MilleRegioni: le voci del territorio

20 Giugno 2020
869 Visualizzazioni

Appuntamento numero 13 con “MilleRegioni”.

Mauro Roffi ci accompagna in giro per l’Italia, come ogni settimana, a conoscere le novità relative alle “voci del territorio”.

  • Un accordo internazionale che favorirà il Dab in Italia

Su ‘TeleRadioFax’, periodico dell’associazione Aeranti-Corallo, del 12 giugno scorso è stato pubblicato un interessante articolo che riguarda un accordo internazionale in tema di frequenze, che ha anche riflessi di non poco conto sul tema del digitale radiofonico, atteso (quanto a reale ‘impatto’ sul pubblico) ormai da tanti anni.

Vediamo di cosa si tratta:

“È in corso la stipula di accordi di coordinamento internazionale con i Paesi esteri confinanti in relazione alla liberazione della banda 700 utilizzata per le trasmissioni televisive. In tale contesto, il Ministero dello Sviluppo economico ha, altresì, attivato processi di coordinamento anche in relazione alla banda Vhf III – che in Italia, come noto, verrà destinata prevalentemente alla radiofonia digitale Dab – dopo la completa attuazione del processo di liberazione della banda 700, il cui completamento è previsto a fine giugno 2022.

In particolare, il 2 giugno… è stato sottoscritto il documento per il coordinamento multilaterale della banda III Vhf tra Italia, Francia, Città del Vaticano e Principato di Monaco. Attualmente sono, inoltre, in corso negoziazioni con Slovenia, Croazia, Montenegro, Albania (Bosnia come osservatore) oltre che con Malta e con la Grecia.
Tali accordi saranno funzionali all’emanazione, da parte dell’Agcom, del nuovo piano nazionale di assegnazione delle frequenze in banda III per il servizio di radiodiffusione sonora in tecnica digitale Dab+. Tale piano sostituirà, a decorrere dal 2022, l’attuale pianificazione e dovrebbe, finalmente, consentire all’emittenza radiofonica locale di operare, da tale data, in Dab+ sull’intero territorio nazionale (attualmente, come noto, può operare solo in 10 bacini sui 39 pianificati e ha ottenuto un provvedimento giudiziale che le consente di effettuare una sperimentazione in parte dell’Emilia Romagna)”.

L’accordo del 2 giugno per il coordinamento multilaterale della banda III Vhf tra Italia, Francia, Città del Vaticano e Principato di Monaco prevede, tra le altre cose, la definizione di alcune zone ‘esclusive’ e di alcune zone ‘di coordinamento’, all’interno delle quali si applicano regole differenti. Tra i vari allegati dell’intesa, figurano anche alcune tabelle che riportano la distribuzione dei 32 blocchi Dab nelle citate ‘zone esclusive’ nonché la distribuzione di tali 32 blocchi Dab nelle ugualmente citate ‘zone di coordinamento’.

  • Nuovo aggiornamento in tema di contributi e extragettito Rai

Sempre in tema di documenti di interesse generale per il mondo dell’emittenza radiotelevisiva, segnaliamo anche che il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato un aggiornamento relativo alla liquidazione degli importi spettanti a Tv locali commerciali e comunitarie e Radio locali commerciali e comunitarie con riferimento al pagamento del cosiddetto “extragettito Rai” per i contributi 2018.

Sempre il MiSe ha inoltre aggiornato l’elenco dei percettori del saldo 10% per le Tv locali commerciali riferito all’anno 2018.

  • Focus emittenti: Radio Gold Pavia e Radio Gold Wonderland

La storica Radio Voghera Secondo Programma è recentemente stata trasformata in Radio Gold Wonderland. Il nome Radio Gold Wonderland è dovuto al legame ormai pluriennale di Radio Voghera con Radio Gold Alessandria, iniziato molti anni fa per volontà dell’ing. Orsi e che riguarda anche la ex Radio Voghera Primo Programma (oggi Radio Gold Pavia).

Radio Gold Wonderland è al servizio di un territorio allargato al Nord-Ovest d’Italia, a partire dall’area del Basso Piemonte e dell’Oltrepò pavese, attraverso la Radio in streaming e una prima serie di podcast, che potrà essere ampliata in base alle richieste del mercato.

Wonderland è anche un bouquet di servizi di comunicazione, digital in primis, a favore delle aziende del Nord-Ovest italiano e si può avvalere all’occorrenza di spazi sugli altri mezzi del gruppo: Radio Gold Alessandria (Fm, streaming e podcast), Radio Gold Pavia (Fm e streaming), Radio Gold Tv (ch 654 Dtt in Piemonte, compresa Torino, e streaming). Per specifiche necessità dei clienti, Wonderland può inoltre contare su una rete di partner specializzati.

