“Più musica emergente in radio”: lo chiedono i discografici di artisti indipendenti

23 Giugno 2019
1573 Visualizzazioni

Più musica prodotta in Italia sulle radio nazionali.

A chiederlo, questa volta, non è la politica, ma il presidente dei MEI (Meeting delle etichette indipendenti) Giordano Sangiorgi ed altri referenti di realtà associative di cantanti e gruppi musicali emergenti.

L’iniziativa si è tenuta a Matera, Capitale europea della Cultura 2019, e fa parte di uno dei 13 punti del “Manifesto nazionale degli Stati generali della musica emergente”.

Viene di fatto richiesta una legge – come riporta una nota ANSA – “che imponga alle radio private operanti sul territorio nazionale la trasmissione di una quota di musica prodotta in Italia (ma non necessariamente in lingua Italia) che oscilli, secondo i casi e le applicazioni, dal 35 al 60%”.

Potrebbero interessarti

LatteMiele, un’emittente rinnovata con l’obiettivo di crescere
Talkmedia
197 visualizzazioni
Talkmedia
197 visualizzazioni

LatteMiele, un’emittente rinnovata con l’obiettivo di crescere

Redazione - 18 Settembre 2020

Nei giorni scorsi, avevamo anticipato le novità del palinsesto di Radio LatteMiele. Ora l'emittente si presenta con un comunicato stampa…

Renzo Arbore ed i 50 anni di ‘Alto Gradimento’: “Il segreto della radio? La fantasia”
Talkmedia
55 visualizzazioni
Talkmedia
55 visualizzazioni

Renzo Arbore ed i 50 anni di ‘Alto Gradimento’: “Il segreto della radio? La fantasia”

Nicola Franceschini - 18 Settembre 2020

"La radio è il regno della fantasia, puoi inventarti tutto quello che vuoi". A dichiararlo è uno dei "Signori" della…

Il ‘peso’ dei media tradizionali: Gerry Scotti cita la radio in tv e fa volare i contatti di FM-world
Talkmedia
199 visualizzazioni
Talkmedia
199 visualizzazioni

Il ‘peso’ dei media tradizionali: Gerry Scotti cita la radio in tv e fa volare i contatti di FM-world

Nicola Franceschini - 18 Settembre 2020

Quanto pesano i media tradizionali sul web? È una domanda che ci siamo posti, dopo la puntata di "Chi vuol…