fbpx

Musica: il 56% degli italiani l’ascolta dalla radio

L’88% degli italiani ascolta musica, il 56% lo fa attraverso la radio, il 34% via streaming, il 22% tramite la tv ed il 15% con CD e vinili.

Sono questi alcuni dettagli emersi dal rapporto “La musica che conta. Studio sul valore e lo stato economico dell’industria musicale italiana”, condotto da AFI Associazione Fonografici Italiani in collaborazione con Deloitte e GFK.

La ricerca è stata presentata in Senato.

Sebbene la musica non sia mai mancata ai tanti fruitori che l’ascoltano ogni giorno, con il Covid c’è stato un crollo dei ricavi del 48,4%, mentre le nuove pubblicazioni sono cresciute del 15,3%, nonostante un calo dei ricavi fisici del 23,7%.

L’incidenza dei ricavi per eventi dal vivo e tour sul totale è stato del -9,6%, con un calo del -2% sui dipendenti nel comparto.

Dalla ricerca è emersa anche la ricchezza di etichette indipendenti sparse su tutto il territorio, che valgono 104 milioni di valore aggiunto rispetto al Pil italiano.

Complessivamente, il giro d’affari della musica nel nostro Paese ammonta a circa 2 miliardi di euro l’anno.

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it