  • Radio Radio e la sua incredibile vicenda con Youtube

Ha fatto molto clamore in apertura di settimana la vicenda di Radio Radio e dell’incredibile censura (poi rientrata) che ha subito da parte di Youtube. Ne ha parlato con un messaggio video realizzato domenica pomeriggio 14 giugno (come segnalatomi da Giampaolo Mirandola) l’editore Fabio Duranti.

In sostanza, secondo quel che ha raccontato Duranti direttamente al pubblico (e anche a noi giornalisti, di fatto), Youtube, di proprietà di Google, gli aveva comunicato via mail la chiusura del canale YouTube di Radio Radio Tv con un’incredibile imputazione: aver diffuso video con minori in situazioni ‘sessualmente esplicite’.

Già questo lascerebbe attoniti (chi conosce Radio Radio e Radio Radio Tv sa che mai può essere capitato qualcosa del genere) ma Duranti (che ha anche mostrato al pubblico il ‘ricorso’ subito inoltrato a Youtube, con riserva dell’intervento successivo dei legali dell’emittente) ha aggiunto un altro elemento: solo alcuni giorni prima Youtube aveva inoltrato a Radio Radio un’altra mail con un ‘avvertimento’ relativo a un precedente video diffuso dall’emittente, con l’accusa che non era conforme ‘alle sue regole in tema di armi da fuoco’.

Il video però era solo una delle consuete anticipazioni che Radio Radio Tv dedica a Sigfrido Ranucci e al suo meritorio ‘Report’, con riferimento stavolta a un servizio della rubrica che evidenziava la strana ‘preveggenza’ del medico del Senato, che aveva ordinato già in gennaio un gran numero di mascherine da fornire ai senatori. Anche qui il legame con le armi da fuoco non sembra dunque proprio congruo.

Dopo il clamore suscitato dal video di denuncia di Duranti, il canale Youtube di Radio Radio Tv è stato tuttavia ripristinato. Ma la vicenda resta misteriosa nei suoi termini e le motivazioni delle decisioni di Youtube rimangono incomprensibili.

Al di là dell’episodio, Massimo Lualdi su newslinet.com ha evidenziato come per le emittenti sia decisamente opportuno basarsi per la diffusione on line dei propri contenuti più su ‘mezzi propri’ (di proprietà, come il sito delle Radio e delle Tv) che sui grandi nomi del mondo ‘social’, con strutture potentissime (ma con proprie ‘leggi’ estranee a quelle delle emittenti) come YouTube o Facebook.

“Gli editori devono acquisire consapevolezza dell’assoluta centralità del loro sito Web rispetto alle piattaforme distributive – scrive Lualdi – che devono rimanere satelliti, cioè vettori ausiliari e non domicili primari”.

  • Radio Capital: Antonio Visca in onda con Betty Senatore

Non è una notizia relativa alle Radio locali ma mi piace lo stesso segnalarla in questa mia rubrica.

Il sabato mattina su Radio Capital, dopo il pregevole ‘Le belve’ con Oscar Giannino (che – fra parentesi – ha pubblicato in queste settimane la lettera ricevuta a suo tempo da Radio 24 che è stata all’origine del suo cambio di ‘casacca’) e compari, c’è un nuovo speaker in onda per tutto giugno e si tratta nientemeno che di Antonio Visca, che va ad affiancare la collaudatissima Betty Senatore dalle 10 alle 13. E la cosa si ripete nelle stesse ore della domenica.

Visca è direttore di Sky Atlantic, è un grandissimo esperto di serie televisive (per questo ha lavorato per anni per Mediaset e per Italia 1 in specifico, prima di approdare a Sky), ha diretto il compianto Telefilm Festival di Milano e ha un curriculum invidiabile in questo settore.

Ma l’altra passione di Visca è da sempre la Radio e anche qui si è fatto valere per anni, anche – è quel che mi preme di più – come redattore di ‘Millecanali’ proprio nel campo della radiofonia. Fece fra l’altro clamore, a un certo punto, la scelta di Visca di lasciare i suoi prestigiosi incarichi a Mediaset e di tornare nella sua Alessandria per occuparsi di Radio Alex, emittente locale che contribuì in modo determinante a fondare.

Più di recente ha condotto per anni un suo spazio sulle serie Tv su Radio Deejay. Ora questa nuova scelta di conduzione ‘a tutto tondo’ con Betty Senatore. Auguri e felicitazioni, Antonio.

