fbpx

La funzione religiosa va in onda abusivamente sugli 87.650 e viene denunciata da ‘Striscia’

La puntata del 3 febbraio di “Striscia la notizia” ha ‘smascherato’ una emissione FM abusiva.

Si tratta di una radio parrocchiale di Ossona (Mi) che diffonde in ambito locale le funzioni religiose.

O meglio, diffondeva, dato che un servizio di Capitan Ventosa ha scoperto che il segnale non era censito e che quindi è stato fatto spegnere.

La frequenza modulava sugli 87.650 ed oscurava, di conseguenza, gli 87.7 di Radio Bruno che fanno servizio sul territorio, arrecando interferenze anche agli 87.5 di Radio Subasio.

Su Canale 5, il parroco ha sostenuto di essere in buona fede, inconsapevole dei disturbi, ma da un articolo pubblicato da Cronaca Ossona si evince che tutto questo avveniva da tempo e che l’intrusione di “Striscia” sia stata colta come un intervento che ha bloccato un servizio alla comunità, pur non essendo legale trasmettere senza concessione ministeriale.

L’emittente, peraltro, promuoveva la frequenza 87.650 già ai tempi del lockdown, per cui era operativa da qualche tempo.

Il segnale è stato disattivato il primo febbraio.

E se ci fosse consentito un consiglio alla Parrocchia di Ossona, con l’utilizzo del web sarebbe possibile riprendere le trasmissioni, portando nuovamente alla comunità la gioia di poter ascoltare la propria radio locale, senza arrecare danno alle reti regolarmente censite in FM.

* FM-world –> per contatti e segnalazioni: info@fm-world.it