fbpx

MilleRegioni, le voci del territorio (a cura di Mauro Roffi)

Le ultime notizie della settimana, nell’abituale rubrica curata da Mauro Roffi.

Per contatti: mauro.roffi@fm-world.it

  • Il sostegno di Regione Lombardia alle emittenti locali

Entra nel vivo il sostegno finanziario della Regione Lombardia al mondo dell’emittenza radiotelevisiva locale (e dell’editoria), deciso nei mesi scorsi.

Dopo la relativa delibera, ora siano al momento di presentare le domande per chi voglia ottenere questo importante sostegno. Il contributo per le emittenti radio-tv che operino in Lombardia è di 500mila euro (dunque di indubbio rilievo). Ne hanno dato conferma l’assessore regionale alla Comunicazione, Sviluppo città metropolitana e Giovani Stefano Bolognini e il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi. Sarà possibile effettuare le domande on line da fine aprile.

Il Pirellone annuncia poi che un provvedimento analogo sarà disponibile anche per i siti di informazione locale.

“Proponiamo un contributo per Radio e Tv locali – ha detto Bolognini – che rientra nell’ambito del Fondo regionale per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione. Con questi 500.000 euro Regione Lombardia riconosce anche il grande impegno delle emittenti radio-televisive locali nell’informare in maniera puntuale e capillare i cittadini durante il periodo pandemico”.

“Questa importante azione di sostegno alle Televisioni e alle Radio è stata fortemente voluta dal Consiglio Regionale per valorizzare la funzione sociale e l’insostituibile servizio che l’informazione locale compie nei confronti delle rispettive comunità” – ha ricordato a sua volta Fermi.

I fondi disponibili verranno ripartiti tra quattro tipologie di emittenti: televisive commerciali, televisive comunitarie; radiofoniche commerciali, radiofoniche comunitarie. La presentazione delle domande potrà essere effettuata, a partire dalle ore 10 del 27 aprile, sulla piattaforma ‘Bandi Online’.

  • Riaperti a Trento i termini per i contributi SIEG

Rimaniamo in tema parlando adesso della Provincia Autonoma di Trento. Qui sono stati riaperti per l’anno in corso i termini per la presentazione delle proposte relative ai servizi di interesse economico generale (SIEG) da parte delle emittenti radiofoniche o televisive e dei siti di informazione online. Si tratta di contributi, previsti dalla legge 18/2016, per la realizzazione e la diffusione di informazioni su tematiche di pubblico interesse per la popolazione del Trentino.

La riapertura dei termini, fissati adesso al 30 aprile 2021, è motivata dal fatto che sono ancora disponibili, per tale finalità, oltre 117 mila euro, considerando anche il fatto che si tratta di un servizio di interesse generale e che l’emergenza sanitaria in corso può aver determinato situazioni di oggettiva difficoltà nella programmazione delle attività da parte delle imprese che operano nel campo dell’informazione.

  • GO’radio è il nuovo format per ‘emittenti in store’ di The Skill

The Skill, studio specializzato in comunicazione strategica e brand storytelling, ha lanciato da poco il primo format radiofonico pensato e studiato per le ‘Radio in store’, le emittenti diffuse in genere in strutture commerciali o specifici punti vendita.

In particolare The Skill ha ideato un format per uno dei più importanti player della Grande Distribuzione Organizzata (la nota DGO) italiani: il Gruppo Gottardo. Si tratta di GO’radio. E GO’radio va così in onda sette giorni su sette, due volte al giorno, nei quasi 700 punti vendita di Tigotà, a partire dallo scorso 29 marzo.

GO’radio ha preso vita sotto la direzione e con la voce di Gianfranco Valenti, personaggio noto del mondo radiofonico che da gennaio è direttore creativo di The Skill, società fondata da Andrea Camaiora.

Negli intenti con GO’radio la Radio in store diventa un effettivo nuovo media, a metà tra le emittenti ‘tradizionali’ e quelle digitali, capace di trasmettere contenuti di qualità e non più solo musica e messaggi promozionali. Oltre alla diffusione ‘in store’, le puntate di GO’radio sono infatti disponibili in streaming su un canale Spotify dedicato e promosse anche attraverso i social network dell’azienda, oltre che sul sito www.tigota.it.