  • Pubblicità sulle Radio locali: un appello a Manfredonia

Si sa che purtroppo la pubblicità si tiene alla larga in queste settimane dalle Radio locali, che ne stanno soffrendo parecchio, come abbiamo scritto la settimana scorsa.

A Manfredonia (in Puglia) le stazioni locali Radio Manfredonia Centro, di antica tradizione, e Rete Smash hanno pensato di rivolgere assieme un appello pubblico ai commercianti della città, affinché, in questa Fase 2, non dimentichino di sostenere l’informazione locale e le emittenti che la garantiscono.

Ecco in sintesi il testo, firmato Antonio Castriotta, di questa iniziativa abbastanza inedita:
“Noi, Radio Manfredonia Centro e Rete Smash, come uniche emittenti radiofoniche di Manfredonia, abbiamo recepito di buon grado l’invito che le associazioni cittadine dei commercianti hanno rivolto alla popolazione, ossia quello di effettuare gli acquisti nei negozi della nostra città per stimolare l’economia locale ed evitare conseguentemente chiusure e licenziamenti.

Abbiamo, nel corso delle nostre trasmissioni invitato i nostri concittadini a spendere nei negozi della nostra città e del nostro comprensorio, consapevoli delle conseguenze negative di chiusure di massa in termini economici.

Ora noi emittenti radiofoniche locali, senza pretesa alcuna, chiediamo alle stesse associazioni dei commercianti, ed a questi ultimi personalmente, di comprare spazi pubblicitari presso le Radio della città, per evitare la paventata chiusura delle stesse. La Radio è prima di tutto informazione a 360°, ascolto musicale e soprattutto pubblicità, la vera anima del commercio. In tanti, pubblicitari, speaker radiofonici, giornalisti, si prodigano per mera passione per tenere in vita le Radio locali.

Non lasciate morire la Radio, confidiamo nella vostra sensibilità”.

  • Un tour di spettacoli in Toscana con Radio Bruno partner

Il tour #ABBRACCIAMOCICONGLIOCCHI è un progetto di Paolo Grossi, imprenditore e musicista conosciuto come Paolo Sax, che ha coinvolto alcuni del maggiori artisti comici toscani, a partire da Gaetano Gennai, direttore artistico dell’evento, di cui è partner l’emittente radiofonica Radio Bruno. Si riparte così anche in Toscana con gli eventi spettacolari in piazza per il pubblico, sia pure in piena sicurezza, naturalmente.

Il primo appuntamento si è svolto martedì 2 giugno a Montecatini ed è stato un mix tra cinema e live show, unico nel suo genere. È questo, del resto, il format che Sax, Gennai e tutto lo staff hanno in programma di portare nelle piazze di tutta la Toscana e anche in giro per l’Italia. Alla riuscita delle serate collabora il fascino retrò del Drive In, allestito dal team di Music Staff Italia.

  • Radio Super Sound anche sul digitale terrestre

Come ci informano Pierpaolo e Giuseppe Podda, c’è un ennesimo colpo del giovane imprenditore guspinese Ian Loris Nonnis, editore della sarda Radio Super Sound. Dopo l’espansione in Fm, la partenza del Dab da Serpeddì prima e Punta Tricoli poi, ecco che arriva lo sbarco anche in Dtt e su scala regionale.

Infatti RSS può essere ascoltata adesso anche in Tv grazie al ch. 39 digitale di Sardegna 1 e sembra aver sostituito qui Radio Sintony, che su Dtt era presente già da 12 anni.

  • Radiolina e la collaborazione con l’aeroporto di Olbia

Nasce intanto una collaborazione tra la Geasar (società di gestione dell’aeroporto di Olbia) e Radiolina. Il tutto è relativo ai programmi di promozione ‘Tourism Master Classes Webinar: reinventare la destinazione Sardegna’. L’emittente di Sergio Zuncheddu si occuperà di trasmettere in Fm gli eventi, che hanno preso il via il 10 giugno e dureranno sino al 29 giugno prossimo.

I webinar sono divisi in 5 sessioni: dopo ‘Storytelling della ripartenza e mercato Germania’ e ‘Il processo di re-start e il fenomeno Baleari’, il 22 giugno si parlerà di ‘Innovazione e start up nel turismo’, il 24 toccherà al ‘Forum trasporti’, il 29 a ‘Uno sguardo al futuro e al mercato USA’.

