fbpx

RadioGEDI: pronti a ripartire

“Il semestre appena trascorso lo definirei interlocutorio”.

Lo dichiara Linus, a commento dei dati RadioTER relativi al primo semestre 2021, nel comunicato che riportiamo.

Sono 33,2 milioni gli ascoltatori medi giornalieri della radio (sopra i 14 anni d’età) secondo i nuovi dati relativi al I Semestre 2021 di RadioTER, l’indagine ufficiale sull’ascolto delle radio italiane.

Un altro semestre estremamente complesso, fortemente condizionato dalla pandemia che ha modificato la quotidianità degli italiani con imponenti e necessarie limitazioni alla mobilità e alle possibilità di aggregazione.

I dati del I Semestre 2021 sono l’immagine di un periodo che si spera passato, ora che l’emergenza sanitaria sembra essere decisamente più gestita. Già nelle ultime settimane di rilevazione si è assistito a un graduale ritorno alla normalità che lascia ben sperare sulle dinamiche di ascolto della radio.

Oggi però qualunque confronto risulta improprio per l’instabilità del periodo trascorso, per la sospensione dell’indagine nell’omologo semestre 2020 e per la diversa stagionalità del II Semestre 2020.

In questo contesto i risultati delle radio del Gruppo Gedi sono stati:

Radio Deejay: 4.620 mila ascoltatori nel Giorno Medio (3° posto nella graduatoria) e 448 mila nell’AQH. Risultati che si aggiungono ai primati dell’emittente sul web e sui profili social del comparto radio dove è leader su Twitter con più di 2,2 milioni di follower e su Instagram, prima radio italiana a superare il milione di follower.

Il commento di Linus, Direttore Editoriale Radio GEDI e Direttore Artistico di Radio Deejay e Radio Capital: “Il semestre appena trascorso lo definirei interlocutorio. Per noi che abbiamo nel nostro DNA una forte presenza sul territorio fatta di iniziative, eventi, capacità di avvicinare gli ascoltatori alla radio avvicinando la radio agli ascoltatori, è stato soprattutto l’occasione per progettare la ripartenza, pensare a nuove iniziative e tornare al più presto dove ci sentiamo più a nostro agio. Sono nate così alcune idee che hanno conseguito risultati ben oltre le aspettative e con effetti che, sono certo, progrediranno nel tempo”. I riferimenti sono alla My Deejay Ten, versione attualizzata dello storico evento di running, corsa a fine maggio, che ha chiuso le iscrizioni a 3 settimane dall’evento con oltre 22.000 adesioni e il Tour de Fans che ha attraversato 7 regioni d’Italia in 3 settimane a giugno suscitando un entusiasmo tangibile in tutte le città che lo hanno accolto e generando uno straordinario seguito alla diffusione dei contenuti video realizzati: oltre 15,5 milioni di utenti raggiunti attraverso i social, 3 milioni di visualizzazioni su Instagram e 1 milione di pagine viste sul sito deejay.it. “Progettiamo nel lungo periodo come sempre – aggiunge ancora Linus – Finalmente riusciamo a riportare la Deejay Ten alla sua forma originale e il 24 luglio saremo sulla linea di partenza a Lignano Sabbiadoro. Infine avremo un’altra stagione straordinaria del Deejay OnStage a Riccione e la consueta presenza con alcuni programmi in diretta dagli studi dell’Aquafan”.

Radio Capital: 1.354 mila ascoltatori nel Giorno Medio e 121 mila nell’AQH sono i dati dell’emittente che ha vissuto un’importante trasformazione nell’impostazione artistica in un periodo senza precedenti che ha condizionato i tempi del fisiologico ricambio e consolidamento di ascoltatori.

Partita a fine 2020 nel segno della discontinuità la nuova Radio Capital è più contemporanea ed equilibrata. Informazione sempre presente nel corso della giornata, imparziale, veloce, trasversale. Musica di qualità, adulta ma più moderna, in grado di intercettare anche il mondo femminile grazie al rinnovamento nella fascia mattutina con una conduzione fresca, attuale e sempre ricca di contenuti.

m2o: 1.487 mila ascoltatori nel Giorno Medio e 109 mila nell’AQH in un semestre in cui l’emittente non ha potuto esprimere al meglio la sua energia e la sua capacità di aggregazione.

Il commento di Albertino, Direttore artistico di m2o: “Purtroppo la pandemia ci ha costretti a fermare l’organizzazione degli eventi territoriali che ci avrebbero finalmente permesso di incontrare i nostri ascoltatori, ma siamo comunque riusciti – a mio avviso – a trasformare questo momento di stallo forzato in un’opportunità. Da una parte abbiamo accompagnato quotidianamente il pubblico di m2o con entusiasmo, continuando a garantire in radio la medesima qualità musicale, dall’altra abbiamo scelto di migliorare la nostra proiezione nel mondo digitale con un’operazione – come dicono quelli più bravi di noi – “disruptive”, perché umanizzare il logo di m2o e dare vita allo Human Logo è stato di fatto dirompente in termini di concept, di tecnologia e di comunicazione. Un progetto innovativo, insomma, che ci permette di presidiare, con la solita attenzione ai particolari e il costante desiderio di sperimentazione, il mondo digitale a 360°, portando il format di m2o ovunque.”

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it