Il format ha una durata di 45 minuti e propone un infotainment di qualità. Le puntate sono caratterizzate da una combinazione di storie note e di altre meno conosciute, ma sempre ‘speciali’. Valenti interagisce con i dipendenti dell’azienda, così come con i grandi nomi del mondo della cultura, dello spettacolo, della letteratura e dell’enogastronomia.
La sigla del programma è stata realizzata, scritta e interpretata dal ben noto Daniele ‘Bengi’ Benati, leader della band musicale Ridillo.

“Il nostro è un servizio innovativo ed originale che può interessare tutte le società che utilizzano la Radio in store, dai supermercati ai grandi magazzini, dai fast food agli alberghi – dice Camaiora, Ceo di The Skill – . È possibile pensare a soluzioni tailor made anche per le grandi infrastrutture aeroportuali, ferroviarie e portuali con trasmissioni che affrontano temi legati al viaggio, alla vacanza e all’enogastronomia. Con The Skill apriamo una via rimasta inesplorata fino a questo momento ma che – ne siamo sicuri – potrà dare grandi opportunità”.

  • Spenti alcuni mux del ‘gruppo Videolina’

Continua il fenomeno degli ‘spegnimenti volontari’ di mux televisivi locali, in vista delle prossime scadenze legate all’arrivo del ‘secondo digitale televisivo’. In Sicilia, per esempio, ci sono stati non pochi spegnimenti, con conseguente necessità di varie ‘ristrutturazioni’ degli altri mux per garantire ugualmente la diffusione della maggior parte delle emittenti dell’isola (non tutte però si sono salvate o hanno potuto mantenere l’area di diffusione precedente).

Anche in Sardegna ci sono importanti novità.

Il mux TCS Tele Costa Smeralda, del ‘gruppo Videolina’, come puntualmente riferito da litaliaindigitale.it, ha infatti cessato la sua attività di operatore di rete, il multiplex è stato ‘rottamato’ e la frequenza (il ch. 23) è stata restituita allo Stato.

TeleCostaSmeralda, che opera sulla Lcn 13 in Sardegna, era peraltro già ‘migrata’ fin dal giugno 2018 nel mux Videolina (ch. 36) e la sua diffusione nell’isola era già pertanto ‘garantita’. Tcs 2, invece, già dal gennaio 2019 non stava più trasmettendo.

Ma non è finita qui. Anche la stessa Videolina ha deciso di rottamare due suoi multiplex.
Si tratta del mux Videolina 2, che era trasmesso da Cagliari Serpeddì e da Capoterra sull’UHF 25, e ancora del mux Videolina 2 Oristano, che era attivo anch’esso sull’UHF 25 da Punta Badde Urbara. La diffusione di Videolina (Lcn 10) prosegue naturalmente nel proprio multiplex DTT ‘principale’ trasmesso su scala regionale e, come noto, da tempo c’è anche la programmazione via sat, su Sky.

Nessun problema anche per il canale (non il mux, stavolta) Videolina 2, versione Tv di Radiolina (Lcn 110), e per Videolina 4, che trasmette la nuova Sa Radiolina (601), mentre Videolina 3 Sport (210) attualmente non sta trasmettendo. Nel mux di Videolina ci sono poi anche Radiolina e Radio Bonaria.

(hanno collaborato Pierpaolo e Giuseppe Podda)

  • La scomparsa ad Agrigento di Agostino Bellavia

È morto il giorno di Pasqua quello che era considerato ‘il pioniere delle Radio libere e delle emittenti televisive di Agrigento’, ovvero Agostino Bellavia, punto di riferimento nella sua zona per molti tecnici ma anche per i giornalisti locali.

Agostino era dipendente dell’Aci di Agrigento ma aveva anche questa ‘passionaccia’, mai tradita, per il mondo delle Radio e Tv private e in specifico si era dedicato soprattutto, anima e corpo, ad AgrigentoTv, di cui è editore il fratello Maurizio Bellavia. Unanime il cordoglio suscitato nella città siciliana dalla sua ‘uscita di scena’.

  • Radio Cuneo Nord: “Non abbiamo clienti, ma amici”

35° compleanno per Radio Cuneo Nord (98.700 MHz), che nell’occasione, come pubblicato dal sito locale laguida.it, ha voluto ringraziare tutti coloro che dal 1987 ‘camminano con lei’.

