Tamara Donà e Guido Bagatta nel drive-time di Radio Monte Carlo

6 Settembre 2019
7113 Visualizzazioni

Al via un nuovo programma nel drive-time di Radio Monte Carlo.

Da lunedì 9 settembre dalle 18.00 alle 20.00, arriva “Take it easy”.

A condurlo, due note voci della radiofonia (e non solo) italiana: Tamara Donà e Guido Bagatta, che lascia conseguentemente Radio Deejay.

A loro il compito di accompagnare il rientro a casa dal lavoro degli ascoltatori della radio.

La novità è solo uno dei nuovi tasselli della nuova Radio Monte Carlo, resi noti tramite il seguente comunicato stampa.

Lunedì 9 settembre si apre ufficialmente una nuova stagione per Radio Monte Carlo.

L’emittente del Gruppo RadioMediaset si presenterà ai propri ascoltatori con un palinsesto rinnovato accompagnato da un nuovo logo e un restyling di sito e app.

Radio Monte Carlo da sempre si caratterizza per la qualità del suo intrattenimento e la scelta di contenuti di valore che spaziano dall’arte alla cultura, dalla moda al design e che hanno fatto assurgere il nome dell’emittente a sinonimo di classe, stile ed eleganza.

Il palinsesto presenta nella fascia pomeridiana la ripresa del nuovo appuntamento “Happy Together” (dal lunedì al venerdì dalle 13.00 alle 16.00) condotto da Isabella Eleodori e Alberto Davoli. Alle 18.00 prenderà il via il programma “Take It easy” (dal lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 20.00) con Tamara Donà e Guido Bagatta.

Un altro innesto molto significativo avverrà venerdì 4 ottobre alle 22.00 quando le luci si accenderanno su “Dardust Night” con Dario Faini in arte Dardust e Nick the Nightfly. La notte firmata dal compositore e produttore più influente dell’attuale panorama musicale italiano, che attraverso una selezione da lui stesso curata accompagnerà gli ascoltatori in un viaggio che spazierà dalla musica neoclassica all’elettronica.

Il nuovo logo, teso a rafforzare la brand identity, ha subito un restyling in forma e font type per una maggiore leggibilità.

Elegante e in linea con il restyling del brand, il nuovo radiomontecarlo.net si caratterizzerà per i codici grafici blu e una migliorata usability per scoprire ogni giorno le novità della radio e poterla ascoltare in mobilità. Aspetto reso ancora più efficiente dalla nuova app.

La nuova identità dell’emittente sarà comunicata attraverso una campagna ADV con un importante piano a supporto su quotidiani, stampa periodica, affissioni su Milano e su digital.

A ottobre la creatività avrà inoltre un nuovo sviluppo creativo ad hoc per la TV.

La campagna è volta a valorizzare l’immagine del brand Radio Monte Carlo e consolidare il suo posizionamento di radio esclusiva e distintiva, dallo stile ricercato, elegante e glamour. Protagonista della comunicazione è una raffinata boccetta di profumo, un oggetto che racchiude il mondo valoriale di Radio Monte Carlo e che intende trovare totale identificazione con il suo target d’élite concentrandosi sull’importanza del brand. La metafora del profumo viene esplicitata nel claim “L’essenza della musica”.

Potrebbero interessarti

Rai Radio Techetè ripropone le radiocronache del secondo scudetto del Napoli di Maradona
Primo piano
7 visualizzazioni
Primo piano
7 visualizzazioni

Rai Radio Techetè ripropone le radiocronache del secondo scudetto del Napoli di Maradona

Redazione - 29 Novembre 2020

La stagione calcistica 1989/1990 vedeva per la seconda volta il trionfo del Napoli. Soltanto tre anni prima, la squadra partenopea…

Il “Gran premio della radio”: nel ’93, Maurizio Costanzo e Maria De Filippi premiavano le migliori emittenti dell’epoca
Primo piano
60 visualizzazioni
Primo piano
60 visualizzazioni

Il “Gran premio della radio”: nel ’93, Maurizio Costanzo e Maria De Filippi premiavano le migliori emittenti dell’epoca

Redazione - 29 Novembre 2020

Domenica 7 novembre 1993 si svolgeva al City Square di Milano, la premiazione della prima edizione del 'Gran Premio della…

“Perchè i media nazionali considerano poco le radio regionali?”: la riflessione di Gigio Rosa
Primo piano
13 visualizzazioni
Primo piano
13 visualizzazioni

“Perchè i media nazionali considerano poco le radio regionali?”: la riflessione di Gigio Rosa

Redazione - 29 Novembre 2020

"Secondo voi, il mestiere dello speaker radiofonico è rappresentato più da chi trasmette in un network che copre la nazione…