Radio Bruno, Radio Subasio, Radionorba: “A casa nostra, vinciamo noi!”

La recente pubblicazione dei dati d’ascolto RadioTER ha confermato il successo di tre importanti superstation: Radio Bruno, Radio Subasio e Radionorba.

La prima, con sede a Carpi (Mo), ha superato per la prima volta gli 800.000 contatti, toccando quota 806.000 (secondo semestre 2019 gmi).

La seconda, da sempre ubicata a Viole d’Assisi (Pg) ed entrata a fare parte del gruppo RadioMediaset da qualche anno, raggiunge 1.808.000 ascoltatori ogni giorno.

La terza, al centro di un importante gruppo radiotelevisivo con sede a Conversano (Ba), supera le 900.000 unità, ottenendo un totale di 916.000 “fedelissimi”.

Le tre superstation sono le uniche a superare i network, nei propri territori di pertinenza.

Radio Bruno in Emilia-Romagna conquista 523.000 contatti, distanziando nettamente RTL 102.5 (459.000), Radio 105 (421.000) e Radio Deejay (395.000).

Radio Subasio e Radionorba dominano addirittura in due regioni a testa.

Subasio è prima nella propria Umbria (192.000) e nelle Marche (230.000), mentre Norba raggiunge il vertice nella natìa Puglia (703.000) e nella vicina Basilicata (89.000).

Cinque regioni su venti, dunque, vedono in testa una superstation, ma che cosa succede nelle altre 15?

RTL 102.5 primeggia in ben 6 regioni: Piemonte (541.000), Lombardia (1.423.000), Trentino Alto Adige (123.000), Veneto (490.000), Calabria (362.000) e Sicilia (862.000).

RDS domina nel centro-Italia tra Toscana (429.000), Lazio (811.000), Abruzzo (208.000) e Sardegna (266.000).

Due le regioni per Radio Kiss Kiss: la Campania che per la prima volta va oltre il milione (esattamente 1.009.000) ed il vicino Molise (57.000).

Infine, una regione a testa per Radio Deejay (prima in Valle d’Aosta a quota 19.000), Radio 105 (leader in Liguria con 144.000 contatti) e Rai Radio1 (al vertice in Friuli Venezia Giulia con 156.000 unità).