“Ci tengo a dire grazie agli ascoltatori, un pubblico adulto, molto fidelizzato – ha spiegato l’editore Sergio Maccario – ma soprattutto voglio ringraziare le aziende che si sono affidate a noi per la promozione della loro attività. Da sempre la pubblicità sulla nostra emittente, gestita direttamente da me e da mia moglie Agnese, è percepita dagli ascoltatori come un consiglio, un suggerimento ‘garantito’ dalla Radio stessa. Si tratta di attività commerciali di provata serietà e competenza, molte con noi fin dal 1987; sono aziende che hanno saputo comprendere e valorizzare il rapporto di fiducia che lega la Radio ai suoi ascoltatori. Clienti che ci hanno scelto anche in un momento difficile come quello che stiamo attraversando; basti pensare che nessuno di loro, nemmeno nelle fasi più rigide dei vari lockdown, ha interrotto la pubblicità in Radio. Ecco perché vorrei ringraziare uno ad uno questi clienti-amici”.

“Radio Cuneo Nord è la Radio preferita da un pubblico di età superiore ai 50 anni – spiega esplicitamente la stessa emittente sul suo sito – . Ogni nostro programma è confezionato su misura proprio per i ‘grandi’. Migliaia di ascoltatori rivivono ogni giorno il loro personale mix di sensazioni e ricordi, dai grandi classici del liscio tradizionale alle fresche sonorità delle nuove orchestre da ballo. Su Radio Cuneo Nord trovano un posto d’eccezione anche i brani più belli della musica italiana: un fantastico viaggio musicale tra i più grandi successi di oggi, di ieri, di sempre”.

  • Il nuovo sito di Radio Luce Abruzzo

Radio Luce Abruzzo, con sede a Chieti, è un’emittente locale cristiana a carattere comunitario, nata nel 1988 e aderente al circuito nazionale cattolico InBlu 2000. È retta dall’omonima associazione, di cui è presidente il generale a riposo Franco Marrama e segretario amministrativo il Commendatore del Santo Sepolcro Giocondo Pietrangeli.
Storicamente vicina alla Curia Arcivescovile di Chieti-Vasto ed all’attuale Arcivescovo di Chieti-Vasto Mons. Bruno Forte, Radio Luce attraverso le sue diverse frequenze raggiunge tutte le Diocesi della CEAM (Conferenza Episcopale Abruzzo e Molise), sino ad arrivare (secondo quanto dichiarato) all’alta Puglia.

“Mons. Antonio Chinni, professore e giornalista – dice l’attuale direttore responsabile Donato Fioriti – , è stato per lunghi lustri direttore dell’emittente, fino alla sua dipartita in cielo l’11 dicembre del 2019. Una figura storica ed importante dell’emittente, a cui sono subentrato in piena pandemia, a marzo 2020”.

Fioriti, già direttore di Radio Sole e Radio Speranza, ha sempre portato avanti trasmissioni sul sociale e dalla parte dei consumatori sulle emittenti radiofoniche e televisive locali, fra cui Trsp. “Nonostante il periodo particolare – torniamo alle sue dichiarazioni – , abbiamo cercato e cerchiamo di tenere in sicurezza, dal vivo, il Gr giornaliero ed alcune trasmissioni interregionali, portando avanti programmi religiosi, musicali, sociali e culturali ed ovviamente mandando in onda le news nazionali di InBlu 2000”.

“Mancava però qualcosa – prosegue Fioriti – per rendere più interattivo il rapporto con i radioascoltatori e così abbiamo dato vita di recente al sito dell’emittente, a cura del Web Master Mario Di Giacomo, e ad una pagina Facebook, curata dall’art director Ugo Ardini. Il portale in questione è www.radioluceabruzzo.eu”.

  • Il Rotary di Crotone premia Radio Studio 97

È stata consegnata di recente, nella sede del Rotary Club di Crotone, la ‘Targa della professionalità’ (un riconoscimento dedicato alla memoria del compianto avvocato Pasquale Scalise), nell’ambito di una manifestazione arrivata alla sua 32a edizione.
“Quest’importante riconoscimento viene conferito dal Rotary Club a personalità che si sono distinte, in qualsiasi settore, per il contributo fornito allo sviluppo del territorio – scrive wesud.it – . Quest’anno il Rotary Club di Crotone ha inteso assegnarlo a Francesco Latella e con lui a Radio Studio 97, la ‘voce di Crotone e provincia’. Francesco ha raccontato e continua a raccontare attraverso la Radio la quotidianità e al tempo stesso, attraverso la musica porta gioia e spensieratezza nei cuori di ognuno”.

