ASCOLTA LA RADIO CON LA NOSTRA APP

La musica in radio dopo Sanremo: quasi un brano su due è italiano

17 Febbraio 2019
735 Visualizzazioni

Che percentuale occupa la musica italiana nelle radio del nostro Paese?

Dopo la proposta di legge del presidente della commissione Trasporti e telecomunicazioni della Camera, Alessandro Morelli della Lega (che vorrebbe che ogni tre brani trasmessi, almeno uno fosse italiano), siamo andati a verificare quanta musica italiana sia presente oggi nelle emittenti di casa nostra.

Secondo le classifiche dell’ultima settimana di EarOne e RadioAirPlay, che risentono tuttavia degli ingressi delle canzoni di Sanremo, la percentuale media dei brani “made in Italy” sembra già essere superiore.

Tra i venti pezzi più programmati della settimana, EarOne rileva ben 10 artisti di casa nostra, mentre RadioAirPlay si ferma a nove.

Si tratta ovviamente di una media, dove realtà tematiche quali Radio Italia Solo Musica Italiana o Radio Zeta alzano l’incidenza, ma complessivamente sono davvero poche le reti dove i brani di casa nostra sono “banditi”.

Tra queste spiccano le rockettare Virgin Radio e Radiofreccia, ma la percentuale di lingua italiana è bassa anche su dance-station quali m2o.

Il tutto, senza considerare casi ancora più radicali di emittenti (oggi solo web) che della musica internazionale hanno sempre fatto un fiore all’occhiello (basti pensare a Radio Milano International, per citare un caso noto al grande pubblico).

Uno dei punti di riferimento dei promotori resta la Francia, dove il 40% dei brani trasmessi in radio deve essere (almeno parzialmente) francofono.

La proposta al momento sembra aver spaccato l’opinione pubblica, tra chi vede nella potenziale legge una limitazione alla libertà di scelta dei programmatori e chi invece lo ritiene un “trampolino di lancio” per dare più spazio ad artisti (anche emergenti) di casa nostra.

Di certo, non è la prima volta che in Italia si avanza la proposta di un tetto minimo per la musica di casa nostra (ne aveva parlato anche l’ex-Ministro ai Beni Culturali e Turismo Dario Franceschini). Andrà in porto questa volta o diventerà nuovamente un tentativo a vuoto?

Potrebbero interessarti

Radio Monte Carlo e Lilt Milano, insieme per la prevenzione
News
168 visualizzazioni
News
168 visualizzazioni

Radio Monte Carlo e Lilt Milano, insieme per la prevenzione

Nicola Franceschini - 18 Marzo 2019

Radio Monte Carlo, da sempre impegnata a fornire un servizio attento e costantemente aggiornato ai propri ascoltatori, ha scelto di…

In aprile tornano i Marconi Radio Days a Sasso Marconi
News
421 visualizzazioni
News
421 visualizzazioni

In aprile tornano i Marconi Radio Days a Sasso Marconi

Nicola Franceschini - 17 Marzo 2019

Si terrà a metà aprile la tredicesima edizione dei Marconi Radio Days. L'evento, che ha la sua centralità nella città…

“m2o” diventa “radiom2o” e lancia il claim “Deejay Station”
News
2094 visualizzazioni
News
2094 visualizzazioni

“m2o” diventa “radiom2o” e lancia il claim “Deejay Station”

Nicola Franceschini - 17 Marzo 2019

Terminato (o quasi) il palinsesto della "Radio allo stato puro", prende il via l'attesa alla partenza della nuova "m2o". L'emittente,…