RadioTER: hanno preso il via le indagini del terzo trimestre 2018

Hanno preso il via lo scorso 26 giugno, le indagini RadioTER (Tavolo Editori Radio) relative al terzo trimestre 2018, che proseguiranno fino all’inizio di ottobre, con la pausa dell’intero mese di agosto.

Si tratta di 238 casi al giorno, così come è stato per il primo e per il secondo trimestre (il cui dato semestrale sarà reso noto tra la fine di luglio e l’inizio di agosto) e come sarà per il quarto trimestre.

Intanto, dagli unici dati disponibili relativi al primo trimestre 2018, risulta che su una popolazione di 52.973.750 (ovvero quella dai 14 anni in su) sono 34.501.000 coloro che seguono la radio ogni giorno e 43.672.000 se si allarga lo spettro all’ascolto settimanale.

Il dato del quarto d’ora medio, nella fascia che va dalle 6 del mattino a mezzanotte, è pari a 6.220.000, che scende a 4.811.000 se si considerano le 24 ore, includendo quindi anche le 6 ore meno ascoltate della giornata.

Complessivamente si rimane incollati alla radio 201 minuti al giorno.

Sono 17 le emittenti nazionali iscritte: le quattro reti Rai (Radio1, Radio2, Radio3, Isoradio), RTL 102.5, Radiofreccia, Radio 105, Virgin Radio, R101, RMC Radio Monte Carlo, RDS 100% Grandi Successi, Radio 24 Il Sole 24 Ore, Radio Deejay, Radio Capital, m2o, Radio Kiss Kiss, Radio Italia Solo Musica Italiana.

264 le locali presenti, così distribuite: 8 in Abruzzo, 7 in Basilicata, 13 in Calabria, 17 in Campania, 23 in Emilia-Romagna, 1 in Friuli Venezia Giulia, 32 nel Lazio (la regione più presente), 8 in Liguria, 24 in Lombardia, 10 nelle Marche, 24 in Piemonte, 18 in Puglia, 5 in Sardegna, 24 in Sicilia, 20 in Toscana, 4 in Trentino-Alto Adige, 5 in Umbria, 21 in Veneto.

Non vi sono emittenti iscritte in Valle d’Aosta e Molise.

Radio Zeta e Radio Subasio sono le uniche emittenti “non nazionali” ad essere iscritte in tutte le province d’Italia.

Exit mobile version