Graduatorie Tv definitive per Toscana e Lombardia

A cura di Mauro Roffi

Asian young adult man watching TV and changing channel with remote control. Narrow focus on buttons and hand in foreground, cropped view.

Ancora novità sul fronte dello swich-off delle Tv locali. Mentre si fa attendere la probabile ‘grana’ della graduatoria Lcn della Campania, dopo l’ultima seduta pubblica è uscita la graduatoria definitiva Lcn della Toscana, che non ha riservato particolari sorprese (al contrario di quella del Lazio, come abbiamo visto nei giorni scorsi).

Intanto però il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato anche – sembrerà incredibile ma è così – la graduatoria definitiva assoluta delle emittenti di Lombardia e Piemonte orientale, che, come avevo notato a suo tempo, non era mai stata diffusa ufficialmente (con la denominazione ‘definitiva’, appunto), al contrario di quella Lcn. Che ciò accada molti mesi dopo il periodo delle graduatorie di questa parte importantissima d’Italia, a switch-off non solo avvenuto da mesi ma anche in qualche modo ‘digerito’, con una situazione che qui si sta già in qualche modo ‘assestando’, ha quasi dell’incredibile, anche se viene anche un po’ da sorridere.

In ogni caso, la graduatoria definitiva delle Tv di Lombardia e Piemonte orientale (ricordiamo che qui ci sono ben due reti di 1° livello) non riserva particolari sorprese e ha quasi un sapore ‘retrò’, considerando che ritroviamo in classifica emittenti che poi nei fatti hanno lasciato spazio, dopo lo switch-off, ad altre stazioni (come abbiamo visto di recente in un altro articolo): è il caso di Telesettelaghi (che in teoria sembrava voler ritornare a trasmettere in Dtt), di Radio Millennium Tv, della fantomatica Qsr Tv, di B1 Tv, mentre altre si fanno attendere un po’ (è il caso di Valpadana Tv, del ‘gruppo Lodi Crema – Lombardia Tv’) e altre hanno appena iniziato ad ‘affacciarsi’ sui televisori (è il caso di Primanews Lombardia, sesta assoluta in questa graduatoria, mentre giunge già la notizia del passaggio della sua società editrice, in maggioranza, al gruppo Sciscione).

Complessivamente le emittenti presenti in questa graduatoria definitiva della Lombardia sono 54, rispetto alle 57 della precedente. Non figurano più infatti Supersix, Videostar 2, Telepiadena e Erretiesse Tv, mentre torna in questa graduatoria (dove non ci sono più punteggi) la piemontese Rete 7.

Esaurito questo capitolo in qualche modo ‘strabiliante’, torniamo alla Toscana e alla sua graduatoria Lcn definitiva. Non ci novità particolari, si diceva, e non staremo perciò a riepilogare le posizioni 10-19, notando che restano invariate anche quelle 75, 76 e 77.

Poi però ci sono stati i soliti ‘aggiustamenti’ e tanti sorteggi e le numerazioni Lcn ‘si sono ridefinite’. Il 78 sarà così di Teleregione Toscana, l’81 di Arezzo Tv, l’82 di Tele Versilia, l’83 di Tc2 News, mentre Canale Civico Siena resterà sull’84.

A seguire ci saranno Tsd sull’85 e Canale 10 sull’86, mentre Umbria Tv resterà sull’87. L’88 andrà a Alert System Tv. Queste le posizioni successive: Siena Tv sul 91, Canale 3 Toscana sul 92, NTI sul 93, Regione Tv sul 94, Canale 3 (che non coincide con la rete quasi omonima citata prima) sul 95. Ancora, Tele Firenze Viola Supersport sul 96 e Radio Bruno Tv sul 97.

L’altro blocco sarà il seguente: Telecampione 110, Odeon 24 111, Idea Plus 112. Poi, spazio alle tante emittenti del gruppo ‘Tv1’: 1 Sport 113, Tua 114, La Tv 115, Tourist 116, 1 Mia 117, 1 Le News 118, Insieme 119 e 1 Toscana 177. Chiude Firenze Viola Supersport News 24 Canale 194 proprio sul 194.

Ma non vanno dimenticate le nove Tv comunitarie, tutte con nuova numerazione, anche dopo i sorteggi. Sesta Rete avrà dunque il 79, Tele Iride l’80, Tele Camaiore Nuovi Orizzonti l’89, RTUA il 90, RTUA 2 il 98, Antenna3 Rew il 99, Radio Italia Cina + Tv il 180, Aquesio Tv il 189, VP Volta Pagina il 190.

Complessivamente, le Tv presenti in questa graduatoria sono 50, e non più 51, perché almeno per ora si è persa per strada Tvr Più.

Per chiudere davvero, una notizia molto particolare. Raccontavo giorni fa delle difficoltà specifiche di alcune Tv pugliesi, come Telefoggia e Studio 100, per coprire con la rete di 2° livello le città in cui hanno sede. Telefoggia sembra aver risolto la situazione in modo radicale, installandosi sul mux nazionale di Retecapri, su alcuni canali dalla numerazione consecutiva (la rete pugliese cita in particolare il 224), prendendo il posto di Amici per l’Italia, dove il noto Mariano Amici stava lanciando il suo movimento politico.

In realtà l’accordo è con Azzurra Tv Italia (aspirante rete nazionale che sembra avere base proprio in Puglia e di cui è presidente Nicola Benedetto, con Vincenzo De Gregorio impegnato nella parte giornalistica), che ha assicurato che diffonderà in tutto il Paese, grazie al mux di Retecapri, ‘il meglio della programmazione di Telefoggia’.

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it