La radio secondo Linus: al centro la parola, poco interessante la musica di oggi

“Al centro della mia vita c’è la parola, il comunicare, che si tratti di radio, scrittura, parlare in pubblico. Mi piace molto”.

A dichiararlo è Linus che, in un’intervista rilasciata a Repubblica, affronta varie tematiche, tra cui (invebitabilmente) quella della radio.

Una radio che per Linus si basa sempre più sulla parola e sempre meno sulla musica.

“La musica mi interessa in modo abbastanza laterale – aggiunge – più come ingrediente per colorire il mio programma. Anche perchè trovo quella di oggi meno interessante, più frammentata. E comunque quella che passo in radio non c’entra nulla con quella che ascolto in macchina”.

Per il direttore artistico di Radio Deejay, tuttavia, la radio (in generale) ha davanti a sé un ottimo futuro.

“Se la passa splendidamente – dichiara – perchè può sfruttare la sua agilità nell’essere ovunque con poco”.

L’intervista, che affronta anche il tema delle maratone e dell’attività sportiva, si conclude parlando del futuro che Linus vede davanti a sé: non esclude un ritorno in tv, se vi fosse l’occasione di farlo, ma rimarca l’intenzione di proseguire con la radio “finchè sarò il più bravo, come adesso”.