LCN del Nord Italia: graduatorie provvisorie in quasi tutte le regioni

A cura di Mauro Roffi

Sono arrivate nelle scorse ore in quasi tutte le regioni del Nord Italia (esclusa la Lombardia, che fa storia a sé per la mole delle operazioni da compiere) le prime graduatorie relative all’assegnazione degli Lcn, in vista dell’avvio delle operazioni di switch-off delle Tv locali, il prossimo 3 gennaio (si partirà da Valle d’Aosta e Piemonte). Sono previsti a brevissimo in varie regioni diversi sorteggi, come accaduto in Sardegna, anche se, rispetto all’esperienza poco felice dell’isola, sembra di notare un tentativo di rendere un po’ più efficienti le operazioni, evitando nei limiti del possibile proteste, appelli, revisioni continue e totale incertezza negli editori.

Si evidenzia anche in diverse regioni l’assegnazione di Lcn a emittenti che sembravano finora escluse, talvolta anche per loro scelta (Telegranda in Piemonte, per dirne una, con Rete Biella Tv, ma anche Fvg Sport Channel in Friuli-Venezia Giulia, Canale 68, Telecittà, Cafè Tv 24 e Radio Adige Tv in Veneto), ma è da verificare per loro la possibilità di continuare realmente a trasmettere, come sarebbe auspicabile, naturalmente.

Farò un’analisi completa delle assegnazioni nelle varie regioni a graduatorie più ‘assestate’ e a sorteggi effettuati.

Per adesso vediamo la situazione degli Lcn ‘importanti’, quelli 10-19 nelle regioni principali.

In Piemonte il 10 va a Telecity e l’11 a Telecupole, come sembrava immaginabile, mentre anche Videogruppo (che però ha un palinsesto spesso ‘lombardo’) se la cava bene con il 12 e precede Rete 7 al 13 e Primantenna al 14. Grp si aggiudica il 15 e Sesta Rete il 16. Interessante l’assegnazione del 17 a Vco Azzurra Tv e soprattutto del 19 a Video Novara, che ora ha la possibilità di farsi vedere nella sua regione in modo molto migliore rispetto al passato. Il 18 va invece a Canale Italia 83.

In Veneto (regione assai ‘problematica’ dove non erano mancate sorprese ed esclusioni ‘eccellenti’) Antenna Tre Veneto si afferma con il 10, mentre Telenuovo mantiene l’11 e Canale Italia 83 si piazza al 12 (non è nelle prime numerazioni invece la storica e collegata Serenissima). Scende al 13 Tva Vicenza, con Rete Veneta che invece fa meglio del passato e ottiene il 14. Migliore posizione anche per Telepadova 7 Gold al 15, seguita da Telearena al 16 (confermata). Piccolo passo indietro per Telechiara al 17, un po’ più rilevante per Triveneta che scende al 19, mentre Telenordest avrà il 18 al posto del 19.

In Emilia-Romagna altra ‘girandola’ di numerazioni, con l’esclusione dalle ‘posizioni pregiate’ della storica Telesanterno e di È Tv Rete 17. Al 10 si conferma È Tv ma poi cominciano gli avvicendamenti, con 7 Gold che passa all’11, seguita da Trc Modena al 12. Telereggio avanza di una posizione e passa al 13, mentre il 14 va a Teleromagna. Trc Bologna riottiene il 15 e 12 Tv Parma fa un piccolo passo indietro fino al 16.

Due posizioni migliori invece per la modenese Tv Qui che passa al 17. La sorpresa è invece il 18 alla riminese Icaro Tv, che in un primo tempo era stata addirittura esclusa dalle Tv ‘idonee’. L’ultima posizione ‘privilegiata’ va a Telestense con il 19.

Prossimamente analisi più complete, come detto, e l’esame della situazione nelle altre regioni (Lombardia compresa).

Mauro Roffi
mauro.roffi@fm-world.it

* Archivio News –> www.fm-world.it/news

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it