fbpx

Nuove graduatorie Lcn delle Tv locali: l’Emilia-Romagna

Nuove graduatorie Lcn delle Tv locali: l’Emilia-Romagna

10 Marzo 2023

In Emilia-Romagna, regione questa volta ‘nel mirino’ in questo nostro certosino esame delle nuove graduatorie delle Tv locali appena diffuse, c’è un fenomeno un po’ particolare, ovvero una certa differenza, in alcuni dei canali ‘non di primissimo piano’ presenti nella lista, fra quel che è indicato ‘sulla carta’ e l’effettivo marchio in onda. In sostanza, sembrano esserci anche ‘tentativi’ o progetti di reti televisive che ‘sperimentano’ la diffusione su numerazioni ‘secondarie’, in attesa di verificare l’esito effettivo dell’operazione.

C’è poi stato, in generale, un riassetto effettivo e spontaneo nell’emittenza locale, che ha cercato, con un certo successo, di ritrovare un proprio nuovo ‘ordine naturale’.

Partiamo comunque dal riepilogo consueto delle numerazioni 10-19, tutte diffuse sul mux regionale. Al 10 c’è la bolognese (ma del gruppo Baronio) È Tv, all’11 Trc Modena del gruppo cooperativo Tr Media, che è presente pure con la ‘parallela’ Trc Bologna al 15 e con Telereggio al 13. 7 Gold-Sestarete (gruppo Ferretti) occupa invece il 12, Teleromagna il 14 e Tv Parma il 16; la modenese Tv Qui si fa forte del 17, mentre la riminese Icaro Tv ha davvero vinto, nella sostanza, ‘un terno al lotto’ aggiudicandosi il 18. Il 19 va alla ferrarese Telestense.

Più oltre cominciano le novità con Canale Italia sul 71 (che di recente le è stato attribuito) e Radio Bruno Tv (stessa situazione) sul 73. Il 72 invece è del gruppo Sciscione (sempre come da recenti decisioni), che però almeno per ora opera solo un mux emiliano (e non regionale) con Odeon 24.

Telesanterno (ora con sede a Ferrara) si è ‘rifugiata’ sul 77 regionale, mentre il 78 è del gruppo Teleromagna che vi diffonde TR 24 (rete d’informazione costituita con Tr Media), ma la nuova denominazione (e assetto) sarebbe adesso quella di TR Sport.

Ancora rete regionale per la cattolica parmense Giovanni Paolo Tv (79) e per l’imolese Di Tv sull’80, mentre, al termine di una complessa operazione, la romagnola VR (ex Videoregione) ha occupato la numerazione 99 ed è ora diffusa nell’intera regione.

Le altre emittenti sono diffuse invece su almeno uno (ma in genere più di uno) dei tre mux emiliani (e non romagnoli) presenti. Si parte con Radio Italia Anni 60 Tv (gruppo Ferretti) sull’81, che prende anche un po’ ‘l’eredità’ di quelle che erano Rete 8 Vga e Nuova Rete, segue la commerciale È Tv Rete 17 (82), mentre Canale Italia torna anche sull’83.

Bologna con la sua attivissima Cineteca è un po’ la città del cinema ed ecco allora Policinema sull’84 con la sua collezione di film ‘d’epoca’, mentre Radio Bruno Tv nella sua regione non ha rinunciato neppure all’85 e al 95. Radio Birikina Tv a sua volta cerca gloria in una bella fetta della regione con l’87 (ex QTV).

L’88 presenta una situazione particolare, essendo stato a suo tempo assegnato alla Tv dell’Appennino parmense Rta Videotaro, che però ha scelto diversamente (non essendo interessata a servire Bologna o Modena) e si è rifugiata su un più locale 89 (già assegnato a Radio Radio Tv). L’88 emiliano è così finito alla bolognese Made in Bo Radio-Tv, che lo sta valorizzando al punto da cambiare la sua denominazione proprio in Canale 88.

Il 90 è della rete d’informazione a carattere regionale ER24 di Tr Media, gruppo che non rinuncia neppure alla storica modenese Vmt sul 96.

Davvero particolare la situazione sul 91, che ritrasmette la citata Di Tv ma con un vistosissimo logo Il Pallone Gonfiato sul video: si tratta di una nota trasmissione calcistica bolognese (in onda su Canale 88, però), a indicare forse l’intenzione di dare il via in futuro a una rete sportiva. ‘Sulla carta’ tuttavia la numerazione era invece assegnata a Davvero Tv (gruppo Adn Italia, che invece sembra attivo con La Grande Italia-Radio Jukebox Tv sul 254).

Sempre Di Tv sembra aver ‘ereditato’ il 92 assegnato prima a Radio Musica Television (uscita di scena); il 93 è invece di Radio 4 You Tv.

Dopo Italia 8 Prestige (94), al 97 (ma anche al 114) ha trovato spazio la reggiana Medianews (già regionale sul 99), che però è nota con il marchio in onda, Teletricolore. Sul 98 c’è un ormai raro esempio di ‘sfalsamento orario’ con Tv Parma + 1.

Al 110 al posto di Supersix c’è una ‘seconda versione’ di Tv Qui, mentre la bolognese Nettuno Tv si fa rivedere (pur senza ripartire realmente) sul 111. È tornata invece in effettiva attività di recente la modenese TVB Studio (85) alla numerazione 115. Sul 118 fa capolino la già citata giuliana Teleantenna.it, che però (novità di rilievo) ridiffonde anche e soprattutto Radio Studio Più Tv.

E non è ancora finita, perché ci sono altre tre emittenti ‘potenziali’ del gruppo Di Tv al 112, 113 e 114.

Per chiudere davvero, non va dimenticato che nella zona di San Marino e in quella adiacente alla Repubblica del Titano opera il mux di San Marino Rtv, che ridiffonde anche Radio Italia Anni 60 Tv sull’81, le tre reti generaliste Rai su 501, 502 e 503, Rai News sul 548, la stessa San Marino RTV sulla numerazione nazionale 831, ma anche San Marino RTV Sport sul 93 e la seconda Radio del gruppo, ovvero San Marino Classic.

Mauro Roffi

* Per comunicati e segnalazioni: [email protected]

Leggi anche...