Liguria: il ruolo di Isoradio in una regione flagellata

26 Novembre 2019
948 Visualizzazioni

L’anno scorso la strage del ponte Morandi, domenica scorsa la voragine della A6 Torino-Savona.

E nelle ultime ore, la chiusura preventiva della A26 per verificare la stato di alcuni viadotti, tra (presunta) incuria e maltempo.

Le autostrade sono più che mai fondamentali per muoversi in Liguria, una delle regioni orograficamente più difficili e complesse.

In un contesto del genere, flagellato da maltempo e interruzioni della rete viaria, risulta ancora più importante oggi il ruolo di Rai Isoradio.

L’emittente che informa sulla viabilità autostradale è l’unica a servire capillarmente la complessa rete fatta di continue gallerie e viadotti.

E se in altre regioni si possono muovere alcune riserve sulla copertura non sempre eccellente dell’emittente, questo non vale per la Liguria, dove i 103.3 fanno servizio quasi ovunque, grazie ad una continua isofrequenza fatta di circa 130 impianti FM.

Un merito che, pur in un mondo sempre più digitalizzato dove le informazioni si possono reperire tramite il web, ancora ricopre un valore aggiunto.

Ed i risultati si vedono anche negli ascolti: se a livello nazionale Isoradio occupa la diciassettesima posizione (di fatto, ultima tra i “network”), in Liguria è all’ottavo posto, con un impatto decisamente più alto rispetto alle altre regioni.

In queste ore, Rai Isoradio sta costantemente informando sulle condizioni di una rete autostradale fragile e complessa.

Un vero e proprio servizio pubblico, per aiutare il disorientamento di chi deve viaggiare in una regione – dove non mancano esempi virtuosi anche tra le emittenti locali – che sta attraversando un evidente momento di difficoltà.

Potrebbero interessarti

Rai Radio Techetè ripropone le radiocronache del secondo scudetto del Napoli di Maradona
Primo piano
7 visualizzazioni
Primo piano
7 visualizzazioni

Rai Radio Techetè ripropone le radiocronache del secondo scudetto del Napoli di Maradona

Redazione - 29 Novembre 2020

La stagione calcistica 1989/1990 vedeva per la seconda volta il trionfo del Napoli. Soltanto tre anni prima, la squadra partenopea…

Il “Gran premio della radio”: nel ’93, Maurizio Costanzo e Maria De Filippi premiavano le migliori emittenti dell’epoca
Primo piano
61 visualizzazioni
Primo piano
61 visualizzazioni

Il “Gran premio della radio”: nel ’93, Maurizio Costanzo e Maria De Filippi premiavano le migliori emittenti dell’epoca

Redazione - 29 Novembre 2020

Domenica 7 novembre 1993 si svolgeva al City Square di Milano, la premiazione della prima edizione del 'Gran Premio della…

“Perchè i media nazionali considerano poco le radio regionali?”: la riflessione di Gigio Rosa
Primo piano
13 visualizzazioni
Primo piano
13 visualizzazioni

“Perchè i media nazionali considerano poco le radio regionali?”: la riflessione di Gigio Rosa

Redazione - 29 Novembre 2020

"Secondo voi, il mestiere dello speaker radiofonico è rappresentato più da chi trasmette in un network che copre la nazione…