  • Radio Zammù riparte a pieno regime

L’emittente universitaria Radio Zammù di Catania è di nuovo in diretta “dal vivo”. Dopo due mesi di lockdown e di produzioni ‘home made’, la Radio catanese, con il format “Assembramento vocale”, ha ripreso le trasmissioni in diretta dagli studi della sede di Palazzo Sangiuliano.

Dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 14, il nuovo format affianca la produzione dei podcast nati durante la quarantena. Un vero programma giornaliero dal vivo, dunque, dal titolo ironico, per lasciarsi alle spalle gli ultimi mesi. “Assembramento vocale” è un contenitore in cui trovano spazio interviste, notizie e approfondimenti, per raccontare il mondo con lo sguardo degli studenti.

«Tutti gli speaker erano emozionati all’idea di tornare in studio – ha detto Alberto Conti, station manager di Radio Zammù – . Volevamo però ripartire, anche per tornare a fare quello che abbiamo sempre fatto: dare voce a quello che succede all’interno dell’Università e a quello che succede in città».

  • Un tributo in Sicilia alla lunga carriera radiofonica di Nino Re

Come ricorda televideohimera.it, sabato 13 giugno, negli studi di Radio Panorama a Termini Imerese (Palermo), nel corso della trasmissione radiofonica “Benvenuti a bordo” condotta da Nino Re, si è parlato del 5° Concorso Letterario Internazionale di Poesia e Narrativa Città di Cefalù – Edizione 2019, durante la quale  è stato attribuito un premio alla carriera dedicato proprio a Nino Re, per celebrare i suoi più di 40 anni di attività radiofonica.

Re ha iniziato come giovanissimo speaker in diverse emittenti radiofoniche locali, tra cui Radio Siracusa Antenna 1, Radio Sicilia, Radio Termini Centrale, Radio Termini Imerese, Radio Caccamo Antenna1, Radio Centrale, Radio in Termini, infine Radio Panorama. Ha inoltre partecipato come concorrente vincente a due programmi di Canale 5 ed è stato promotore e conduttore di tante serate e feste in piazza. Non va dimenticata la collaborazione come presentatore a Teleeurako.

  • Radio Kivuli, l’interessante esperienza di ActionAid

ActionAid (sede italiana a Milano) è un’organizzazione internazionale indipendente presente in oltre 45 Paesi che, insieme alle comunità più povere, agisce proprio contro la povertà e l’ingiustizia.

Da ActionAid è nata adesso on line Radio Kivuli. 10 ragazze e ragazze si sono impegnati nel far nascere un’emittente che crea approfondimenti su temi globali e locali come le migrazioni e le discriminazioni di genere, con momenti informativi dedicati all’emergenza Covid19 e poi ricette, interviste e musica, all’insegna della scoperta e dell’inclusione.

Radio Kivuli, rifugio in lingua swahili, è dunque un progetto radiofonico lanciato appunto da ActionAid e animato dai suoi attivisti, con l’obiettivo di costituire un punto di riferimento e di dialogo concreto e di ritrovare un senso di comunità, anche a distanza. Un’esperienza che intende andare oltre il lockdown e che proseguirà nei prossimi mesi.

Radio Kivuli è su Spreaker, all’indirizzo www.spreaker.com/user/radiokivuli.

Mauro Roffi

Potrebbero interessarti

Discoradio torna nei negozi (reali e virtuali) di dischi con la nuova compilation invernale
Primo piano
54 visualizzazioni
Primo piano
54 visualizzazioni

Discoradio torna nei negozi (reali e virtuali) di dischi con la nuova compilation invernale

Redazione - 27 Novembre 2020

Discoradio è la superstation milanese del gruppo RDS. Pur non avendo diffusione nazionale, l'emittente da anni è nota al grande…

Negramaro e Fedez nuovamente gli italiani più trasmessi in radio
Chart e trend
45 visualizzazioni
Chart e trend
45 visualizzazioni

Negramaro e Fedez nuovamente gli italiani più trasmessi in radio

Redazione - 27 Novembre 2020

Sono i Negramaro con "Contatto" gli artisti più trasmessi in radio anche questa settimana. La conferma arriva dall'aggiornamento settimanale del…

Gaia protagonista di “Suite 102.5 Prime Time Live”
Primo piano
22 visualizzazioni
Primo piano
22 visualizzazioni

Gaia protagonista di “Suite 102.5 Prime Time Live”

Redazione - 26 Novembre 2020

Prosegue l'appuntamento con la musica dal vivo ogni lunedì sera su RTL 102.5. Protagonista della prossima puntata di "Suite 102.5…