Renzo Arbore: “La radio con Boncompagni è stata molto utile”

“La radio con Boncompagni è stata molto utile. In tv ho trasferito quello ‘spiritaccio’, la mia ricerca continua di cose nuove”.

Anche parlando di televisione, Renzo Arbore non dimentica mai il profondo legame che ha avuto (e che ha tuttora) con la radio.

Domenica 28 marzo sarà protagonista per 10 ore consecutive su Rai Storia (canale 54 del digitale terrestre).

L’occasione è quello di un importante anniversario: i 45 anni dalla nascita de “L’altra domenica”, il programma ‘cult’ in onda a fine anni ’70 nel pomeriggio di Rai2.

Con noi “ci sono stati i primi quiz al telefono” – racconta Arbore in un’intervista pubblicata dall’ANSA – “un bel rischio, perché lasciando la linea aperta non si sapeva cosa sarebbe potuto succedere; si sono visti, fra gli altri, il primo gruppo ‘en travesti’, Le sorelle Bandiera; le prime ragazze intervistatrici, Milly Carlucci e Silvia Annichiarico” ricorda. Ha fatto esordire con “le sue corrispondenze musicali americane, Isabella Rossellini. E soprattutto “c’è stato il debutto ‘pop’ di Roberto Benigni, che in 35 puntate diventò popolarissimo con le recensioni fasulle di film”.

Il celebre showman annuncia che “sta mescolando nuove idee, sperando di fare qualcosa per l’autunno”.

Sempre col ricordo di quanto realizzato per l’indimenticabile e amata radio.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Exit mobile version