ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP
ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

Otto anni in costante crescita di ascolti: il caso Radio Sportiva

4 Dicembre 2018
2049 Visualizzazioni

Ha compiuto otto anni di attività, in questi giorni, Radio Sportiva.

La superstation nasceva esattamente il 1° dicembre 2010, da un’idea di Loriano Bessi e Marzia Boddi.

Fa parte del gruppo Mediahit, a cui fanno capo altre realtà “storiche” quali le toscane Radio Cuore, Fantastica, Radio Blu e (in tempi più recenti) le milanesi (per lo meno in origine) Gammaradio e Radio Reporter.

Radio Sportiva è diventata un vero e proprio caso, in quanto, pur non coprendo l’intero territorio nazionale (la concessione è quella di una “locale”), in un lasso di tempo relativamente breve è riuscita a superare il milione di ascoltatori, dimostrando che i contenuti talk dal taglio esclusivamente sportivo funzionano, “raccontano emozioni” (come recita il claim) e portano ad un seguito tutt’altro che passivo.

A dimostrarlo sono anche i social, invasi di proteste ogni volta in cui Radio Sportiva – non essendo un network e trasmettendo in parte tramite affiliazioni – cambia frequenza o riduce la copertura di una zona.

Oggi, la superstation – che trasmette da Prato, dove ha sede Radio Blu – è diretta da Michele Plastino, il quale ha raccolto le redini dei primi anni guidati da David Guetta, passato a Radio Bruno Pentasport.

Le ore di diretta quotidiane oscillano tra le 13 e le 14 (a seconda dei giorni), a differenza delle 16 di qualche tempo fa. La riduzione delle produzioni si è resa necessaria, in seguito ad alcuni problemi del gruppo editoriale (non certo dell’emittente in senso stretto, che ha sempre goduto di ottimi ascolti).

E a proposito di frequenze “in movimento”, dopo la recente acquisizione della rete di Radio Padre Pio, che la ha garantito un’ottima copertura tra Abruzzo, Molise e Puglia, in questi giorni Radio Sportiva ha fatto ritorno anche a Cagliari sui 100.0 MHz.

Nota dolente, invece, è l’ormai imminente abbandono della frequenza 90.0 per Roma e provincia, che passerà al progetto radiotelevisivo NSL. Non è ancora noto, al momento, se Sportiva si trasferirà su un altro canale o se uscirà di scena dall’etere capitolino.

Ad ogni modo, Radio Sportiva è presente su varie piattaforme, che le consentono di essere seguita ovunque via web, app e satellite.

Potrebbero interessarti

Il futuro delle città, tra 5G ed Intelligenza Artificiale: l’opinione di Fulvio Giuliani
Eventi
264 visualizzazioni
Eventi
264 visualizzazioni

Il futuro delle città, tra 5G ed Intelligenza Artificiale: l’opinione di Fulvio Giuliani

Nicola Franceschini - 23 Maggio 2019

"Smart City" non fa rima con "Big City". Il futuro delle città connesse, sostenibili ed attrattive può riguardare anche centri…

Radio Capodistria festeggia 70 anni aprendo le porte agli ascoltatori
Eventi
414 visualizzazioni
Eventi
414 visualizzazioni

Radio Capodistria festeggia 70 anni aprendo le porte agli ascoltatori

Nicola Franceschini - 22 Maggio 2019

Nasceva il 25 maggio 1949, in un mix di lingue che univa italiano, sloveno e croato. Stiamo parlando di Radio…

Intelligenza artificiale e 5G: quale l’impatto nelle città del futuro? Anche FM-world a convegno
Eventi
265 visualizzazioni
Eventi
265 visualizzazioni

Intelligenza artificiale e 5G: quale l’impatto nelle città del futuro? Anche FM-world a convegno

Nicola Franceschini - 21 Maggio 2019

Che impatto avranno l’intelligenza artificiale ed il 5G nelle Smart cities e nella vita di tutti i giorni? Ricercatori, professionisti…