fbpx

Riccardo Cucchi: “‘Tutto il calcio’ a rischio se passa la proposta DAZN”

Il noto radiocronista critica la scelta in un post su Twitter

Il vice direttore di Rai Sport, Riccardo Cucchi, durante la presentazione del palinsesto Rai dedicato alla 98a edizione del Giro d'Italia, Roma, 04 maggio 2015. ANSA/ ETTORE FERRARI

Dieci partite in dieci orari diversi.

È la richiesta che arriva da DAZN – che come noto ha acquisito i diritti del campionato di calcio di Serie A 2021/2022 – ora al vaglio della Lega.

Evitare sovrapposizioni di partite per la prossima stagione consentirebbe agli utenti di seguire tutti i match e, tecnicamente parlando, ridurrebbe il rischio di sovraccarichi dello streaming.

Un’idea che ha già suscitato commenti critici, uno dei quali arriva da una voce autorevole delle radiocronache di calcio: Riccardo Cucchi.

“Se passerà in Lega la proposta di Dazn avremo 10 partite in 10 orari diversi”, scrive su Twitter.

“‘Tutto il calcio’ non esisterà più dopo 61 anni” – sottolinea – “Ci saranno, invece, 10 radiocronache integrali. Tutto cambia e la nostalgia è una pessima consigliera. Mi chiedo però se è quello che vogliono i tifosi”.

Il post di Cucchi ha generato forte interazione da parte del pubblico.

Si attende ora l’assemblea della Lega di Serie A che valuterà il da farsi nella giornata di lunedì 7 giugno.

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it