Rai Radio soddisfatta degli ascolti della “visual radio”

Dati positivi per gli ascolti di Rai Radio in “visual radio”.

Ad evidenziarlo è il seguente comunicato dell’Ufficio Stampa Rai.

Aumentano costantemente i telespettatori della visual radio di Rai Radio2, il simbolo della rivoluzione digitale multicanale di Rai Radio e uno dei nuovi progetti portati a compimento negli ultimi anni dalla Rai, un esperimento crossmediale che ha permesso alla radio di entrare nelle case degli ascoltatori con tutti i mezzi. Secondo i dati Auditel online, nel solo mese di novembre, si è avuta una crescita di circa il 25% che porta nella settimana 23-29 novembre a oltre 50mila il totale delle ore di visione di Radio 2 visual. Un numero importante che posiziona il canale radio nelle prime posizioni fra i canali Rai più visti online.

Altissimo il tempo di permanenza: quasi 40 minuti in media per ogni sessione di visione.

Predominante l’accesso da pc, ma aumenta di settimana in settimana, la quota di accesso da smart tv.

“La scelta di portare Radio2 in visual è estremamente premiante – commenta Roberto Sergio, direttore di Rai Radio –. Quando abbiamo iniziato a parlarne con la Direttrice del canale, Paola Marchesini, probabilmente non immaginavamo un tale successo. Radio 2 visual non è una tv, tanto che non ha un canale sul digitale terreste, ma è una estensione video del flusso audio. Il nostro obiettivo era andare a intercettare il pubblico nativo digitale e andare con il nostro prodotto sulle piattaforme native video. I dati che abbiamo ci dicono che la scelta di proporre Radio2 su Rai Play è stata vincente”.

La strategia che ha portato Rai Radio in modalità visual è stata improntata alla velocità. Ai primi di luglio è stata annunciata la partenza e a fine settembre si sono accese le telecamere. Questo, grazie al cambio di passo che ha caratterizzato gli ultimi tre anni della Direzione Rai Radio, che hanno visto una totale ristrutturazione all’insegna della tecnologia e della digitalizzazione.

Grazie poi a una intensa campagna pubblicitaria caratterizzata dal claim “Guarda che radio”, gli italiani sono entrati in contatto con la nuova modalità di fruizione di Radio2.

(Ufficio Stampa Rai)

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Exit mobile version