Claudio Cecchetto a ‘La Stampa’: “La radio rimane uno strumento eterno”

L'intervista integrale è pubblicata a pag. 21 del quotidiano di domenica 10 aprile

Claudio Cecchetto si avvicina alla sua seconda sfida elettorale.

Dopo aver mancato alcuni anni fa l’elezione a sindaco di Misano Adriatico, il 12 giugno sarà uno dei candidati per diventare ‘primo cittadino’ di Riccione, località che lui stesso ha contribuito a promuovere, portandovi ogni estate – già dalla fine degli anni ’80 – Radio Deejay e successivamente anche Radio Capital.

In una intervista rilasciata a “La Stampa” – e che lo stesso Cecchetto ha condiviso sui social – non mancano alcuni passaggi in cui si parla proprio di radio.

In primis, il candidato sindaco si sofferma sul rapporto tra i ragazzi ed i mezzi di comunicazione, dichiarando che “i giovani non sanno che farsene della nostra radio e della nostra televisione, hanno i social, hanno TikTok, hanno Twitch, che è stato comprato da Amazon e che è uno strumento del futuro”.

Tuttavia, l’amore per la radio di Cecchetto emerge quando racconta che ancora oggi “fa compagna e, fino a quando ci saranno le auto ed il traffico, continuerà ad andare bene. Forse le radio non hanno l’effetto di una volta, quando lanciavano veramente gli artisti, mentre ora sono un distributore di pubblicità. Oggi poi ci sono Spotify, YouTube, non hai più l’esclusiva, ci sono anche altri strumenti per fortuna, ma la radio rimane uno strumento eterno che si è evoluto in emittenti web specializzate in generi, dal rock al country ad altri, e che diventa anche social”.

Il resto dell’intervista, a pagina 21 de “La Stampa” di domenica 10 aprile.

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it