Roberto Sergio, Rai Radio: «Chiudiamo un periodo entusiasmante. E ora, la radio in tv»

18 Giugno 2020
662 Visualizzazioni

Intervenendo alla conferenza di lancio del progetto di Radio 2 “Let’s Play”, Roberto Sergio, direttore Rai Radio, ha evidenziato i risultati ottenuti nel triennio appena concluso e ha dato qualche anticipazione sul futuro.

Queste le sue dichiarazioni.

«Era il 12 giugno 2017: esattamente 3 anni fa si accendevano i canali specializzati che sono andati a sommarsi ai generalisti fino ai 12 attuali. In questi anni, Rai Radio ha cambiato volto. Completa digitalizzazione, studi e regie interamente rifatti in modalità audio-video, nuova offerta di contenuti, nuova immagine. Insomma, una vera e propria rivoluzione. Oggi Rai Radio è la realtà tecnologicamente più avanzata in Italia dal punto di vista delle produzioni. Basti pensare che lo show di Fiorello “Viva RaiPlay” è stato interamente prodotto nella nostra sede. Il tutto con minor impegno economico e maggior offerta di contenuti».

Nel periodo 2017-2020, le ore di produzione radio annuali sono passate da 61.000 a 105.000, con un incremento del 71%. Il tutto con una quota di produzioni interne pressoché totale. Il budget radio è stato contestualmente ridimensionato del 12% nel triennio. «Questo è stato possibile perché abbiamo spinto con grandissima forza sulla digitalizzazione, che ci ha consentito di ampliare l’offerta riducendo i costi. Se non avessimo fatto quella virata, oggi saremmo a raccontare un’altra storia».

Altri punti chiave del rinnovamento sono la scelta di accelerare sulla copertura Dab+, la volontà di essere su tutte le piattaforme digitali, compresi gli aggregatori e gli smart speaker, la verticalizzazione dei contenuti.

«Per il futuro ci attendono sfide ancora più entusiasmanti. Oggi posso solo dire che a luglio, in occasione della presentazione palinsesti Rai, annunceremo i dettagli del lancio di Radio 2 in modalità visual. Un’anteprima per arrivare a metà settembre quando verrà lanciato il servizio. E sempre a settembre, il 10 per l’esattezza, presenteremo il nuovo piano di sviluppo Rai Radio per il prossimo triennio, in occasione della presentazione palinsesti radio, con i direttori di Radio 1 Simona Sala, di Radio 2 Paola Marchesini e di Radio 3 Marino Sinibaldi. Chiudiamo oggi un periodo entusiasmante, ma siamo già pronti alle sfide del futuro».

(Comunicato stampa)

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Potrebbero interessarti

Ascolti 1990: Rete 105, Radio Deejay e RMC i tre network più seguiti
Primo piano
1105 visualizzazioni
Primo piano
1105 visualizzazioni

Ascolti 1990: Rete 105, Radio Deejay e RMC i tre network più seguiti

Nicola Franceschini - 17 Gennaio 2021

Come sono cambiati gli ascolti negli ultimi trent'anni? Nel 1990, Audiradio stimava che gli ascoltatori nel giorno medio fossero poco…

Takagi & Ketra a Radio Italia Anni 60 Roma: “Sogniamo una hit con Vasco Rossi”
Primo piano
47 visualizzazioni
Primo piano
47 visualizzazioni

Takagi & Ketra a Radio Italia Anni 60 Roma: “Sogniamo una hit con Vasco Rossi”

Redazione - 16 Gennaio 2021

Vasco Rossi e Takagi & Ketra sono tra i protagonisti delle playlist radiofoniche di questi giorni, oltre che personaggi notissimi…

Anna Pettinelli in collegamento da casa ad “Amici” causa covid
Primo piano
121 visualizzazioni
Primo piano
121 visualizzazioni

Anna Pettinelli in collegamento da casa ad “Amici” causa covid

Redazione - 16 Gennaio 2021

Anna Pettinelli, conduttrice di RDS ma anche insegnante di canto ad "Amici", non è presente oggi in studio nel programma…