fbpx

La prematura scomparsa di Teresa Iaccarino

La dolorosa notizia giunge da Anacapri e va purtroppo un po’ a guastare queste ore di fine anno, dedicate a una grande attesa per l’arrivo di un 2021 in cui si ripongono molte speranze, dopo le tante amarezze del 2020. Ma il dovere di cronaca ci costringe a darne conto, data anche la notorietà del personaggio che è venuto a mancare.

Nella sua casa di Anacapri, dicevamo, è scomparsa in questi giorni, a soli 62 anni (li avrebbe compiuti fra poche settimane, per la precisione), Teresa Iaccarino, un nome molto noto nell’ambito dell’emittenza radiotelevisiva, soprattutto in Campania e nel Sud Italia ma anche a livello nazionale.

Era nota come giornalista, prima di tutto, ed era anche stata per molti anni un riferimento per noi giornalisti di settore in cerca di notizie sul gruppo di Telecapri, Retecapri, Radio Capri e Radio Antenna Capri, cui apparteneva fin dalla nascita, nel 1977. Teresa era sempre pronta a raccontarci quel che succedeva nel ‘regno di Costantino Federico’ e intanto aveva preso a curarne le iniziative nel campo dell’informazione, visto che appunto il giornalismo era diventato il suo primo lavoro.

Ma siccome appunto aveva vissuto in prima linea la fase dell’epopea delle Tv locali italiane, di cui Telecapri è stata assoluta protagonista per tanti anni (e oggi, dopo una fase molto difficile, sta tornando ad alti livelli in Campania e nel Sud Italia), a Teresa era capitato di essere anche altro nel mondo della Televisione. Nella Telecapri del famoso ‘leoncino’, era stata dunque annunciatrice e presentatrice anche di programmi di intrattenimento, come ‘Quasi Rete – Allo stadio con Telecapri’, ‘La clessidra – tempo televisivo’, ‘Il comune più veloce del sud’, ‘Ospiti in casa mia’, conseguendo grande popolarità. Si era dedicata anche al pubblico più giovane, per esempio con ‘Sveglia ragazzi!’, negli anni ’80 e con il pupazzo Uffi.

La sua esperienza in Tv era poi continuata per anni a livello giornalistico su Retecapri, che è stata a lungo ‘l’unica Televisione nazionale con sede al Sud’.

La scomparsa prematura di Teresa Iaccarino, a causa di una grave malattia, è, in sostanza, una gran brutta notizia per quanti hanno amato e amano tuttora l’emittenza radiotelevisiva locale, ancora spesso così vitale in molte aree del Paese.

Mauro Roffi