Secondo Fabrizio Zurlo, il Rotary ha ritenuto che “la professionalità di Francesco Latella e di Radio Studio 97 portano ovunque Crotone, facendo sentire a casa anche quanti hanno lasciato questo territorio per studio o per lavoro”.

Dal 2004 al timone di Radio Studio 97, Latella ha saputo costruire nel tempo un gruppo di lavoro compatto. Sua è stata l’idea di portare la Radio all’esterno, con la sua presenza ad ogni evento importante del territorio di Crotone, così come agli appuntamenti nelle notti d’estate (che tutti ci auguriamo di rivivere presto).

“Io – ha detto da parte sua Francesco Latella – faccio le cose in maniera così naturale che non mi aspetto di ricevere riconoscimenti. Quello che faccio alla fine è stare tra la gente, per la gente e con la gente. La grande fortuna che ho avuto è ereditare la passione di mio padre e poi ho continuato il lavoro insieme a lui”.

  • Il laboratorio radiofonico di Finale Emilia

A Finale Emilia è partito da alcune settimane un laboratorio in cui 25 ragazzi organizzano dirette radiofoniche sul web e imparano a stare davanti a un microfono, all’insegna dell’inclusione.

Dell’iniziativa si è occupato il sito altreconomia.it:

“Le parole come strumento per crescere e costruire relazioni. È l’idea che ha dato forma a ‘Stazionerulli-frequenze in transito’, la Web Radio nata a dicembre 2020 nella comunità Rulli Frulli a Finale Emilia (Modena), insieme di pratiche e laboratori creati grazie all’esperienza della Banda Rulli Frulli, dove ragazzi con diverse abilità suonano strumenti musicali costruiti da materiali di recupero”.

Dopo la musica e i laboratori artigianali, ora è dunque la Radio ad avviare nuovi percorsi di inclusione. Venticinque ragazzi, con differenti provenienze e abilità, hanno imparato a parlare di fronte a un microfono e hanno appreso le competenze del mondo radiofonico, dalla scrittura dei testi fino alla registrazione.

“L’effetto che vediamo su di loro è travolgente: incontro dopo incontro, sbocciano – dice Marco Golinelli, responsabile del progetto insieme a Marco Lolli e Rebecca Molinari – . Arrivano timidi, in silenzio, e poi non vanno più via dal microfono”.

Stazionerulli aveva mosso in suoi primi passi, in realtà, nel corso del lockdown della primavera 2020. All’epoca erano stati organizzati quattro laboratori da remoto: accanto alla Radio comparivano la scenografia, la scrittura e la composizione musicale. Dopo la pausa estiva, le attività sono riprese a settembre con un laboratorio settimanale su Zoom che ha dato il via alla vera struttura della Radio.

Le dirette sono partite in dicembre su Twitch e si va in onda ogni sabato dalle 15 alle 16, con il programma ‘Jungla’, una palestra per sperimentare la propria abilità davanti al microfono.

La Radio – sostenuta da Coop Alleanza 3.0 e dalla Fondazione Alta Mane – sta intanto iniziando a creare alleanze sui territori.

Le puntate di ‘Jungla’ sono trasmesse della stazione delle corriere di Finale: qui 700 metri quadrati sono stati messi a disposizione dal Comune di Finale per la comunità Rulli Frulli.

  • ‘Pillole di teatro’ su RadioGold

La voce dell’attore fiorentino Marco Guerrini la domenica mattina, alle 9.40, guida ora gli ascoltatori di RadioGold di Alessandria alla scoperta delle opere teatrali dei più grandi drammaturghi di ogni epoca. Guerrini, ospite la scorsa estate della rassegna Hortus Conclusus a Novi Ligure, ha infatti deciso di rimboccarsi le maniche per provare a far tornare protagonista il teatro, da troppo tempo orfano di pubblico, anche mediante altri media.

“Lo scopo del teatro è ‘comunicare’ – ha ricordato l’attore, che è anche direttore artistico del Teatro del Pozzetto di Savona – . Il virus ci ha costretti a tenere lontani anche gli amanti e gli assidui del teatro. Chi ama e vive di teatro, però, non si arrende”.

L’obiettivo delle ‘pillole di teatro’ di Marco Guerrini è proprio quello di tenere vivo, o accendere, l’interesse per le grandi opere teatrali di ogni epoca. Si è cominciato nel giorno di Pasqua, domenica 4 aprile, alle 9.40, con il teatro greco di Aristofane.

Mauro Roffi