Media e ascolti: mentre la radio cresce, la tv decolla

Quello del 2020 è stato il mese di ottobre con i maggiori ascolti degli ultimi 5 anni per la tv.

Il risultato emerge dall’analisi dei dati Auditel realizzata dall’Osservatorio dello Studio Frasi.

L’ascolto medio nell’intera giornata è stato di 10 milioni 722 mila spettatori; bisogna andare indietro di dieci anni, in era pre-social, per trovarne uno simile (10,7 milioni di ascolto medio nelle 24 ore a ottobre 2011).

A crescere sono soprattutto Rai e Mediaset che valgono insieme il 68,6% del totale ascolto nel giorno medio e il 69,8% in prima serata.

Bene anche le ‘all news’: al top Rai News 24, sia nella giornata (84mila spettatori, +47%) sia in prima serata (67mila, +56,7%); segue nel giorno medio TgCom (+37%) superato in prima serata da SkyTg24 per abbonati (58mila spettatori, +68,5%).

In una nota ripresa dall’ANSA, il responsabile dell’Osservatorio dello Studio Frasi Francesco Siliato dichiara: “Le persone iniziano autonomamente un loro lockdown e le uscite diurne e serali si rarefanno ancora prima che sia il governo a stabilirlo. Con le dovute eccezioni della parte più giovane e irrequieta della popolazione, che rimane comunque a casa più del solito già da metà ottobre. Nella prima settimana di novembre l’audience dei giovani tra i 15 e i 19 anni sale del 18%, la crescita più alta tra quelle rilevate in tutti gli altri segmenti d’età”.

In parallelo, lo ricordiamo, anche gli ultimi dati a disposizione dell’indagine RadioTER (relativi al terzo trimestre 2020) hanno evidenziato una crescita dell’ascolto del “mezzo radio” (a cui potrebbero aver contribuito le versioni visual), sebbene le dinamiche siano decisamente diverse da quelle della televisione.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it