conduttori e giornalisti.

Carmelo Aurite

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it