SCARICA ORA L'APP

“Più musica emergente in radio”: lo chiedono i discografici di artisti indipendenti

23 Giugno 2019
1238 Visualizzazioni

Più musica prodotta in Italia sulle radio nazionali.

A chiederlo, questa volta, non è la politica, ma il presidente dei MEI (Meeting delle etichette indipendenti) Giordano Sangiorgi ed altri referenti di realtà associative di cantanti e gruppi musicali emergenti.

L’iniziativa si è tenuta a Matera, Capitale europea della Cultura 2019, e fa parte di uno dei 13 punti del “Manifesto nazionale degli Stati generali della musica emergente”.

Viene di fatto richiesta una legge – come riporta una nota ANSA – “che imponga alle radio private operanti sul territorio nazionale la trasmissione di una quota di musica prodotta in Italia (ma non necessariamente in lingua Italia) che oscilli, secondo i casi e le applicazioni, dal 35 al 60%”.

Potrebbero interessarti

Cambiano i canali delle “radiovisioni” su TivùSat
News
103 visualizzazioni
News
103 visualizzazioni

Cambiano i canali delle “radiovisioni” su TivùSat

Nicola Franceschini - 18 Gennaio 2020

Nuova numerazione per diverse radiovisioni e visual radio sulla piattaforma TivùSat. In seguito all'inserimento della nuova emittente Mediaset "Cine34" sul…

RadioTER: i dati d’ascolto (annuali e secondo semestre 2019) saranno pubblicati il 28 gennaio
Chart e trend
290 visualizzazioni
Chart e trend
290 visualizzazioni

RadioTER: i dati d’ascolto (annuali e secondo semestre 2019) saranno pubblicati il 28 gennaio

Nicola Franceschini - 17 Gennaio 2020

Si sono concluse nei giorni scorsi le iscrizioni all’Indagine statistica sull’ascolto radiofonico in Italia Radio TER 2020. Al riguardo l’Avv.…

Radio Deejay festeggia i propri 38 anni ricordando gli anni ’80
Eventi
416 visualizzazioni
Eventi
416 visualizzazioni

Radio Deejay festeggia i propri 38 anni ricordando gli anni ’80

Nicola Franceschini - 17 Gennaio 2020

"La facciamo la festa compleanno anni 80? Io mi vesto da Linus di Deejay Television!". È il direttore di Radio…