fbpx

La radio universitarie unite per “La Notte dei Ricercatori”

Il 28 settembre 2018 si celebra “La Notte dei Ricercatori“, evento condiviso da oltre cento atenei italiani e da Università di tutta Europa.

Per raccontare la manifestazione, RadUni (l’Associazione degli Operatori Radiofonici Universitari Italiani), attraverso gli streaming delle diverse emittenti d’Ateneo di varie città che aderiscono all’associazione, trasmetterà una diretta a reti unificate nell’arco della giornata.

A testimoniare quanto accadrà, ci penseranno nel dettaglio 13 radio universitarie che si divideranno 13 ore di diretta condivisa (una a testa) a partire da mezzogiorno.

Si comincerà da Napoli con F2 Lab, per poi spostarsi a Teramo alle 13.00 (Radio Frequenza), a Trieste alle 14.00 (Radio inCorso), in Sardegna alle 15.00 (ESN Italia, la radio degli studenti Erasmus), a Bari alle 16.00 (Radio UniBa), a Roma alle 17.00 (Radio Sapienza), a Trento alle 18.00 (Sanbaradio), a Cagliari alle 19.00 (Unica Radio), nuovamente a Roma alle 20.00 (Roma 3 Radio), a Catania alle 21.00 (Radio Zammù), a Perugia alle 22.00 (Radiophonica), per terminare dalle 23.00 a mezzanotte a Novara (Radio 6023).

Inoltre, previsti collegamenti anche con Europhonica, la web radio promossa da RadUni con le radio universitarie di Francia, Spagna, Portogallo e Germania per raccontare l’Europa.

Un’esperienza importante che metterà a confronto speaker “in erba” per raccontare il mondo della ricerca, ma anche entrare tra gli eventi e le manifestazioni che celebreranno l’iniziativa, città per città.