La ‘radiovisione’ per un’emittente locale comunitaria: il caso di Radio Beckwith Evangelica

“L’evoluzione continua, per una radio attenta alla propria identità ma sempre pronta a recepire i mutamenti repentini della società”.

A scriverlo in un comunicato è Radio Beckwith Evangelica, emittente comunitaria della provincia di Torino nata nel 1984, che presenta una nuova veste e lancia la propria ‘radiovisione’.

“Dal 22 marzo, il logo che ci ha accompagnato per più di vent’anni va in pensione, scrivono.

“Viene sostituito da un nuovo simbolo grafico studiato e realizzato per collocarsi nel presente e nel futuro, riassumendo in sé alcuni concetti cardine che caratterizzano l’attività della nostra emittente”.

Radio Beckwith Evangelica parla del confronto e del dialogo, per uno spazio aperto allo scambio che sa incarnare in sé l’idea di radio comunitaria. La dimensione multimediale, in cui il mezzo radio continua a essere il centro dell’attività, ma che sa anche tradursi attraverso canali alternativi per veicolare la moltitudine di contenuti proposti e raggiungere pubblici diversi.

Proprio in questa prospettiva, dal mese di marzo ha fatto il debutto l’altra novità di questo 2021: sul canale 653 del digitale terrestre, in tutto il Piemonte, Radio Beckwith Evangelica propone la sua ‘radiovisione’.

Ogni giorno le dirette dei programmi dagli studi di Villa Olanda, insieme a notizie e musica.

“Una sfida stimolante e ambiziosa” – conclude il comunicato – “al passo con l’evoluzione del mezzo radiofonico, pensato e strutturato in modo sempre più multimediale.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it

Exit mobile version